Se credi di averle assaggiate tutte, ti stupisco io: carni particolari a Roma e dove sbranarle

Pubblicato il: 29 settembre 2019

Se credi di averle assaggiate tutte, ti stupisco io: carni particolari a Roma e dove sbranarle

Dal daino alla zebra

Che vegetariani e vegani si mettano il cuore in pace, perché Roma è una città che ama e amerà sempre profondamente la carne, cucinata e preparata in ogni modo possibile. Ai romani piace proprio tanto mangiare bistecche e filetti. Però ci sono quelle volte che la solita fiorentina o il filetto al pepe verde ti stufa e avresti voglia di provare qualcosa di veramente particolare e di diverso. E dove si possono trovare a Roma delle carni particolari? Per carità, niente di eccessivamente esotico e strano, ma qualche qualità rara di carne anche a Roma la si può assaggiare, l’importante è sapere dove. 'O famo strano? E famolo!

Per il burger di zebra

Stai tranquillo, niente di illegale e di frodo, perché la carne di zebra oggi è un alimento diffuso in tutto il mondo, con allevamenti certificati e di eccellenza. Certo, non è esattamente una qualità di carne facile da trovare in un menu di un ristorante. Il sapore, molto dolce, ricorda quello della carne di cavallo per intenderci, ma molto più saporito. A Roma puoi assaggiare un golosissimo burger di zebra a Prati da Beef Bazaar, certamente tra le steakhouse più grandi e rinomate della Capitale.
Beef Bazaar, via Germanico, 136 Roma – Tel: 0669402150

Per la bistecca di bisonte

Ebbene sì, anche a Roma si può degustare una succulenta bistecca di bisonte americano. Per carità, il bisonte è e rimane una specie protetta, ma negli USA qualcuno ha cominciato ad allevarlo, a macellarlo e ad esportarlo. Per quanto possa sembrare all’apparenza il contrario, la carne di bisonte è particolare, molto più magra e tenera di quella di mucca, tiene la cottura in maniera impeccabile ed ha un sapore delicatissimo. A La Pampa in zona Collatina la bistecca di bisonte è decisamente una delle specialità della casa e il taglio e la quantità si scelgono direttamente al bancone, prima di cuocerla.
La Pampa, via Collatina Vecchia, 127 Roma - Tel: 0622755107

Per il manzo di Kobe

Rarissima e talmente pregiata da essere unanimemente considerata la carne più buona (e costosa) del mondo. La razza di manzo Kobe giapponese, però, non è più ormai così introvabile. Anzi, ormai la si può scegliere tranquillamente nel menu di Kilo Restaurant, una delle più prestigiose steakhouse di Roma in zona Parioli. In effetti una carne così tenera, ben strutturata e saporita non mi era mai capitato di assaggiarla prima, e direi che la sua fama è decisamente giustificata, così come il suo prezzo. Attenti però a non confonderla con il Wagyu italiano, ben più comune.
Kilo Restaurant, via Tirso, 30 Roma - Tel: 0664781752

Per la mucca pelosa scozzese 

La carne della razza rara Aberdeen scozzese contiene nei suoi grassi una quantità enorme di Omega3, il famoso colesterolo buono, che aiuta a pulire le arterie e a mantenere in salute il cuore. Ma la Aberdeen non fa soltanto bene alla salute, è pur sempre una delle migliori e particolari carni al mondo. A Roma la ciccia di questa buffa muccona pelosa la puoi degustare in una simpatica bisteccheria del TuscolanoI Carnivori, e avrai modo di scegliere anche qui il pezzo ed il taglio che desideri.
I Carnivori, via Tuscolana, 384 Roma - Tel: 0678393058

Per le costine di cervo 

Nel cuore di Trastevere, a due passi da piazza Trilussa, centro della movida del quartiere, c’è il Ciak, una piccola osteria a gestione familiare che, oltre a proporre i grandi classici della cucina tradizionale romanesca, è specializzata nel preparare la carne alla brace, in particolare la cacciagione: capriolo e cervo. E sono proprio le costine di cervo alla brace, a mio parere, il piatto forte del locale. Il cervo, si sa, è tra le carni più saporite che ci sono in natura e non è facile cucinarla bene senza renderla pesante ed indigesta. Loro non solo la preparano bene, ma riescono ad esaltarla appieno.
Il Ciak, vicolo de' Cinque, 21 Roma - Tel: 065894774

Per le fettuccine al ragù di daino

Chi è appassionato della leggenda di Robin Hood ben ricorderà come il fuorilegge più famoso d’Inghilterra fosse abile a cacciare con l’arco i daini reali nella foresta di Sherwood. Animale da sempre legato alla nobiltà e alla regalità, oggi il daino è considerato anche un’eccellenza nel mondo dell’alta cucina. A Roma ti consiglio di provare le fettuccine al ragù di daino che propone in menu Brado, un risto-pub nel cuore del quartiere Tuscolano specializzato in birre artigianali d’eccellenza ed in piatti di cacciagione.
Brado, viale Amelia, 42 Roma – Tel: 3755140851

Foto di copertina dalla pagina Facebook di Kilo Restaurant

 

  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Lorenzo Coletta

Romano, giornalista, dopo una prima esperienza di giornalismo radiofonico con l'agenzia Econews, ha cominciato ad appassionarsi al grande mondo dell'enogastronomia. Ha contribuito nel 2014 alla redazione della Guida dei Ristoranti di Roma di Puntarella Rossa edita da Newton Compton.

POTREBBE INTERESSARTI:

Cortina da mattina a notte inoltrata: colazione da Lovat e quattro salti al Vip non si negano a nessuno

Perché la perla delle Dolomiti, in alta stagione, non dorme mai.

LEGGI.
×