I migliori bartender di Firenze, così la sera non sbagli un cocktail

Pubblicato il: 12 febbraio 2017

I migliori bartender di Firenze, così la sera non sbagli un cocktail

Dietro il successo di un locale ci sono loro: i bartender. Sono gli artisti della mixology. Io rimango sempre affascinata nel seguirne i gesti e le preparazioni dei drink. Un’abilità e una tecnica che sono un vero spettacolo. L’anno scorso hanno avuto la loro ribalta con la Florence Cocktail Week che sarà replicata dal 1 all’7 maggio in città. Ecco chi sono i bartender più cool del momento.

Il bartender di 007

Thomas Martini ha i cocktail nel sangue: ha ereditato la passione per la mixology dal padre. Bartender old style, è un punto di riferimento all'Harry's Bar. Ha servito il cocktail Martini, con Vermouth dry e gin a 007 in persona, o meglio a Roger Moore e per questo drink è stato premiato al World Martini Cocktail Review.

La barlady del Giglio

Rachele Giglioni, barlady marchigiana ormai fiorentina d'adozione, è la punta di diamante del Rivalta Cafè. Con Giglio ha vinto l'edizione 2013 del Martini Royale Contest. Con Marì, il cocktail che porta il nome della nonna, ha fatto parte della cocktail list di Bar Giornale per l'Expò 2015.

I bartender "pazzerelli"

Julian Biondi e Neri Fantechi provengono dall’esperienza del Florian Firenze. Alla fine del 2016 hanno deciso di aprire un cocktail bar in Oltrarno che rispecchiasse la loro personalità. E’ nato così Mad Souls&Spirits. Julian Biondi ha vinto la Florence cocktail week 2016.

Il bartender giramondo

Matteo Di Ienno, finito l’Istituto Alberghiero Buontalenti e dopo una prima esperienza nel bar di famiglia è volato a Londra e dopo una parentesi al Four Seasons, è partito per New York. Dopo un anno al Five Hertford Street, club esclusivo di Londra è tornato a Firenze dove ora è sul ponte di comando di Locale, in via delle Seggiole.  
Locale - via delle Seggiole, 12 - Firenze.

Il bartender del conte Camillo

Luca Picchi è un’istituzione a Firenze. Al bancone dello storico locale Rivoire propone il miglior Negroni della città. Picchi ha scritto un libro per Giunti sul cocktail ispirato dal conte Camillo. Se volete assaggiare il celebre drink sapete dove passare.

La signora di Gurdulù

Nativa di Frosinone ma fiorentina d'adozione, Sabrina Galloni è la signora di Gurdulù. Dopo aver lavorato al Costes e al Thao, è approdata in seguito al Rivalta e a Villa Cora. Nel 2012, ha partecipato ai campionati mondiali di Mixology di Oakland, in Nuova Zelanda.

Il bartender fusion

Robert Pavel ha creato cocktail ispirandosi alle suggestioni della cucina Nikkei, incontro tra Giappone e Perù, per la prima volta portata in città dal Fusion. Drink in cui ingredienti di tutto il mondo, spezie, lemongrass e fantasia sono la costante.

Il bartender old style

Christian Guitti ha da poco aperto a Firenze un nuovo locale, il Bitter Bar, che si ispira agli anni ’20. Cocktail creativi, musica d’epoca in sottofondo per finire la serata in compagnia, davanti a un buon drink.

Il bartender architetto

Christian Pampo, bartender del Winter Garden Bar, all’interno del St. Regis, nasce come architetto. Per ragioni di studio è arrivato a Firenze e si è avvicinato al mondo della mixology prima al Central Park, poi al Full Up e a Colle Bereto.

Il bartender del locale misterioso

Dietro il successo di Rasputin, locale speakesy “somewhere in Santo Spirito” c’è Daniele Cancellara. Un signore della mixology con esperienze importanti alle spalle e tanta voglia di stupire in un locale che gioca con il mistero per stupire.

Il bartender sceriffo

Luca Manni è approdato al bancone de La Ménagère con la sua stella da sceriffo appuntata alla giacca dopo una lunga gavetta: ha lavorato all'O’Cafe del Golden View, è stato socio del Sei Divino e all’Enoteca Falorni a Greve in Chianti. Ora il ritorno a Firenze per proporre drink stilosi nel locale più di tendenza in città.

(foto di copertina dalla pagina Facebook del Rivalta Cafè)
Iscriviti alla newsletter di 2night per essere aggiornato sulle novità nella tua città.

  • APERITIVO
  • DOPOCENA
  • BERE BENE

scritto da:

Raffaella Galamini

Sono nata a Viterbo ma Firenze con i suoi tramonti mi ha conquistato: da 15 anni abito in riva all’Arno. Qui scrivo, mangio, corro e scopro posti nuovi, non rigorosamente in quest’ordine. Il mio passatempo preferito è consigliare agli amici un ristorante da provare a cena o cosa fare nel week-end.

POTREBBE INTERESSARTI:

Le abitudini alimentari di GenZ e Millennials

Sushi e attenzione alla sostenibilità e provenienza dei prodotti. Ecco i dettagli dell'analisi condotta da Next Gen Lab e Beyond Research.

LEGGI.
×