Mago Balducci Firenze, buona cucina e aperitivi creativi in un bistrot alla francese

  • RECENSIONE
  • INFO
  • COMMENTI

Mago Balducci è il locale ideale per chi apprezza la buona cucina e l’aperitivo in un contesto rilassato e di charme. Forte di una solida tradizione familiare, è la soluzione perfetta per una pausa pranzo con piatti gustosi e la risposta giusta per il cocktail con gli amici. Particolarmente curata l’ambientazione così come la preparazione di piatti e drink è sempre impeccabile.

COSA SI MANGIA
- Mago Balducci propone un menu abbastanza classico dove non mancano mai alcuni piatti tipici: ad esempio la burrata che è un capolavoro a vedersi (l’impiattamento è decisamente scenografico) e soprattutto a mangiarsi.
- I primi variano abbastanza spesso: di solito la scelta spazia tra tre/quattro proposte. Si trovano in carta tartare e carpacci di tonno e di angus, taglieri di salumi e formaggi, tomini in forno con verdure e insalatone particolarmente ricche o in alternativa verdure grigliate. - Spesso, per chi ama la tradizione, si possono ordinare anche lampredotto e trippa.
- I dolci sono preparati dalla mamma del proprietario Andrea. Non cambiano praticamente mai per il semplice fatto che i clienti li chiedono sempre: torta al cioccolato, torta alle mele, tiramisù.

L’ORA DELL’APERITIVO
- La carta dei drink da Mago Balducci è veramente degna di un alchimista. Il barman si distingue per l’originalità dei drink e per la cura che mette nella loro presentazione, utilizzando frutta essiccata a guarnizione dei bicchieri.
- Di livello la carta dei gin che si è andata ad arricchire nel corso degli anni. Interessante la selezione di vini.
- Due volte a settimana dietro al bancone c’è un maestro liquorista che propone i suoi distillati per chi apprezza proposte particolari e mai banali.
- Nelle intenzioni dei proprietari c’è l’idea di organizzare delle serate a tema.
- Ad accompagnare le bevute, visto che da Mago Balducci non c’è una vera e propria cena, si può scegliere tra crostoni focacce taglieri di affettati e formaggi. 
 
UNA TRADIZIONE DI FAMIGLIA
- La famiglia Balducci aveva uno storico vinaio negli anni Settanta, all’angolo tra via dei Neri e via dei Benci. Costretti a lasciare il locale in Santa Croce, si trasferirono a Campo di Marte per proseguire l’attività. Quando il fratello del proprietario ha scelto di aprire un suo locale ed è subentrata la moglie Barbara, che di cognome fa Magonio, c’è stata l’intuizione geniale. Così il locale ha scelto di chiamarsi Mago Balducci.

UN INTERIOR DESIGN DA SOGNO
I due proprietari hanno un’autentica passione per l’arredamento e non è difficile crederlo. Quando si entra da Mago Balducci si rimane subito colpiti dallo stile innato del locale e dal gusto degli oggetti e dei mobili al suo interno.
- Le luci non solo creano la giusta atmosfera ma esaltano il fascino stesso del locale. A questo si aggiunge infine la selezione musicale, sofisticata e di qualità.

UN LOCALE PER FIORENTINI
- Affezionata la clientela, sia all'ora del pranzo che all'aperitivo. C'è chi viene per mangiare qualcosa dai vicini uffici, chi si concede un drink uscito dal lavoro. La domenica quando c'è la partita foccaccia dal Mago Balducci e poi tutti allo stadio a tifare Fiorentina.
- Un luogo dove fare sempre incontri interessanti, romantico a sufficienza per i suoi arredi di charme e l'atmosfera soffusa grazie a lampade e luci al led.
 
TUTTI IN PANCHINA
- Non avendo un dehors esterno, Mago Balducci ha optato per delle originali panche con tanto di cuscini per stare all’aperto a fumare comodamente o a sorseggiare un drink.

  • APERITIVI MEMORABILI
  • RISTORANTI ROMANTICI
  • APERITIVO

ALTRO SU 2NIGHT

×