Asporto con 10% di sconto in cassa o consegna a domicilio in tutta Giovinazzo fino alle 22 senza spese di consegna aggiuntive. Il menu è qui

Il 2020 del SoSo' è, come è sempre stato, ricco di buon cibo pugliese e buon vino. Due elementi semplici, ma che nascondono al loro interno sfide interessanti e grandi potenzialità. Un locale che non ha mai mollato e che non ha mai smesso di credere nei suoi clienti.

La cucina buona nasce dall'esperienza



Preparare e saper domare tutti segreti della cottura perfetta di pesce e carne, non è mai stato semplice. Ma nessuna paura ci pensa chef Romanazzi. Una figura professionale che ha alle spalle una lunga esperienza nel campo culinario; forte della sua conoscenza del territorio circostante è lui che dirige le cucine del Soso’. "La nostra terra ha tanto da offrirci ed è giusto valorizzarla con le giuste combinazioni" mi ha raccontato Giuseppe Romanazzi e, posso aggiungere, la sua firma è ben visibile. Una cucina basata su prodotti genuini e selezionati: in cucina tutto è concentrato sulla scelta delle migliori materie prime di esclusiva qualità, che hanno sempre in mente caratteristiche come purezza, stagionalità e attenzione verso l'economia locale. Ecco il segreto di una cucina originale che, in primis, deve far parlare di sè per i suoi ingredienti genuini. Niente di banale oppure di già visto: la cucina mediterranea made in SoSo' esplode in tutte le sue colorazioni e combinazioni speciali. Pezzi di ciccolato fuso vengono abbinati a tagli di carne pregiata, i gusti fruttati trovano nuova destinazione su basi non convenzionali. Ecco il riassunto di questo locale aperto a tutti, da eventi privati a momenti romantici a due. Due calici e fiumi di parole: ecco creato l'abbinamento (romantico) perfetto.

La wine experience

La wine experience è al centro della proposta di questa enoteca, e attorno a lei ruotano i migliori piatti, studiati a seconda delle stagioni. Ad affiancare i piatti genuini e ricercati di cui parlavamo sopra, una selezione di etichette locali, nazionali e internazionali con però tanta attenzione ai piccoli produttori, alle etichette con un buon rapporto qualità prezzo e ai sapori e ai profumi non banali. Per chi non ama il vino, la carta propone una selezione di birre fatta come si deve e una buona serie di cocktail (da quelli più tradizionali a quelli rivisitati in maniera creativa). Il lato beverage è curato da Sonia Bevilacqua, la compagna di vita e di avventure dello chef Romanazzi, e la barlady di questa eccezionale cambusa.

Il team e il team leader

Il team è giovane, creativo e con tanta voglia di tenere alto il nome della storia culinaria del Soso’.. A fare da cornice un’atmosfera sempre molto rilassata e distesa, libera da schemi particolari e sempre molto concentrata sulla sostanza: parola dello chef Giuseppe Romanazzi, anche proprietario del ristorante Romanazzi's di Giovinazzo.

La vibe e le onde del mare

Gli arredamenti di design continuano a regalare le giuste vibes eleganti e molto rilassanti. Metti una fredda giornata invernale, in cui dover combattere, a suon di calici, il freddo grigiore stagionale. Perchè rinunciare alla bellezza delle onde del mare d’inverno? 
 

  • RECENSIONE
  • ENOTECA
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×