Non toccateci il pranzo della domenica. In Veneto, nei suoi borghi più spettacolari: ecco dove

Pubblicato il: 21 maggio

Non toccateci il pranzo della domenica. In Veneto, nei suoi borghi più spettacolari: ecco dove

Dite un po' quello che vi pare. Che sarebbe bellissimo avere il teletrasporto e immergersi nel mare limpido della Sardegna, mangiare un cannolo a Palermo e fare un bagno di sole al Parco di Villa Ada in compagnia di un supplì, a Roma, on demand. Ma vogliamo mettere l'emozione di prepararci armi e bagagli, passeggini, scarpe di ricambio, borracce d'acqua e un sacco di altre cose inutili per godersi il pranzo della domenica, e la successiva gita, nei borghi più spettacolari del Veneto? Una tradizione che si tramanda di generazione in generazione a cui non possiamo rinunciare, soprattutto in primavera.

Dunque, ti invito a disdire il pranzo domenicale dai nonni e di imporgli le sneakers per la prossima domenica: nonni, zii, cugini, amici, si parte per il pranzo della domenica nei borghi più belli, a un passo da casa. Partiamo da Feltre e arriviamo a Montagnana.

Tradizione e sorprese, con ottimo vino

Le caratteristiche dell'osteria ci sono tutte: tante etichette di vino, soprattutto locali, arredo rustico e piatti della tradizione come la lingua salmistrata (ormai una vera rarità) e il baccalà alla vicentina. Ma i tocchi originali, da Crashnon mancano: ci sono le lasagne al forno con le melanzane, buone anche per i vegetariani e la panna cotta ai marroni, quando la stagione è quella giusta. Anche opzioni senza glutine, per accontentare tutti.

Tutti dall'oste Franco

Porchetta a Manetta è praticamente una tappa obbligatoria. Pranzare all'aperto sotto gli alberi con un tagliere di affettati misti (porchetta, soppressa, mortadella) e formaggi con marmellate, tra cui il Bastardo del Grappa, regala molte emozioni. In abbinamento pane artigianale e, se si decide di tornare per l'aperitivo, scatta l'ora del panino con la porchetta. Nove volte su dieci, si ritorna.

Sotto l'orologio, pizze e cantina da re

Ma non solo, la cucina di Alla Torre di Castelfranco è stagionale e riesce ad un unire moltissime proposte di qualità: dai fiori di zucca farciti con acciuga e mozzarella alla tagliata di tonno rosso, passando per tagliatelle nere di capesante e asparagi. E poi i dessert fatti in casa come le crêpes al Grand Marnier. Ma le pizze? Da provare la arrotolata, vera specialità della casa. Senza dimenticare la storia: siamo proprio sulle mura medioevali di Castelfranco.

Trendy, chic senza dimenticare la materia prima

Non il solito pranzo domenicale rustico, ma un appuntamento con il gusto (dove oltretutto potresti scattare le foto food meglio riuscite della tua vita). Perché Herb è un locale super trendy e curato, dove la cucina mantiene il primo posto: pizze davvero speciali; primi piaitti come gli Gnocchetti verdi all’ortica su carpaccetto di bresaola aromatizzata all’olio essenziale di limone, pepe nero e mandorle tostate; burger e insalate healthy. Opzioni per vegani dall'antipasto al dolce.

La genuinità ai piedi della Rocca dei Tempesta

Da Ca' Matta si mangia dentro una casa in pietra, ai piedi della Rocca dei Tempesta. La cucina pesca e propone il meglio delle proposte di stagione tra mare, terra e orto con una cantina ben fornita, pensata per accompagnare i piatti. Lo studio dietro le quinte è minuzioso: accostamenti, porzioni e presentazione sono curate nel dettaglio. Per un pranzo della domenica tanto semplice quando gourmet.

Casalinga, casereccia, golosa

La trattoria - bigoleria Alla Rocca è il classico posto dove sentirsi a casa, immersi nell'atmosfera rustica della taverne di una volta. La specialità sono i "bigoi" con un'infinita scelta di sughi: sono circa 50, tutti molto appetitosi. Nota di merito per le porzioni abbondanti e l'ottimo rapporto qualità-prezzo. Qui si viene per fare la proverbiale "mangiata" e difficilmente si resta delusi.

Sapo.Re internazionale e cucina sana

Uno chef con preparazione internazionale appassionato di cucina sana che sa esaltare i sapori di terra, di mare e le eccellenze degli orti nostrani. Appena fuori dalle mura di Montagnana, Bastia Granda ospita il servizio di ristorazione Sapo.Re dello chef Nicola Ricoldo che non tralascia le incursioni nell'universo del gluten-free.

Per restare sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter gratuita di 2night!

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI
  • PRANZO

scritto da:

Martina Tallon

Amo mangiare ma sono sempre a dieta, non riesco mai a stare ferma anche se alla guida sono un pericolo, adoro andare per locali però sono un po' tirchia. Le contraddizioni sono il mio pane quotidiano: mai prendersi troppo sul serio.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Ristorante Pizzeria Alla Torre

    Piazza Xxiv Maggio, Castelfranco Veneto (TV)

  • Herb

    Via Porte Bassanesi 3, Cittadella (PD)

  • Porchetta a Manetta

    Via Dante 4, Asolo (TV)

  • Bastia Granda

    Via San Zeno 100, Montagnana (PD)

  • Osteria Crash

    Via Paradiso 46, Feltre (BL)

  • Ca' Matta

    Via Ca' Matta 15, Noale (VE)

  • Bigoleria Alla Rocca

    Corso Vittorio Emanuele 155, Soave (VR)

POTREBBE INTERESSARTI:

Ci sono le Sere FAI d'Estate in 24 beni in tutta Italia

Fino al 1° settembre le meraviglie italiane nella loro veste notturna, a lume di candela.

LEGGI.
×