Regola milanese: le sere d'estate si passano sui Navigli

Pubblicato il: 8 luglio 2019

Regola milanese: le sere d'estate si passano sui Navigli

Dall'aperitivo al dopocena, basta che sia sui Navigli

Ciò che un tempo mi sembrava un pregio, ora lo sento come un grande ed insuperabile difetto: sono abitudinaria. Mi affeziono non solo alle persone, ma anche ai piatti, ai locali e all’atmosfera che si respira. Esco con la solita comitiva, ordino il solito drink e mangio il solito piatto: faccio sempre (o quasi) le solite cose. No, non soffro di manie ossessivo-compulsive, ma se ordino la pizza capricciosa poi sento la mancanza della mia amata bresaola-rucola-grana.
Alla soglia dei 25 (meglio tardi che mai) ho realizzato che per la routine ci sarebbe stato tempo nei lunghi anni a venire e, dopo aver reso gli amici partecipi di questa mia epifania, mi è stata lanciata una sfida: andare in giro per tutti, e dico tutti, i locali sui Navigli dove trascorrere le lunghe serate estive. Ah si, mi ero scordata di dirti che ho un altro difetto: sono competitiva. Ma con la competitività riesco a convivere benissimo, io vinco e siamo tutti felici. Comincio quindi dai primi locali testimoni della mia trasformazione: da donna in carriera, squattrinata e abitudinaria a donna in carriera, mega squattrinata, dinamica e intraprendente. Che la sfida abbia inizio. 

APERITIVO

Per il vino

Con il vino ho un rapporto di amore e odio: se è di buona qualità potrei non fermarmi più, se è cattivo mi sale un gran mal di testa e maledico il momento in cui ho appoggiato il calice alle labbra. E’ sempre un rischio quindi per me fare aperitivo con un bicchiere di rosso o di bianco, e se posso di solito evito. Se devo vincere la sfida però mi tocca fare questo sacrificio, e da Il Vinaccio vado di Prosecco (colpa dei miei amici veneti): uno non mi è bastato. L’alcool si sentiva, ma aveva il rumore delle risate e della felicità dello stare in compagnia in una zona dei Navigli lontana dal caos dei locali più centrali.
Il Vinaccio - Ripa di Porta Ticinese, 49 - Milano - 02 8940 3038

Per i cocktail

Tutti ne parlano, gli studenti lo ricordano tra i momenti più divertenti della vita universitaria e la testimone della neo-sposa lo cita nel discorso imbarazzante pre-abbuffata come il luogo in cui lui ha rapito il cuore di lei: sto parlando di Rita & Cocktails. Il locale è un’istituzione a Milano, specialmente per l’aperitivo in cui vengono serviti diversi stuzzichini: tartine, patatine, pinzimonio, olive si uniscono a finger-food provenienti direttamente dalla cucina. Ma più che il cibo ciò che fa parlare di Rita sono i cocktail: ingredienti freschi e naturali, materie prime ricercate, gusto deciso e presentazione accattivante.
Rita & Cocktails - via Angelo Fumagalli, 1 - Milano - 02 837 2865

Per le tapas

Sui Navigli trovi di tutto, e in questo tutto non manca un Tapas Bar: l’aperitivo del Fab si distingue perché i piatti, in formato tapas, vengono serviti insieme a signature drink ispirati a diverse località esotiche, da cui provengono alcuni degli ingredienti. Mettici le lampade e le luci soffuse, mettici i divanetti, mettici la musica jazz in sottofondo e mettici pure gli stuzzichini ben presentati: se non scatti una foto altamente instagrammabile qui, non puoi ritenerti un amatore della movida.
Fab - Ripa di Porta Ticinese, 27 - Milano - 02 8494 5888

CENA

Per l'agnello

E che modaiola sarei se dopo l’aperitivo tornassi a casa? Ma sì, dopo una sbirciata alle condizioni del portafoglio decido di fermarmi anche per cena. Già il nome mi sembra azzeccato: Movida. Ed è proprio la movida milanese che trovi all’interno del locale, che propone una cucina dai piatti sempre nuovi a base di specialità mediterranee ma con una nota di creativita: agnello scalzato in crosta di pistacchi, tartare di filetto di manzo con frutto della passione e mentuccia, tentacolo di polpo scottato con salicornia su pesto di pomodori secchi al basilico sono solo alcuni degli eleganti e gustosi piatti proposti.  Nella bella stagione il dehor ospita musica live: chissà che dopo la cena non ci scappi un incontro interessante.   
Movida - via Ascanio Sforza, 41 - Milano - 02 5810 2043

