Un noto locale di San Niccolò si è rifatto il look e ha una nuova drink list da veri viaggiatori

Pubblicato il 11 marzo 2024

Un noto locale di San Niccolò si è rifatto il look e ha una nuova drink list da veri viaggiatori

Un “rifrullo” di sapori, culture e persone, che ridefinisce la sua identità di bar di quartiere in una visione di social hub cosmopolita, fondendo architettura storica e influenze contemporanee internazionali, tapas esotiche e taglieri toscani, tra luci soffuse e note jazz-rap in vinile. Caffetteria-brunch, bistrot, cocktail bar: Rifrullo di Filippo Moretti è tornato in grande stile, nel cuore di San Niccolò a Firenze, a calamitare le stupite attenzioni di fiorentini, expat e turisti, nessuno escluso.


La profonda ristrutturazione degli ultimi mesi ci ha regalato una location che lascia a bocca aperta, il posto che mancava. A partire dall'attento design, curato dal designer Davide Franchi e mirato a connettere architettura del passato e influenze contemporanee internazionali.


La sala comune balla fra uno stile anni '70 e rimandi newyorkesi, fra storia del luogo (soffitto, pietra con nicchia e arco a mattoni) ed elementi di novità, anche nei pavimenti. Il cuore è il camino con salotti retro, affiancata dall'area bistrot e, in fondo, da un tavolo comune che ospita fino a 12 persone. Nella sala adiacente, un lungo tavolo di cinque metri adatto anche a eventi privati. 


La zona bar si trova invece all'angolo fra via di San Niccolò e via di san Miniato, snodo per chi va e torna dal piazzale Michelangelo. Ha quattro finestre, tavolini tondi e un bancone ancora più importante, con una imponente bottigliera che cambia volto durante la giornata, grazie a una porta scorrevole che, di sera, va a nascondere elementi legati al brunch come il macinino o lo spremiagrumi.


Nel quartiere degli artisti e dei pensatori creativi, la giornata a Rifrullo inizia presto e alle 9.30 scatta l'ora del brunch fra Avocado toast e Pokè, Tagliatelle al ragù e taglieri, piccola pasticceria, soft drink e naturalmente caffè. Senza dimenticare i vini, con una scelta che, dalle bollicine ai rossi passando per bianchi e rosè, parte dall'Italia per spingersi in Francia, Germania, Ungheria. 


Originale, sfiziosa e appagante: si presenta così l'esperienza del bistrot, un'esperienza culinaria all’insegna della condivisione con una vasta selezione di tapas internazionali e specialità toscane. Suggestioni fusion anche per la proposta food (che ritroviamo poi al cocktail bar), soprattutto per le tapas che spaziano dai Gyoza toscani ai Samosa indiani, dalle Empanadas alle goduriose Croquetas de Jamon. Poi ci sono i taglieri per tutti i gusti, i mini hamburger, la pizza alla pala.


A Rifrullo ogni cocktail d’autore è una rivisitazione creativa di sapori, che trasporta le papille gustative in giro per il mondo. Nella drinklist del cocktail bar ci sono la selezione di spritz, gli specialties (Cleopatra, Aperol Negroni, Basil Smack fra gli altri), i mocktails, i classici, e poi vini, birre e distillati. Simpatico e ricercato il Passport to drink, ovvero otto cocktail per otto grandi città, a base di elementi caratteristici dei Paesi in questione. 


Aperto sette giorni su sette, dalle 7.30 di mattina all'una di notte, Rifrullo mantiene la sua identità forte in ogni momento della giornata. Un'identità che passa anche dall'atmosfera disegnata dalle luci soffuse e dalla musica, con playlist che fondono ritmo, relax e convivialità e avvolgenti dj-set su vinile di venerdì e sabato. E quando le temperature lo permettono, non si può fare a meno di godersi anche il sofisticato e accogliente giardino di Rifrullo, un'oasi di relax fra verde e da lanterne in vimini. Non solo per eventi speciali, ma anche per rendere speciale un aperitivo in terrazza.


Rifrullo 
Via san niccolò, 55r - Firenze
Tel. 0552342621 

  • BERE BENE
  • BISTROT
  • BRUNCH

scritto da:

Antonino Palumbo

Giornalista, food photographer, buongustaio. Lucano biodinamico in purezza, vinificato in Calabria e imbottigliato per lunghi anni in Puglia. Qui, da reporter d'assalto, si evolve in reporter d'assaggio. Next step: Firenze, Toscana. Per stapparla assieme a voi.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​I cinque cocktail più sexy nella storia della mixology, a partire dal loro nome

Eh sì, ogni drink racconta una vicenda, una storia che il proprio nome incarna, chiarisce o suggerisce…

LEGGI.
×