​A Firenze è nata la Scuola del Caffè: il primo centro d’eccellenza in Europa dedicato a tutta la filiera

Pubblicato il 4 ottobre 2021 alle 11:40

​A Firenze è nata la Scuola del Caffè: il primo centro d’eccellenza in Europa dedicato a tutta la filiera

Luogo di incontro per gli amanti del caffè e punto di riferimento per la formazione dei professionisti: presso la Ditta Artigianale Carducci

L’inaugurazione delle Scuola del Caffè si è tenuta in un giorno non casuale, il 1 ottobre, in occasione dell’International Coffee Day, la giornata che celebra il caffè in tutto il mondo. L’accademia, diretta da Simone Amenini, è dedicata alla diffusione della cultura di eccellenza del caffè, oltre che essere centro di formazione permanente per i professionisti e luogo di incontro per ogni coffee lover. Così spiegato da un articolo dedicato de lanazione.it

La scuola si trova in centro a Firenze, nell’ex monastero di Sant’Ambrogio, dove, dopo 35 anni di disuso e un restauro articolato durato quattro anni, ha aperto lo scorso luglio Ditta Artigianale & Hario Cafe. Siamo in via Carducci, 2/r - 4/r

Spiega sempre lanazione.it: “La Scuola del Caffè coniugherà il sapere di esperti del mondo del caffè con lo sviluppo delle tecniche più all’avanguardia in un un concept unico, dinamico e innovativo. I co-fondatori di Ditta Artigianale, Francesco Sanapo e Patrick Hoffer, hanno anche annunciato il piano di espansione del progetto, con l’acquisizione di nuovi partner e investitori, e il programma di apertura di altre caffetterie”

Via Carducci, 2/4R
Tel: 055 936 7419

L'articolo dell'inaugurazione su La Nazione.



Foto dalla pagina Facebook di Ditta Artigianale

  • NOTIZIE

scritto da:

Teresa De Micheli

Firenze, mia croce e delizia. Ti amo e ti odio, ti lascio ma alla fine solo da te torno sempre. Mamma di Londra e papà di Palermo, a Firenze i miei geni "fusion e un pazzarelli" ha trovato il giusto ambiente in cui esprimersi. Tra tradizione ed ultime tendenze, una città da vivere sempre.

POTREBBE INTERESSARTI:

Ecco i migliori vini d'Italia: quelli che valgono Tre Bicchieri!

Secondo la Guida del Gambero Rosso i vini che meritano il massimo riconoscimento sono 476. I produttori hanno saputo recuperare il terreno dei mesi perduti, hanno passato più di un anno a curare vigneti e ad aggiornare cantine, e i risultati di questo lavoro sono evidenti, spiega la guida.

LEGGI.
×