Ecco gli hamburger più buoni, più strani, più iconici che devi provare questo inverno a Firenze

Pubblicato il 4 gennaio 2023

Ecco gli hamburger più buoni, più strani, più iconici che devi provare questo inverno a Firenze

A ciascuno il suo hamburger. Spartano o gourmet, classico o vegano. Di manzo, di bufala o addirittura di bisonte. Con pochi fronzoli oppure a più piani, di quelli che ti chiedi quando lo digerirai, ma lo prendi lo stesso. L'icona food statunitense, originaria dell'omonima città portuale tedesca, è oggi elaborata in mille declinazioni e mille sfumature, dalle carni al pane, dai condimenti ai contorni. Tant'è che l'antica associazione di junk food, ovvero "cibo spazzatura", spesso si rivela decisamente ingenerosa, verso un piatto che può diventare anche healthy, per qualità degli ingredienti e contributo nutrizionale. Poi, per carità, nell'hambuger cerchiamo prima di tutto il gusto e il piacere, spesso inversamente proporzionali alla salubrità. In definitiva, però, "chissene": quinoa, avocado e chicchi d'avena li mangeremo poi, semmai.

Creativi, tradizionali, vegani, gluten free, con pane aromatizzato e in cocktail pairing, con salse homemade o condimenti da pizza, d'ispirazione disneyana o Anni '50: nel capoluogo toscano questa icona pop è proposta in tutti i modi possibili e non è facile scegliere i posti dove bisognerebbe mangiare l'hamburger a Firenze (e dintorni). Noi ci proviamo, come sempre, cercando di accontentare tutti i gusti e tutte le esigenze.

In Santo Spirito cocktail, bufala e bisonte


Cucina americana di qualità, materie prime locali di primissima scelta trasformate artigianalmente, eccezionali cocktail realizzati con distillati premium: benvenuti al Djària, dove anche gli hamburger, preparati da Sarah Webb, sono proposti in pairing con sorprendenti drink preparati da Nicolò Scanferlato oltre che con le birre artigianali selezionate. Il Belluomini (220g manzo, cheddar, bacon e pulled pork con patate fritte artigianali) è abbinato al drink “Como el agua”. Non solo manzo: disponibili dall'autunno 2022 anche burger di bufala o bisonte. Oltre al classico Usual e al piccante Spicy Avo, spiccano l'agrodolce "Una mela al giorno" e il vegano The Unburger a base di Fagioli Rossi.
Djaria. Via dei Serragli, 100/r - Firenze. Tel. 0552345957

In Campo di Marte pairing e alternative per tutti


Cambiano le stagioni, si rinnovano i menu, ma al Fake ritroviamo sempre una serie di confortanti certezze. Lo spirito, in primis, con l'invito a guardare oltre le apparenze. Poi l'originalità, con Sarah Furlan, Alice Pirisino e la chef Roberta Rettino sempre inclini a nuove idee e nuove sfide. E poi ci sono i Burger, nelle tre varianti con o senza glutine: carne, salmone pastrami, al burger di ceci. Il Maxi hamburger di manzo da 200g qui incontra la crema di tartufo, la maionese alla barbabietola, la stracciatella di burrata, il bacon e l'insalata ed è servito con patate fritte. Anche qui vale la pena sperimentare il cocktail pairing, che sia il consigliato Caronte o lo Zhang Dali (leggi la menu story). Una giostra di profumi e sapori.
Fake. Via Agnolo Firenzuola, 9r - Firenze. Tel. 0555308090

A Firenze Sud e Novoli "occhio" al Fried Killer


In linea con la voglia stupire occhi e palato, che contraddistingue questo indirizzo, il nuovo menu di Deliburger è sorprendente. Si va da proposte semplici e gustose come il Simple Burger, hamburger in pane nero ai carboni vegetali con mozzarella, prosciutto crudo croccante, crema di spinaci e salsa aioli, all'irresistibile Parmigiano, hamburger con melanzane dal grill, pomodoro, mozzarella e salsa aioli, in pane rosso al pomodoro e semi di papavero. Dall'insolito Violet Fries in pane verde agli spinaci con patate viola grigliate, bacon croccante, salsa al formaggio ed infine salsa deli affumicata, all'esplosivo Fried Killer: doppio cordon bleu con all’interno cipolla croccante, insalata julienne e salsa italian ketchup, con contorno di patate. Disponibili anche asporto e delivery attraverso la piattaforma www.deliburger.it.
Deliburger. Via Enrico De Nicola, 16/18 - Firenze; Via Carlo del Prete, 106/d, Firenze. Tel. 0556504150

