Quando a Firenze e dintorni il gluten free incontra l'etnico

Pubblicato il: 30 settembre 2019

Quando a Firenze e dintorni il gluten free incontra l'etnico

Per i celiaci la vita è cambiata: tanti ristoranti e pizzerie offrono menu gluten free - anche se non tutti sono certificati dall'Associazione Italiana Celiachia - per consentire a chi è intollerante di sedere a tavola senza problemi con i propri amici. E i ristoranti etnici non fanno eccezione: basta avvisare il personale di sala e lo chef ti viene immediatamente incontro. Qui alcune proposte garantite gluten free dal gusto esotico.

Quello indiano


Uno dei ristoranti indiani storici di Firenze, Haveli, ha appena rinnovato i suoi interni e la sua presenza online. Dal Punjab alla Toscana passando da Porta al Prato, il ristorante è curato dallo chef Jyoti Singh dell’associazione cuochi fiorentini e affermato sommelier. Nel ristorante Haveli, i celiaci possono mangiare gli antipasti che sono fritti in pastella di ceci, pane di riso o mais, il riso basmati che accompagna i piatti di pollo e montone, il pesce al forno con contorno di salse e verdure cotte. Nessun tipo di farina è usata per cucinare carne e verdure.
Haveli, viale Rosselli Fratelli 31-33 R, Firenze. 055 355695

Quello giapponese


Il ristorante tosco-giapponese Biancorosso rispetta le intolleranze e propone un menu senza glutine. I piatti proposti sono sia quelli giapponesi doc sia quelli toscani, apprezzati anche dai giapponesi residenti o di passaggio a Firenze. Nel menu sono spesso presenti cosce di pollo Teriyaki, fegato alla giapponese (con riso basmati) e involtini primavera accanto ai grandi classici toscani. Se siete celiaci, fatelo presente al personale che consiglierà le pietanze più adatte perché tutti possano godere del pranzo o della cena.
Biancorosso, via Maurizio Bufalini, 9 R, Firenze. 055 218956

Quello marocchino


Un ristorante dai colori estivi, il ristorante marocchino Cherlot offre numerosi piatti gluten free partendo dagli antipasti tipici a base di verdure fresche, legumi, patate e a base di pesce e di carne. Lo stesso può dirsi per le specialità tipiche marocchine, presentate nei caratteristici Tajine: il pollo con olive e patate, l'agnello con prugne e mandorle, il coniglio con albicocche. Il tutto è servito in una rilassante atmosfera araba, caratterizzata da un servizio attento e gentile, che val bene il viaggio fino a Fiesole.
Cherlot, via Faentina, 1, Fiesole (FI). 055 5978498

Quello vietnamita


Aperto da poco, Com Saigon offre la cucina vietnamita autentica, con unica variante dettata dalla mancanza di determinati ingredienti a Firenze. La cucina vietnamita è basata sui principi dello Yin e dello Yang che impone di ricercare in ogni piatto il contraltare ‘freddo’ di ogni ingrediente ‘caldo’. I celiaci potranno degustare il Phō, una zuppa che ė quasi un piatto unico a base di brodo di carne e oltre 20 ingredienti tra verdure e spezie, spaghetti di riso e carpaccio di manzo a pezzettini, germogli di soia, cipolle e basilico.
Com Saigon, via dell'Agnolo, 93 R, Firenze. 055 2638648

Quello armeno


Quando la cucina è a base di carne e verdure, i celiaci possono andare sul sicuro. E' ciò che accade al ristorante Ararat, dove i piatti arrivano dalle tradizioni più antiche del Caucaso: la cucina armena, magra e leggera seppur ricchissima di piatti di carne, si completa con quella georgiana basata sull’utilizzo delle verdure. Qualche esempio? Gli spiedini di carne macinata, pollo o maiale speziati e marinati uniti al tabbouleh, all'insalata yelak (con spinaci freschi) o a quella caucasica (pomodori, cetrioli e cipolla con salsa d'aglio e noci).
Ararat, borgo la Croce, 32 R, Firenze. 375 5721739

Quello fusion


Non strettamente etnico ma fusion, il ristorante Quinoa è un punto di riferimento immancabile per i celiaci a Firenze, con cucina al 100% senza glutine garantito da AIC (Associazione Italiana Celiachia). Il menu unisce la tradizione italiana alla cucina orientale proponendo sapori variegati in grado di accontentare tutti i palati con un tocco gourmet. Qualche esempio? Il ‘Babaganoush’ – hummus di melanzane – con pinzimonio di verdure o il Pad Thai con verdure, pak choi, arachidi, lime e salsa tamari o ancora le frittelle di melanzane con insalata di cuore di bue e salsa tzatziki.
Quinoa, vicolo di Santa Maria Maggiore, 1, Firenze.  055 290876

Foto di copertina di Lior Shapira da Unsplash (CC)

  • RISTORANTI E CIBI ETNICI

scritto da:

Laura De Benedetto

La sua comfort zone è il moto perpetuo. Lavora in luoghi dinamici a progetti innovativi con gente sorprendente. Il suo core business? Creare relazioni e sinergie tra le persone. Amava Milano e, adesso, ama Firenze, città natale di suo figlio. Negata in cucina, apprezza chef e locali emergenti.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Vin brulé, brezel e frittelle di mele come non ci fosse un domani: i mercatini di Natale più belli (e famosi) d'Europa

Quello che entusiasma di più dei mercatini di Natale è il cibo, che siate in mood natalizio o di umore nero, poco importa.

LEGGI.
×