Perchè Saikesushi non è il solito AYCE? Lo racconta Alessandro Yeh

Pubblicato il: 7 marzo 2019

Perchè Saikesushi non è il solito AYCE? Lo racconta Alessandro Yeh

Non tutti gli all you can eat sono uguali. Saikesushi è un posto diverso e lo respiri appena varchi la soglia. Sarà per la gestione familiare, per l’ambiente curatissimo o per il bancone in cui incantarsi a guardare i sushi man preparare i piatti. Ma, tra tutti, penso che prevalga la cura e l’attenzione che ci mette Alessandro, anche mentre mi racconta il suo locale.


Il vostro è un ristorante a gestione familiare. Chi ha avuto l’idea di aprire?
Sì, lo gestisco assieme a mio fratello maggiore. La mia famiglia è cinese e da sempre nel mondo della ristorazione, quindi conoscevamo bene il mestiere.

E come mai avete scelto Mestre?
Beh noi siamo cresciuti qui, e pensa che quando abbiamo aperto nell’ottobre 2016 eravamo tra i pochi ristoranti di sushi della città. Oggi ce ne sono davvero tantissimi.

Vero! Ma quindi in cosa si differenzia il vostro ristorante dagli altri con la proposta AYCE?
Eh non è facile con tutti quelli che ci sono in zona! Ma di sicuro i nostri piatti sono di ottima qualità, da quelli giapponesi, al sushi, al pesce crudo, fino alla cucina cinese. Il menù pranzo è a 11.90 e quello cena a 20.90 con circa 150 piatti tra cui scegliere più una sezione a parte per piatti speciali come l’anguilla o il gambero crudo. E poi, abbiamo un buon riscontro dalla clientela.


Tipo? Cosa vi rende più contenti?
La nostra clientela va dai 20 ai 40 anni, e mi piace quando i giovani portano i loro genitori a provare il sushi e poi la volta dopo vedo tornare i genitori da soli perché gli è piaciuto. Abbiamo clienti fissi, ma anche tanti turisti data la nostra vicinanza all’hotel. Abbiamo un buon riscontro anche dal nostro servizio d’asporto, sia take away che a domicilio con Deliveroo, anche se non è AYCE.

C’è invece qualcosa che vi fa arrabbiare?
Diciamo che a volte c’è gente che approfitta dell’AYCE, perchè come si dice, ha più fame con gli occhi che con lo stomaco. Ordinano più di quello che riescono a mangiare, ed è per questo che mettiamo una piccola sovrattassa per i piatti avanzati: non mi piace lo spreco del cibo, non per il costo che mi comporta, ma per una questione umana e morale. Pensa che a volte troviamo sushi nel bagno.

Mi trovi dalla tua parte! Ma tu quando non sei al ristorante, cosa mangi?
Cucina casalinga cinese, che è un po' diversa da quella che si trova nel ristoranti di sushi, ha più spezie, è più piccante e con più salse. Diciamo che la cucina giapponese si avvicina di più ai gusti occidentali, anche se nei ristoranti si servono piatti adattati al palato della clientela.

Ed in Cina torni spesso?
Solo per trascorrere le vacanze, e spesso andiamo anche in Giappone, per vedere cosa offre il mercato locale e rimanere aggiornati.

  • INTERVISTA
  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI
  • RISTORANTI E CIBI ETNICI

scritto da:

Ilaria Gomiero

Non sono così complicata: prendi delle vans, dei jeans a vita alta, uno zainetto sempre in spalla. Aggiungi una gran voglia di esplorare il mondo e conoscerne ogni sfaccettatura. Quanto basta di timidezza che si rifugia in un sorriso, una manciata di libri e una gran passione per il cibo.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

10 malghe e rifugi gourmet: mangiare bene, e tanto, in alta quota

Quando scatta quella pazza voglia di raclette, yogurt di malga con i frutti di bosco e vinello dolce.

LEGGI.
×