La pizza come non l'avevi mai vista, nel veronese

Pubblicato il: 15 ottobre 2020

La pizza come non l'avevi mai vista, nel veronese

Italì a Pescantina di Verona è un progetto diventato realtà, quello di Riccardo e Sara. È più di una semplice pizzeria: è un luogo dove l’arte di lei – quella pittorica, che si vede nei quadretti appesi alle pareti e nei disegni che accompagnano la descrizione delle pizze speciali, e culinaria, che si assaggia al momento del dessert – incontra l’arte di lui, fatta di farina, lievito, pomodoro e mozzarella.


Prima di questo delicato momento storico, si poteva andare da Italì a cena, per gustare una pizza e una birra in loco. Adesso ciò non è, ovviamente, possibile. Ma non ti dispiacere: Sara e Riccardo hanno deciso di regalare ai clienti una parvenza di normalità, permettendo loro di continuare a ordinare la pizza, la birra e i dolci per cena tramite delivery e takeaway. 


 Il menù pare infinito, a cominciare dagli impasti – ci sono pizze alla pala, classiche, veraci oppure ripiene e chiuse su sé stesse – per arrivare agli ingredienti: tre diversi tipi di acciughe, fiori e frutti del cappero, verdure gratinate, riduzione di Valpolicella, frutta, cipolla caramellata e in agrodolce… (tutti freschissimi, nessuno surgelato, con una predilezione per la stagionalità!). Ogni componente viene preparata da loro e il tempo che perdono a fare ciò, lo guadagnano in gusto.


Oltre alle proposte fisse, che stanno tutto l’anno sul listino, ci sono delle pizze molto speciali, quelle fuori menù, che cambiano spessissimo e sono legate alla stagione durante la quale vengono preparate: vengono ideate da Riccardo e Sara dà loro un nome. Nascono dalla creatività del pizzaiolo e dalle sue esperienze fuori da Italì: da ciò che lo ha ispirato a livello di gusto e di vista. Perché sì, le pizze di Italì sono bellissime, i colori degli ingredienti e la loro posizione saziano prima lo sguardo che lo stomaco, dal momento che un piatto deve colpire gli occhi prima che l’appetito (e infatti qui hanno un addetto alla disposizione degli ingredienti in uscita).


Un esempio di pizza fuori menù? La “Cardigan” con impasto verace, mozzarella di bufala, stracchino e porri gratinati, speck e noci in uscita. Non si corre il rischio di rimanere senza queste proposte più eccentriche perché Riccardo tiene una lista delle pizze che gli piacerebbe realizzare; non vuole definirle gourmet perché preferisce premiare la semplicità: gli piace prendere ingredienti non troppo elaborati, impreziosirli e donarli al cliente.


Una menzione d’onore va alle birre, tutte artigianali e della zona di Verona: ti verranno servite o recapitate con l’etichetta personalizzata della pizzeria. Birre scure o chiare, ad alta o bassa fermentazione, filtrate e non, birre ambrate, rosse o bionde… insomma, avrai l’imbarazzo della scelta anche davanti al listino bevande.

Per quanto riguarda il senza glutine, Italì non si fa cogliere impreparata: gli impasti glutenfree vengono cotti in un forno elettrico riservato esclusivamente a loro e i loro ingredienti sono conservati in un frigo separato. Chi è celiaco, può anche contare su una variegata offerta di dolci: cheesecake, tiramisù, riso soffiato!


I dessert vengono tutti creati dalle mani di Sara e, compresi i sopracitati dolci senza glutine, si possono ordinare anche i semifreddi (alla Nutella e meringa oppure all’amaretto). Oppure, si possono scegliere i fagottini di pasta di pizza ripieni di Nutella e mascarpone, che vengono preparati da Riccardo.


Tutto è studiato con attenzione millimetrica, al fine di garantire a ogni avventore un’esperienza piacevole, a suo modo indimenticabile. Italì fa venire voglia di tornarci: sia fisicamente, quando sarà possibile, sia con il gusto, grazie all’asporto e alle consegne durante questo periodo.

  • CIBO CHE FA BENE
  • GLI ADDETTI AI LAVORI
  • PIZZE PARTICOLARI E GOURMET

scritto da:

Elettra Solignani

Costantemente in ritardo, tenacemente indecisa e continuamente alla ricerca di esperienze improbabili. Tra un caffè preso al banco e l'altro, ho compreso che ho solo due certezze: la miglior opera prodotta dal genere umano è la Divina Commedia, al secondo posto ci sono i pancake.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Italì

    Via Ponte 150, Pescantina (VR)

POTREBBE INTERESSARTI:

Ma tu li conosci tutti gli 11 ristoranti Tre Stelle Michelin 2021?

Una cucina d'artista, celebrata in Italia e all'estero

LEGGI.
×