Accantona un attimo la carbonara: 5 ristoranti romani di cucina fusion di cui potresti innamorarti

Pubblicato il: 20 marzo 2019

Accantona un attimo la carbonara: 5 ristoranti romani di cucina fusion di cui potresti innamorarti

Fusion. Una di quelle etichette per la quale non ho ancora capito se nata più per giustificare un errore di esecuzione di una ricetta, o per reale convinzione di voler creare un nuovo tipo di approccio alla cucina. Fatto sta che, sempre di più negli ultimi anni, la cucina fusion a Roma sembra essere il passepartout vincente, soprattutto se trova origine nella commistione di diverse cucine di stampo asiatico, per stuzzicare ed incuriosire i palati di noi romani, anche dei più fedeli amanti di carbonara e cacio e pepe. Dall'Asia del Sud fino al Brasile, passando per le Hawai, ecco 5 ristoranti asian fusion di Roma che non ti faranno sentire la mancanza della cucina di nonna.

Il trend è hawaiano

Fino a poco tempo fa, per la maggior parte di noi le Hawaii esistevano solo in Magnum P.I. e in Lilo & Stich: ma è grazie alla cucina che siamo venuti a conoscenza di quanto le mitiche isole del Pacifico possano manifestarsi anche nel cuore di Roma. Eccoci al Mahalo, South Pacific Fine Food: il bellissimo ristorante in zona Ponte Milvio è il primo in città tutto dedicato alla cucina hawaiana e alla cucina fusion del sud Pacifico e giapponese. Da provare il Poke - tradizionale piatto hawaiano - me nemmeno il sushi dai sapori più smaccatamente tropicali delude il palato.

Il nikkei bar di Pietralata

Dopo il primo ristorante hawaino di Roma, ecco il primo Nikkei Bar di Roma: il Coropuna a Pietralata porta in città la cucina fusion nippo-peruviana, dove il sushi sorvola per oltre 20 ore il Pacifico per arrivare dritto dritto a Lima. Un sushi come non lo hai mangiato, dai sapori di salsas ponzu e passion fruit e magari da abbinare ad un cocktail a base di Pisco o Sake. Il locale, manco a dirlo, è magnifico anche dal punto di vista estetico, con un Tiki Bar dove fingersi in vacanza ai Tropici per un paio d'ore soltanto. Instagrammata d'obbligo.

Asian Fusion gourmet

Parlando di cucina fusion a Roma, difficile non pensare ad un altro importante ristorante che ne ha fatto, prima di tutto, materia di ricerca gastronomica ad alti livelli: sto parlando di Le Asiatique in Largo delle Fontanelle di Borghese in centro storico, dove "cucina fusion" è il terreno di incontro tra i sapori asiatici, quelli mediterranei e quelli della cucina francese più contemporanea. Fusion anche per quanto riguarda la proposta beverage, con food pairing tra i piatti dello chef e signature cocktail.

Il sushi dai sapori carioca

Tra i diversi e più arditi stili fusion, quello nippo-brasiliano è il primo ad essere arrivato nella Capitale: senza deludere le aspettative e senza mancare di far presa. Tra i ristoranti che hanno segnato il passo, il Temakinho di Rione Monti con la sua interessante proposta di sushi e sashimi declinati ai gusti più smaccatamente sud Americani. Una cucina che conquista e diverte: insomma, difficile rimanere insensibili un incontro così improbabile di cucine e culture e al pensiero di un giapponese che balla la samba.

Asian Fusion ad Ostiense

Cinese, thai e giapponese, tutto in un'unica proposta, per giunta all-you-can-eat, ma di grande qualità. Il Wild Ginger di via Ostiense non teme confronti in fatto di vantaggioso rapporto qualità-prezzo e nemmeno di varietà nelle proposte: il suo menu, infatti, varia dai classici della cucina cinese ad una variegata proposta sushi e piatti giapponesi caldi, fino ad arrivare ai piatti thai dal tipico arcobaleno di sapori ed aromi. 


Foto copertina di Mahalo da pagina Facebook.
Iscritivi alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornati sugli ultimi eventi della città

  • EAT&DRINK
  • CENA
  • PRANZO

scritto da:

Elsa Ricucci

Ti racconto Roma come piace a me, con i suoi colori, i suoi sapori, la sua musica, i suoi tramonti e le sue mille albe. Roma è la mia città: mi piace viverla di giorno e di notte, in bici, in motorino, in autobus...ma sopratutto, di corsa!

IN QUESTO ARTICOLO
  • Wild Ginger

    Via Ostiense 97, Roma (RM)

  • Temakinho

    Via Dei Serpenti 16, Roma (RM)

  • Coropuna

    Via Di Pietralata 149 B, Roma (RM)

  • Mahalo

    Via Flaminia 496/B1, Roma (RM)

  • Le Asiatique

    Largo Della Fontanella Di Borghese 86a, Roma (RM)

POTREBBE INTERESSARTI:

10 malghe e rifugi gourmet: mangiare bene, e tanto, in alta quota

Quando scatta quella pazza voglia di raclette, yogurt di malga con i frutti di bosco e vinello dolce.

LEGGI.
×