Per la carne

Bella la moda, ma invece dei soliti piattini (come dicono i miei amici “gne gne”) magari hai voglia di un piattone di carne da far impallidire i vegetariani: allora vai sul sicuro da Brisket. Se hai intenzione di fare aperitivo prima di andare da Brisket, è meglio che tu ti mantenga leggero. Il locale è definito una smokehouse, cioè una struttura in cui le carni vengono affumicate e cotte in maniera lenta al fine di assicurarne la morbidezza e la succosità in bocca. Hamburger, punte di petto di manzo (appunto detta “brisket”), maiale sfilacciato affumicato, costine in salsa bbq, angus argentino: i carnivori ne andranno pazzi. 
Brisket - Ripa di Porta Ticinese, 65 - Milano - 02 832 3479

Per la pinsa

Se con l’aperitivo sei andato giù pesante e vuoi mangiare qualcosa di semplice e leggero, e ovviamente non intendo l’insalata, Prima offre una cucina comfort: quella semplice e genuina che riesce a farti sentire a casa. E se ti dico pinsa magari tu pensi a qualcosa di pesante, in realtà quella proposta dal locale ha un impasto leggerissimo, ben lievitato e con condimenti sia classici sia particolari. Anche se fosse stata presente la bresaola-rucola-grana mi sarei imposta di assaggiare nuovi sapori e con la pinsa con culatta 18 mesi, fichi e burrata non ne ho sentito (stranamente) la mancanza. 
Prima comfort food - via Casale, 7 - Milano - 02 5811 2220

DOPO CENA

Per il drink in relax

E quando la serata la trascorro in compagnia, al drink dopo cena non riesco a rinunciare. E’ un’abitudine che risale ai gioiosi e festosi tempi universitari. Forse dovrei eliminare il termine “abitudine” dal mio vocabolario, ma non divaghiamo: Gramm è il giusto locale per recuperare le energie grazie al suo stile retrò che invita al relax e alla musica classica in sottofondo. Il classico e l’eleganza sono la sua cifra stilistica: sia nell’atmosfera, sia nei cocktail. Questi ultimi si ispirano ai grandi compositori classici e ne è un esempio il 22/12/1808, dedicato alla sinfonia n°5 di Beethoven, eseguita la prima volta proprio in questa data nel teatro di Vienna. Il compositore tedesco ne sarebbe fiero.
Gramm - Ripa di Porta Ticinese, 49 - Milano - 333 314 4872

Per il drink festaiolo

Ti sei già rilassato abbastanza e vuoi che la serata decolli? Ral8022 sa come farti felice: il locale dallo stile d’ispirazione newyorkese e dall’atmosfera noir nell’ora del dopocena si trasforma in un club in cui la musica, l’arte e i vinili si sposano a cocktail che seguono le linee della mixology. Da Ral8022 i drink si accompagnano all’arte: la sala principale ogni mese cambia aspetto, ospitando creazioni di artisti di scena internazionale. Se cerchi un posto dove si beve bene ma non solo, qui hai la certezza che il drink scandisce gli eventi e diventa testimone di qualcosa di sempre nuovo.
Ral8022 - via Corsico, 3 - Milano - 393 841 1671

Per il drink a base di gin

Ti sto per presentare il primo gin bar sui navigli di Milano: GinO12. Situato all’interno del ristorante Officina 12, il bar dallo stile inglese propone una drink list che cambia al susseguirsi delle stagioni ma che mantiene come comune denominatore il gin. Rigorosamente di prima qualità, questo diventa la base e il protagonista dei cocktail. Ad avere però la supremazia sono i gin tonic: in base al gin scelto, viene abbinata la tonica che meglio si addice. Se poi all’interno del locale incontri la persona che ti dirà “tu sei il gin alla mia tonica”, voglio essere personalmente ringraziata. Oltre che da foodblogger, ho una carriera da Cupido.
GinO12 - Alzaia Naviglio Grande, 12 - Milano - 02 8942 2261


Foto di copertina di Federico Marte da Flickr (CC)

 

  • APERITIVI MEMORABILI
  • VITA DI QUARTIERE
  • EAT&DRINK

scritto da:

Irene Paladino

Romantica e testarda. Amo il cibo e gli spritz, specialmente se in piazza con un'allegra e pazza compagnia. Libri, gatti e il mare della Sicilia sono gli ingredienti della mia felicità.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Ecco i premiati dalla Guida Espresso 2020 (la prima ad uscire e quella che anticipa i trend): i migliori ristoranti d'Italia

Oltre 2200 indirizzi da provare in tutta Italia tra alta cucina, trattorie, fast food, pizzerie.

LEGGI.
×