​Il Tenax di Firenze compie 40 anni

Pubblicato il 30 settembre 2021 alle 14:28

​Il Tenax di Firenze compie 40 anni

Chi non conosce la serata Nobody's Perfect? Una delle più longeve e conosciute al mondo, fin dai suoi albori un punto di riferimento anche per il clubbing più trasgressivo.

Come scrivono in un comunicato malinconico, dalle 4:45 del mattino di domenica 1 marzo 2020 la storica discoteca fiorentina si ferma e ancora sta aspettando di sapere come potrà ripartire. Con lei tante altre realtà, più o meno famose, che toccano tutta la Penisola.
Il 1 ottobre il Tenax compie gli anni: un compleanno amaro, ma importante, 40 anni sono da sempre una tappa di grandi bilanci.


Non si è mai fermato – sottolineano - il ricordo di un glorioso passato, di uno stile, di un modo diverso di vivere la notte che oggi freme per potersi esprimere, per poter  rinascere e rifiorire. 

Ma non c'è solo quello. “Non ci sono soltanto 40 anni di storia della musica scolpiti su un muro. Non ci sono soltanto i ricordi dei concerti di Franco Battiato, Radiohead, Daft Punk, Ben Harper, Virgin Prunes, Talk Talk, Chemical Brothers, Grace Jones, Spandau Ballet, Visage, Bauhaus, Psychedelic Furs, New Order Sisters of Mercy, e le performance in consolle dei big dell'elettronica come Bob Sinclair, Carl Cox, Dimitri From Paris, Sven Vath, St Germain, The Chemical Brothers, Adam Beyer, Ricardo Villalobos, Nina Kravitz, Peggy Gou, Chris Liebing, Alex Neri, Marco Faraone, Francesco Farfa, solo per citarne una piccolissima parte”


E che dire del felice connubio con la moda? I party ufficiali di Pitti Uomo hanno fatto storia e visto i bei nomi del jet set internazionale in pista. Un the place to be imprescindibile. 


C'è - e ci sarà ancor, sottolineano - “l'energia e la passione di un gruppo di lavoratori che da 19 mesi attendono pazientemente di sapere quando, come e se il Tenax e tutte le altre discoteche d'Italia potranno riaprire i battenti. Lavoratori che, certamente, si rallegrano per la decisione del governo di portare le capienze dei cinema, dei teatri e degli stadi all''80%, ma che ancora non hanno capito quando sarà il loro turno”

Nel frattempo, tanti auguri Tenax!


Foto da ufficio stampa Lorenzo Migno 

  • NOTIZIE

scritto da:

Teresa De Micheli

Firenze, mia croce e delizia. Ti amo e ti odio, ti lascio ma alla fine solo da te torno sempre. Mamma di Londra e papà di Palermo, a Firenze i miei geni "fusion e un pazzarelli" ha trovato il giusto ambiente in cui esprimersi. Tra tradizione ed ultime tendenze, una città da vivere sempre.

POTREBBE INTERESSARTI:

Autochtona Award ha premiato i migliori vini autoctoni d’Italia

Sono 14 i riconoscimenti assegnati.

LEGGI.
×