Padova è sempre sul pezzo: 10 nuove aperture che dovresti conoscere

Pubblicato il 24 maggio 2022

Padova è sempre sul pezzo: 10 nuove aperture che dovresti conoscere

Il sole è ormai alto in cielo, l’aria si riscalda ma la sera è ancora bella frizzante e la voglia di uscire è ormai incontenibile. Dove andare allora?
Io proverei una di queste nuovissime aperture della città, no?

A Selvazzano Dentro

Un cocktail bar ma anche un ristorante “healthy”? No, non scherzo, oggi è realtà. Siamo da Laif Healthy Club, un nuovo locale fuori dal centro città con una nuovissima e irriverente idea progettuale: mangiare e bere di gusto, senza dimenticarsi ciò che fa bene ad anima e corpo. Qui una valida e ampia proposta food con tante alterative anche per tutti i regimi alimentari: dalla “fake meat” passando per l’intramontabile avocado toast con salmone, bastonicini di legumi o polpette che – assicurano – “sono come quelle della nonna”. Tutt’attorno poi, un localino dinamico e gioioso arredato in stile urban jungle, con tante serate a tema organizzate.
Laif Healthy Club, Via Sant’Antonio 2, Selvazzano Dentro (PD) – Tel. 0490972915

In Via Roma

C’è una nuova bellissima ed elegante caffetteria nel centro città! Siamo da Caffè V, un po’ caffè, un po’ bistrò, un po’ cocktail bar: insomma, scegli cosa ti piace e ordinalo, qui lo trovi sicuro. A giudicare poi dai tanti posti a sedere (sia interni che esterni) sempre affollatissimi, ai padovani piace questa novità, e si vede. Possibilità anche di farsi un pranzo di lavoro e non solo; cosa ordinare? Hummus di rapa rossa, dressing allo yogurt e cracker al sesamo.
Caffè V, Via Roma 66, Padova – Tel. 0492131981

In Piazza Cavour

Finalmente l’attesa è terminata. Possiamo dirlo “finalmente” vero? Perché l’acquolina è stata tanto e la voglia di addentare nuovamente un paninazzo col polpo fritto di Pescaria, me la portavo appresso dall’ultima vacanza pugliese. Oggi invece fare i chilometri non servirà più, anche se spesso – soprattutto nel weekend – la fila qui qualche metro buono la fa. Dal crudo alle tante tartare, dalla frittura passando per le insalate beh, tutto buonissimo ma i panini? Inarrivabili.
Pescaria, Piazza Cavour 22, Padova – Tel. 0452210742

A Casalserugo

“Dalla natura al calice”, si racconta così la nuova enoteca con cucina di Casalserugo, aperta di recente e pronta a rivoluzionare i nostri momenti preferiti: quelli in compagnia. I ragazzi che vi stanno dietro sono giovani, sanno il fatto loro e il localino che hanno messo in piedi è veramente una chicca di buon gusto, semplicità e storia. Di cosa? Di vino, di radici lontane, di fatiche e passioni; ma soprattutto di momenti da festeggiare o perché no, da dimenticare. Tra calice e bottiglia la scelta è infinita (con anche qualche cocktail classico), mentre il menù è contenuto ma raffinato e ha piatti che cambiano settimanalmente.
Oeno, Via Salvo D’Acquisto 1, Casalserugo (PD) – Tel. 3515097207

Ad Albignasego

Di questo nuovo locale ancora si sa gran poco, se non che aprirà ufficialmente la serranda giovedì 19 maggio e lo farà in grande stile. Siamo in pieno centro ad Albignasego e questo è Boma77. Un elegante wine bar con cucina che ritiene che “la strada per la felicità, comici sempre con un buon bicchiere di vino”. Che dire? I buoni presupposti ci sono tutti.
Boma77, Via Roma 264, Albignasego (PD)

In Via Carini

Nuova scommessa per la già rodata “famiglia Bamboo” che in una partita che è poi la vita, sceglie di raddoppiare e continuare a giocare. Si chiama Osteria Dei Semplici, di lei si sa poco se non che è costata un durissimo lavoro e tanta attenzione e che, stando alle foto che girano sui social, è pure bellissima, elegante ma non banale. La locazione è due civici dalla casa madre Bamboo ma il progetto è totalmente diverso. Aperto sia a pranzo che a cena.
Osteria Dei Semplici, Via Carini 1, Padova – Tel. 3888677884

In Prato della Valle

Cenare con vista Prato della Valle? Oggi è finalmente possibile, grazie ad un gruppo di giovani con le idee chiare sul futuro, ma soprattutto sul presente. Siamo da Ex Foro, il nuovo ristorante ma anche cocktail bar e locale per eventi, che con due terrazze panoramiche ed un ampio spazio interno (circa 140 i posti a sedere) promette di essere il nuovo punto di ritrovo per la bella stagione che inizia. Per il momento, aperti solo dopo le 18.00
Ex Foro, Piazza Rabin 10, Padova – Tel. 3408206428

In Galleria Tito Livio

Un locale poliedrico che, aperto dalle 7.30 alle 02.00 letteralmente tutti i giorni, regala gioie! Siamo da Pecora Nera, in Galleria Tito Livio, centro nevralgico per tantissimi studenti che giorno dopo giorno devono trovare una risposta per la tanto agognata domanda che suona circa così: “ma chi me l’ha fatto fare?” La risposta non la ho, ovviamente, ma so che da Pecora Nera ci si potrà dimenticare di essersela posta. Qui infatti che sia una ricca colazione, un pranzo gustoso o un sonoro aperitivo stare bene è l’unico presupposto.
Pecora Nera, Galleria Tito Livio 3, Padova – Tel. 3341955198

Zona Via Venezia

C’è un nuovo ristorante libanese in città, si chiama Habibi, è bello, è buono, è li che ti aspetta! Il locale è elegante e raffinato, così come i suoi piatti e le stesse presentazioni: un gusto per occhi e palato, e anche la possibilità di provare magari qualcosa di nuovo, che non fa mai male. Dalle insalate tradizionali agli antipasti freddi di hummus, mohammara o moutbal, passiando per quelli caldi come il cavolfiore fritto fino a sua maestà le grigliate e i panini; entrambi un tripudio di sapori, colori e spezie.
Habibi, Via Longhin 81, Padova – Tel. 3756660432

In Via Barbargio

Anche Uva, il bistort con vini naturali sito in Piazza dei Signori si è sdoppiato. Siamo in Via Barbarigo ma di cosa si troverà fra queste mura ancora si sa molto poco, se non ovviamente che ci sarà del vino, molto vino, da poter acquistare. Non sembra essere prevista la possibilià di mescita ma oh, il primo che passa ci avvisi eh!
Uva, Via Barbarigo 11, Padova
 
 
Foto interne reperite nelle rispettive pagine social dei locali.
Foto di copertina di Pescaria.
 

  • NUOVE APERTURE

scritto da:

Anna Iraci

Nata a Padova qualche anno fa, appassionata di film gialli e pizza diavola, meglio se assieme. Giocatrice di pallavolo nel tempo libero e, nel restante, campionessa di pisolini. Saltuariamente (anche) studentessa. Da grande voglio scrivere, ma siccome essere grande è una rottura, intanto bevo Gin&Tonic. Con il Tanqueray però.

POTREBBE INTERESSARTI:

Quando gli alberi diventano ambrati: 10 posti dove ammirare il foliage d'autunno in Italia

In autunno gli alberi si tingono di colori incredibili. Non serve andare a Central Park per un wow effect assicurato.

LEGGI.
×