Tutti ai blocchi di partenza, scatena il grill per Pasquetta (anche a casa)

Pubblicato il: 10 aprile 2020

Tutti ai blocchi di partenza, scatena il grill per Pasquetta (anche a casa)

Le 10 regole d'oro della grigliata perfetta, in terrazza o giardino.

La grigliata, un grande classico della Pasquetta, quest’anno sarebbe stata perfetta anche meteorologicamente parlando. Segue sospiro profondo. La festa, e la mangiata, non me la faccio rovinare nemmeno dal Covid19. La grigliata si farà, così è deciso! In giardino o in terrazza, per pochi intimi, ma buoni. E alla fine è questo che conta. Ho così scoperto che secondo un sondaggio commissionato da Polli Cooking Lab, l’osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana, il 79% degli esperti ha decretato che la grigliata all'italiana sta subendo dei cambiamenti e qualche innovazione. Si parte dalle tecniche di cottura: non solo griglie roventi, ma anche cotture al cartoccio e affumicatura, più gentili e più contemporanee. L'altra tendenza della stagione è proporre la carne con la verdura e la frutta fresca, e condire con pochissimi grassi. Ho elencato le 10 regole per preparare una grigliata perfetta, e pure alla moda. 

1) Sperimentare

Se da piccino il giovane Dexter con il suo laboratorio di chimica era il tuo idolo, ora potrai provare la sua stessa soddisfazione... Davanti ai fornelli. Osa con gli abbinamenti, sperimenta nuove cotture. E se va male, a chi ti sta davanti potrai sempre rivolgere un sorriso e dire: "Beh, almeno io c'ho provato". 

2) Scegliere con cura la carne 

Sempre perfetti sono gli spiedini a base di bacon, guanciale, carne di spalla, salsiccia e verdure, che si preparano in 15 minuti. Volendo il capocollo, facile da preparare: al macellaio vanno chieste fette spesse 1 cm, poi bisogna lasciarle marinare per 24 ore, infine cuocerle lentamente sulla brace a 50°C circa. Lo stesso vale per le costine, un must delle grigliate primaverili.

3) Cottura lenta

Ci sono tantissimi modi per cucinare la carne. E allora avanti: fa sì che affumicatura e cartoccio abbiano la meglio. La carne non verrà a contatto con la brace restando più leggera: potrai stupire i tuoi ospiti senza appesantirli. E se di griglia si tratta, come da tradizione, che almeno i tempi siano lenti. Una leggera patina bianca ci dice che il carbone è pronto a rendere al massimo. Bisogna anche calcolare bene la temperatura a cui cuocerai le pietanze per non esagerare preparando una brace eccessiva oppure troppo scarsa.

4) Marinare

La carne per essere buona deve essere marinata: così diceva la mia mamma. Peccato però che la minestra poi fosse sempre la stessa: rosmarino e sale. Prova invece a lasciar che il pollo marini per qualche ora nel succo di limone con un po' di pepe: risultato garantito. E poi la birra. Perché la birra non è solo l’accompagnamento perfetto per il tuo BBQ, la marinatura alla birra infatti renderà le carni ancora più morbide e gustose.

5) I condimenti  

I condimenti sono il vero segreto di una buona griglia: utilizza le erbe aromatiche‚ i sali e le spezie per dare carattere e un tocco personale ai piatti. Prepara poi una marinatura composta da una base grassa (olio) una acida (limone‚ aceto) e aromi (spezie‚ sali‚ erbe) per rendere le carni più gustose‚ specialmente quelle bianche e i pesci‚ ed evitare che diventino troppo asciutte in cottura.

6) Veggie time

Taglia cipollotti, zucchine, melanzane, carote e peperoni, quindi lascia marinare il tutto, dalla sera prima, in olio extravergine d’oliva, pepe e succo di limone. Inoltre, le verdure vanno cotte dopo la carne, quando il calore sarà meno intenso.

7) Frutta pairing

Ecco, anche tu sei convinto che la frutta vada mangiata solo a fine pasto. Ti svelo un segreto: le arance sono buonissime con il vitello, e non solo: secondo il sondaggio di Polli Cooking Lab tra la frutta più grigliata ci sono ananas, limoni, pompelmi e banane.

8) E gli antipasti?

Affettati, salumi, formaggi, sottolio e sottaceti: questi sono il vero must e proprio non posso contraddirti. A mio avviso, se ad una grigliata non mi fanno trovare le cipolline neanche vado.

9) Al dolce chi ci pensa?

Io porto me stessa, credo che basti. Ma il grigliatore impavido può azzardare una grigliata dolce con frutta e cannella. E se invece hai notato che i commensali già vogliono tappare le ali alla tua creatività (N.B. Ricorda il #1) non ti preoccupare: tutti amano il tiramisù. 

10) Leggerezza

Una mia amica una volta mi ha detto: "io non mangio una cosa se non ha calorie, mi accerto prima che ne abbia"! Sono morta dal ridere, è chiaro. Però attenti ragazzi ché la salute è una sola: meno pancetta e più verdura, vedrai che il pranzo ti lascerà comunque soddisfatto.

11...) Il video epico per immedesimarsi 



Photo by Evan Wise e Mike Fox on Unsplash. Video di BBQ4All 

  • RICETTE
  • MAGAZINE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

×