​Ernst Knam apre due nuove pasticcerie a Milano, ma questa volta protagonista è la moglie

Pubblicato il 29 settembre 2021 alle 15:47

​Ernst Knam apre due nuove pasticcerie a Milano, ma questa volta protagonista è la moglie

Saranno, infatti, a firma Frau Knam dal nome del seguitissimo profilo della moglie, grande appassionata e esperta di pasticceria. Uno interamente dedicato ai celiaci.

Un articolo di Repubblica, che annuncia le nuove aperture del cioccolatiere più bravo (e famoso) di Milano, battezza via Anfossi come via Knam; quanto mai vero, c’è da farci un pensiero se, entro Natale 2021, i negozi a marchio Knam saranno ben tre. 

La storica pasticceria e cioccolateria e ora anche il primo negozio al civico 19 a marchio Frau Knam, ovvero, la consorte di Ernst Knam, Alessandra Mion. Di cosa si tratta?

Come spiega La Repubblica: "Lo abbiamo pensato insieme, a me piace da sempre quello che fa Ernst e spesso ho delle idee nuove. Mi piace stare in cucina, durante il lockdown ho provato a mettere letteralmente le mani in pasta, a semplificare le ricette dei dolci a favore di chi stava a casa e non aveva strumenti specifici, e ho avuto un successo enorme. E così...".

Un nuovo locale che si differenzia da quello di fronte nelle proposte. Alessandra Mion in particolare ha una passione per la crema e la pasta dei bigné che infatti saranno presenti nel suo Frau Knam. Si troveranno in vendita anche confetture, miele e cioccolatini in ben 25 diversi tipi di gusti. 


Entro Natale poi, si triplica: in arrivo anche un terzo negozio, sempre di Frau Knam, interamente dedicato a prodotti senza gultine

L'articolo di Repubblica.

Foto dalla pagina Facebook di Ernst Knam

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

Ecco i migliori vini d'Italia: quelli che valgono Tre Bicchieri!

Secondo la Guida del Gambero Rosso i vini che meritano il massimo riconoscimento sono 476. I produttori hanno saputo recuperare il terreno dei mesi perduti, hanno passato più di un anno a curare vigneti e ad aggiornare cantine, e i risultati di questo lavoro sono evidenti, spiega la guida.

LEGGI.
×