In Piazza della Repubblica il burger di Messi


Hard Rock Cafè è una location iconica per quanto riguarda (anche) i piatti tradizionali americani. E "leggendari" sono anche gli hamburger di questo brand, in continua evoluzione ma con solide certezze. Lo è l'Original Legendary Burger con pancetta affumicata, formaggio cheddar, anelli di cipolla, lattuga e pomodoro, così come il Bbq Bacon Cheeseburger. Lo è diventato anche il Messi Burger, decisamente attuale anche nell'ultimo periodo che ha visto La Pulga guidare l'Argentina del calcio al titolo mondiale. Ai due succosi burger, al provolone, al chorizo a fette, alla cipolla rossa caramellata e alla salsa Hard Rock signature, si può aggiungere anche l'uovo fritto. Non vi farà vincere il Pallone d'Oro, né vi garantirà un sinistro magico. Ma se fa freddo, no, non ve ne accorgerete poi tanto.
Hard Rock Cafe. Via De' Brunelleschi, 1 - Firenze. Tel. 055277841

A Panzano in Chianti la celebre macelleria sul truck


Antica Macelleria Cecchini è un'autentica istituzione in fatto di carni e di toscanità. Alle meraviglie del ristorante si è aggiunto il Cecchini Truck, camioncino con griglia a poche centinaia di metri (435, per l'esattezza) dalla storica location. Anche qui le carni allevamente espressamente per Cecchini in Catalogna sono cotte alla brace, le rosette arrivano dal forno Cennini di Panzano, mentre le salse - dalla “Darionese” al “Pomodario” - sono fatte in casa. Il Panino Cecchini è preparato con hamburger di manzo, cipolle al Profumo del Chianti, Chianti Ketchup e salsa Darionese. Stuzzicanti varianti sono i panini con pastramino e senape, con pancia di manzo (quasi uno scrigno di bontà), con “Dariodog” di manzo servito con cipolla croccante, senape e salsa Darionese al prezzemolo e aglio.
Cecchini Truck. Via XX Luglio, 11 - Panzano in Chianti (FI). Tel. 055852020

A Legnaia la taverna dei nottambuli


A sorprendersi, alla Taverna di Poldo, è solo chi ci capita per caso, la prima volta. Per tutti gli altri, i panini di questa spartana e informale fucina di piacere sono una certezza assoluta, si tratti di salsiccia, porchetta o cotoletta, ma soprattutto di hamburger. Sono i preferiti dai reduci da partite o tornei di calcetto serali, ma anche da chi ha appena finito di vedere un concerto alle Cascine. Di qualità anche i condimenti, si tratti di cipolla bianca o rossa, di salsa alla rucola o ai pomodori secchi, di funghi o di melanzane grigliate: li vedi e li scegli, come a un truck di street food. Panino o piadina, il risultato non sarà studiato per vincere la palma di panino più glamour dell'anno, ma funziona decisamente. In più, quando un hamburger ti tenta a chiedere il bis e si fa digerire anche a tarda ora, ha vinto lui.
La taverna di Poldo. Via Antonio del Pollaiolo, 148 - Firenze. Tel. 055712362

