Facciamoci un giretto a Bangkok: i locali romani di cucina thailandese da provare subito

Pubblicato il: 29 marzo 2019

Facciamoci un giretto a Bangkok: i locali romani di cucina thailandese da provare subito

Sarà il coriandolo, sarà il lime, sarà il sapore di tamarindo, saranno le arachidi; sarà che a me basta sentirne l'odore per diventarne dolcemente dipendente come Snoopy coi biscotti: in due parole, Pad Thai! Ecco svelato il contenuto del testo che segue, ovvero i ristoranti di Roma dove mangiare cucina thailandese, Pad Thai su tutti, ma anche tanti altri piatti a base di carne, pesce e vegetariani. La cucina thailandese per me, così amante dell'indiano, è stata una vera scoperta: piccante al punto giusto, leggera e con moltissime portate vegetariane e vegane che di gran lunga allargano la platea degli invitati a cena. Eccoti, dunque, 6 ristoranti di Roma dove mangiare cucina Thailandese.

Thai in zona Ostiense

Nome da sapere se sei in zona Ostiense e ti viene una gran voglia di thai: Wild Ginger, il ristorante a due passi da Porta San Paolo propone un menu "asian fusion" con proposte giapponesi, cinesi e anche thai. La sera, infatti, il menu si amplia con proposte tradizionali thai: da provare la zuppa Tomka con latte di cocco, peperoncino, pollo e foglia di limone, i Pad Thai ai frutti di mare e i gamberi in salsa thai. Anche con formual all-you-can-eat.

Thailandese e Malese

Thai e non solo: il Thai Inn si sposta un po' più a sud per contemplare nel suo menu anche i sapori più prettamente malesi. Il risultato di certo non lascia deluso anche il più esigente dei palati già avezzi ai gusti del Sud Est Asiatico. Da provare la Tom Yum Goong, tradizionale zuppa di gamberetti, e la Laap, fresca insalata con pollo, lime, spezie e servita con riso tostato.

Per la cena e il dopocena

Nel nome il richiamo ad un'origine più baliano-indonesiana, ma al Bali Bar a Trastevere i richiami alla cucina thailandese di certo non mancano. I pad thai del Bali Bar sono veramente ottimi, preparati con con pollo, gamberetti, uova e germogli di soya. Il locale è anche cocktail bar dove poter concedersi un aperitivo o un dopocena con cocktail dal piglio esotico. Consigliato anche per un'originale serata tra amici.

Per scoprire cos'è la Tom Yum

Altro ingrediente fondamentale della cucina thai è il latte di cocco: e lo sanno bene quelli di Isola Puket, ristorante thailandese in zona Villa Chigi, dove tra i piatti da provare ti consiglio le Tom Yum, le tipiche zucche dai vari ingredienti tra qui quella con gamberi e latte di cocco; consigliato anche il loro Nasi Goreng con salsa di pesce. Ambienti easy, consigliato anche per le cene a due.

30 anni quasi di Asia a Roma

Il Court Delicati è tra le colonne portanti della ristorazione orientale qui a Roma; aperto dal 1987, il ristorante tra la Piramide e Caracalla è stato tra i primi a portare nella Capitale i sapori thailandesi e malesi. Qui si va sempre sul sicuro, una vera certezza. Cucina tradizionale, ambiente moderno, menu variegato che molto spazio lascia anche a piatti vegetariani e vegani: il Court Delicati è tappa obbligata se vuoi assaggiare uno dei migliori pad thai della città.

Thai a Monteverde

A detta di molti, questo piccolo ed accogliente ristorantino a Monteverde è tra i più autentici thailandesi di Roma. Forte della sua fedeltà alla tradizione thai, il Sukhothai è stato capace di costruirsi una solida reputazione piatto dopo piatto ma non solo: elegante e raccolto, il Sukhothai è anche ottimo consiglio se si vuol organizzare una romantica cenetta a due dai sapori un po' estrosi. Da provare la Tom Kakai con pollo, latte di cocco e funghi, il Panaeng - curry rosso in latte di cocco con carne e foglie di lime - e, ovviamente, i Pad Thai.


Foto copertina di da Pixaby, in CC.
Se vuoi sempre essere aggiornato sui locali della tua città iscriviti gratis alla newsletter di 2night!

  • RISTORANTI E CIBI ETNICI
  • CENA
  • PRANZO

scritto da:

Elsa Ricucci

Ti racconto Roma come piace a me, con i suoi colori, i suoi sapori, la sua musica, i suoi tramonti e le sue mille albe. Roma è la mia città: mi piace viverla di giorno e di notte, in bici, in motorino, in autobus...ma sopratutto, di corsa!

POTREBBE INTERESSARTI:

​I ristoranti migliori dove farsi una scorpacciata di Tartufo Bianco d'Alba

Con i suoi 250 € all’etto di quest'anno si conferma la prelibatezza più costosa in tavola, ma bando alla tirchieria per una volta.

LEGGI.
×