Riapre il Gran Caffè Quadri in Piazza San Marco: gli Alajmo criticano le norme sulla ristorazione

Pubblicato il 30 aprile 2021 alle 16:00

Riapre il Gran Caffè Quadri in Piazza San Marco: gli Alajmo criticano le norme sulla ristorazione

Sabato 1 maggio, dopo oltre sei mesi di chiusura, la riapertura della terrazza del Quadri.

A Venezia riaprono i caffè storici. Giovedì 29 aprile l'annuncio su Facebook del Caffé Florian che avrebbe riaperto questo weekend. Oggi i fratelli Alajmo attraverso un comunicato stampa annunciano l'apertura dello storico locale rivale, il Gran Caffè Quadri, e colgono l'occasione per esporre un piccolo cenno di polemica nei confronti della gestione delle norme che hanno colpito il loro settore in questo periodo e nei confronti di come il Comune ha deciso di regolare la somministrazione di cibo in Piazza San Marco.

Il “bacaro in piazza” spiegato da Raf e Max

Le innovazioni previste vengono spiegate da Raffaele - C.E.O. e maître des lieux del Gruppo Alajmo - in maniera molto chiara: "Non c’è stata nessuna considerazione per il nostro settore, nessun aiuto, ma anche nessuna voglia di morire [...] Abbiamo analizzato il Quadri e la nostra offerta in tutte le sue sfaccettature e ne abbiamo ridisegnata una nuova post pandemica". Questa scelta Raf la definisce come “bacaro in piazza” e la descrive così: “Altissima qualità di cucina italiana e veneziana in varie espressioni. Ricominciamo dai cicchetti.”.
 
Massimiliano è il giovane talento della famiglia Alajmo e nel 2002, a soli ventotto anni, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di tre stelle Michelin al Calandre, locale facente parte del gruppo Alajmo. Max afferma che: “Il tutto è partito dall’impossibilità di fare ristorazione in Piazza San Marco per una regolamentazione comunale che non ha consentito nessuna deroga”. Poi aggiunge: “Abbiamo sostituito i panini, i club sandwich e altre proposte salate con una linea elegante e golosa in forma di piccoli cicchetti che permette di pranzare e cenare in modo molto più informale, più giovane, più rilassato, ma sempre nel rispetto delle regole.”.

Le nuove proposte food and drink

La nuova proposta gastronomica è stata ideata dai due fratelli Alajmo assieme all’abile resident chef Silvio Giavedoni e ad Annamaria Radicci. L’ispirazione proviene dai bacari e dai cicchetti della tradizione veneziana. Da un lato la carta prevede le opzioni salate: botoli e moeche fritti, arancino di verdure, garusoli alle erbe, blinis di baccalà mantecato anguilla e caviale, tartare di dentice, oppure scampi crudi con panzanella di pomodoro. Dall’altro lato i cicchetti in versione dolce: il sorbetto di fragole con granita di sambuco o la tazza di cioccolato nocciola e caffè.
 
L’altra novità consiste in una nuova politica dei prezzi. Viene previsto un range di costo per i cicchetti che varia tra i 3,50€ e i 10€ (per il blinis con il caviale). Anche i vini diventano più fruibili, grazie a un ampliamento dell’offerta. Allo stesso modo viene integrata la sezione dedicata ai cocktail da Lucas Kelm, bar manager del Gruppo Alajmo.  

Le informazioni utili

La terrazza del Quadri in Piazza San Marco, numero 121, apre sabato 1 maggio dalle 9 alle 22; l’orario è uguale anche per domenica 2 maggio. Da venerdì 7 maggio il locale sarà aperto tutti i venerdì, sabato e domenica sempre con lo stesso orario. Per chi volesse più informazioni il numero è 0415222105.

 
Foto da ufficio stampa 

  • NUOVE APERTURE

scritto da:

Alice Burato

Un nome e un destino: vivere nel Paese delle Meraviglie. Amo la pasta alla carbonara, l'odore delle pagine dei libri mentre li sfoglio e giocare a tennis quando ho bisogno di staccare la spina. La mia attività preferita? Cercare nuovi ristoranti da provare.

POTREBBE INTERESSARTI:

​World Pasta Day: l’Italia si conferma leader a livello internazionale

In Italia si producono 3,9 milioni di tonnellate di pasta con una filiera che conta 120 imprese, oltre 10mila addetti e quasi 200mila aziende agricole italiane impegnate a fornire grano duro di altissima qualità.

LEGGI.
×