In Sant'Ambrogio burger personalizzati e vegani


Carni freschissime ogni giorno e possibilità di personalizzare il proprio burger sono gli assi nella manica di 180 Grammi - Burgers & Beers, in zona Sant'Ambrogio come in San Frediano. Chianina, Angus o Scottona: questa la prima margherita da sfogliare, prima di barrare sul menu la tipologia di cottura: al sangue, media, ben cotta. Poi si scelgono gli altri ingredienti, dal bacon ai formaggi, fino alle verdure e alle salse. Oltre il quarto ingrediente, ogni aggiunta costa mezzo euro. Disponibili anche tre burger vegani - Mediterraneo, Green Oat e Beyond - il pane senza glutine e le opzioni Hot dog, Filetto di merluzzo e Cotoletta di pollo. Fra le birre artigianali, ci sono anche le Fiorentine.
180 Grammi. Via Pietrapiana, 11/R - Firenze. Tel. 0553860476

A Porta al Prato l'hamburger delle "meraviglie"


Tornato a splendere la scorsa estate, con l'obiettivo di diventare un luogo di libera espressione artistica, fra mostre, poetry slam e reading, lo Stregatto è un altro indirizzo da visitare per i fan degli hamburger. Anche qui attenzione maniacale per il prodotto, dalle carni provenienti da allevamenti toscani ai contorni, che siano pomodori secchi, insalata o friarielli. Ispirato al mondo della pizza è l'hamburger Panciccia con pomodori secchi, mortadella bologna, burratina campana dop, pesto di pistacchio. L'opzione Stregatto ha un cuore di friarielli bio, bacon croccante, scamorza affumicata, avocado e salsa messicana.
Pub Lo Stregatto. Via Il Prato, 44/R. Tel. 0552693467

A Santa Maria Novella atmosfere anni '50


Nachos, tacos, specialità tex-mex, specialità della griglia che fanno incontrare tradizione stelle&strisce e qualità toscana: 1950 American Diner è una vera e propria manna per gli amanti di questo genere. In un'atmosfera anni '50 si gustano anche ottimi hamburger 100 per cento manzo da 230 grammi, realizzati con carni provenienti da fornitori vicini ai punti vendita di questa catena e massaggiati a mano uno per uno. Da American Diner 1950 ci sono anche piatti vegetariani e vegani, oltre a proposte senza glutine. Fra le alternative c'è il "beyond burger", l'unico burger di carne non carne. Alcune proposte, fra le altre: Smash Mortazza, il veg Barbaquinoa, l'esagerato Monster Cheese Burger e il temerario Double Chili Bomb, entrambi da 460g.
American Diner 1950. Via Nazionale, angolo via Guelfa - Firenze. Tel. 3288286117.

A Largo Annigoni anche l'hamburger spaccato


Quand'è che un hamburger americano diventa "mondiale"? Quando viene "drogato" di spezie, di profumi, di colori, di sapori, gli stessi che rendono sublime una tartare e invincibile un drink. E' questa la promessa di Drogheria Bar & Grill, rifugio urbano dall'anima industrial vintage, con sedute capitonnè e pietra a vista, dove l'icona food d'oltreoceano trionfa grazie alle eccellenze gastronomiche italiane, alla carne del Mugello e al pane artigianale con certificazione toscano Dop di 4 tipologie. Fra le grandi tentazioni c'è l'hamburger di manzo con cheddar, crema di nduja di Spilinga, melanzane dal grill e pomodoro, servito spaccato e grigliato.
Drogheria Bar & Grill. Piazza Annigoni, 22 - Firenze. Tel. 0552478869.

Foto dalle pagine Facebook, Instagram o dai siti web dei locali raccontati
Foto di copertina dalla Pagina Facebook di Djària

  • HAMBURGER
  • MANGIARE CON LE MANI

scritto da:

Antonino Palumbo

Giornalista, food photographer, buongustaio. Lucano biodinamico in purezza, vinificato in Calabria e imbottigliato per lunghi anni in Puglia. Qui, da reporter d'assalto, si evolve in reporter d'assaggio. Next step: Firenze, Toscana. Per stapparla assieme a voi.

POTREBBE INTERESSARTI:

Torna la domenica gratuita ai musei, appuntamento da non perdere tra mostre e aperitivi cultural chic

Domenica 3 marzo si rinnova l'appuntamento con #domenicalmuseo, l’iniziativa del Ministero della Cultura.

LEGGI.
×