Tàscaro è il Miglior ristorante di Cucina regionale di Milano

Pubblicato il 28 gennaio 2021 alle 18:01

Tàscaro è il Miglior ristorante di Cucina regionale di Milano

La cucina veneta del Tàscaro, con i suoi cicchetti, vince la puntata sulle cucine regionali d'Italia di 4 ristoranti

ll viaggio della nuova stagione di 4 Ristoranti, programma di Banijay Italia per Sky condotto da Alessandro Borghese, arriva a Milano per decretare il miglior ristorante di cucina regionale italiana all'ombra della Madonnina. A vincere la puntata è Tàscaro, un bacaro di cucina veneta a Milano nato meno due anni fa.

Al centro la cucina regionale d'Italia a Milano 

"Lunghi viali, alti grattacieli, non ci sono dubbi: sono... in Val d'Aosta!" Esordisce così Alessandro Borghese, chef e conduttore di 4 ristoranti nel presentare la nuova puntata andata in onda martedì 26 gennaio su Sky. La protagonista della tappa è infatti la cucina regionale
d'Italia a Milano. Eh sì perché in città l'offerta di ristoranti con cucina tipica è davvero ampia. "Qui negli anni '60 sono arrivati ristoratori da tutta Italia con una idea in testa: stupire la città con le ricette della loro cucina regionale. Calabresi, pugliesi, liguri, laziali, tutti hanno portato in questa città le ricchezze e i sapori della loro terra. Così se oggi ho voglia di una pasta alla norma prendo la metro e...vado in Sicilia!". È così che Borghese presenta la nuova puntata e aggiunge: "Con il passare del tempo i ristoranti regionali sono rimasti fedeli alle tradizioni o hanno studiato nuove formule per avere successo in città? Sono qui per scoprirlo."
E qui parte il viaggio. 

I concorrenti 

I concorrenti in sfida per aggiudicarsi il titolo di Miglior ristorante di Cucina regionale a Milano sono: Markus de Il Rifugio Delicatessen, ristorante altoatesino noto anche per l'altro punto di viale Tunisia, Delicatessen; Rosario, titolare e cuoco di "Napoli 1820" sui Navigli che propone una cucina partenopea doc; Roberto de Frades Porto Cervo che propone "l'aria della Costa Smeralda sarda a Mlano" e Sandra de Il Tascaro, "l'unico vero e autentico bacaro a Milano" che propone la cucina veneta dei bacari all'ombra della Madonnina. 

Vince Tàscaro a suon di cicchetti 

La vittoria è donna: il bacaro Tàscaro incanta per la sua cucina ma anche per il ambienti e la cortesia di Sandra che sbaraglia i concorrenti. Tàscaro è un locale giovane, nato a febbraio 2019 dall'idea di Sandra Tasca, innamorata della sua terra e della cucina al punto da volerla riproporre anche a Milano, secondo tradizione, in Porta Venezia, in via Giuseppe Sirtori. 

Anche se, a detta di Sandra, "Al Tàscaro si viene per bere", è stata determinante la categoria special dedicata a uno degli street food per eccellenza: la polpetta, che Borghese considera speciale nella sua ricetta veneta più classica con carne e verdure.

Il menu del Tàscaro si divide in due parti: i Tàscari, la rivisitazione del tramezzino e i Cicchetti. Oltre alle polpette al bacaro vincitore i commensali scelgono: i Bigoli con le sarde, il Baccalà mantecato, il Fegà alla veneziana e le tipiche Sardine in saor e l'uovo in tegamino, aglio e prezzemolo oltre alla Trippa alla veneta e la Porchetta con funghi pioppini. I piatti semplici si rifanno alla tradizione di famiglia a cui attinge l'intero menu del Tàscaro. Il tutto introdotto da un immancabile Spritz!

Ed ecco il commento di Sandra de Il Tascaro pubblicato sulla pagina Facebook del locale: 

Oggi ho ricevuto una quantità di messaggi e telefonate immensa.
Amici, clienti, sconosciuti, tutti mi avete...

Pubblicato da Tàscaro su Mercoledì 27 gennaio 2021



Photo Credits: pagina Facebook Tascaro Milano 
 

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

"Facciamo luce sul teatro": la mobilitazione nazionale per lo spettacolo dal vivo

I teatri, chiusi da ormai 100 giorni di fila, chiedono una "data irreversibile" entro cui riaprire. Alla manifestazione nazionale partecipano anche i vip

LEGGI.
×