​Perché l’Osteria dei Poeti non è il solito ristorante?

  • RECENSIONE
  • INFO
  • COMMENTI

Tutta la genuinità del “fatto in casa”
-perché all’Osteria dei Poeti la pasta è fatta in casa, confezionata con cura ogni giorno da Riccardo
-per assaggiare il pane fatto in casa che viene servito nel week end
-perché i dolci, rigorosamente fatti a mano, sono una prelibatezza a cui ogni cliente non sa rinunciare
-per provare ogni giorno una torta diversa: quella al cioccolato e pera è la più famosa ma irresistibili sono anche la variante con pane e cioccolato, la torta alle pesche, con mele e noci e che dire della deliziosa torta alle arance, noci e zenzero?
-perché le torte sono anche delivery per ogni festa privata o occasione speciale
-perché la ricetta per creare le torte prevede pochissimo burro, garantendo così una digeribilità e leggerezza unica
-perché ogni ingrediente che viene messo nel piatto è freschissimo di giornata

La qualità prima di tutto
-per l’attenzione che i titolari uniscono alla passione nella selezione delle materie prime
-perché la carne è di capi esclusivamente italiani e proveniente da allevamenti biodinamici
-perché l’olio per condire ogni piatto arriva dalla Puglia, Liguria, Abruzzo: la cura nella scelte delle materie prime parte da qui
-per assaporare l’aceto Sirk della Subida, il migliore prodotto in Friuli da un’azienda che dedica tutte le sue vigne all’aceto
-per il pane fatto lievitare solo con lievito madre, al fine di garantire leggerezza ad ogni singolo morso

Il business lunch esalta i sapori della cucina nostrana
-per non rinunciare ad un pranzo di qualità anche nella pausa dall’ufficio in settimana
-perché il menù cambia ogni giorno
-perchè c'è l'imbarazzo della scelta tra 2 primi, 5 secondi, buffet di verdure e dolci confezionati a mano, sempre diversi ogni giorno della settimana
-perché con 10 euro si mangia un pasto completo prima di rimettersi al lavoro

La cena è all’insegna della tradizione
-perché la cena inizia con una piadina, fatta in casa, come antipasto e prosegue con salumi e piatti di pesce prima delle portate principali
-per lasciarsi tentare dai primi come i pizzicotti di Rieti o gli strozzapreti romagnoli
-perché chi ama il formaggio non può non trovare il suo preferito tra quelli sulla carta
-per assaggiare un piatto di pesce o un portafoglio di filetto con radicchio e panna
-per provare la ricetta tipica a base di carne cruda: la bistecca su due piatti. Il filetto viene lavorato e tritato al momento, la tartare si lascia due minuti sul vapore prima di essere servita con limone e grana

Ben 34 vini alla mescita
-per scegliere tra i vini di una cantina che comprende 180 etichette di tutta Italia
-perché l’Osteria dei Poeti è uno dei pochi locali a Milano dove si può scegliere un calice tra 34 vini
-per la selezione di vini biologici che cambia durante l’anno
-per la capacità di valorizzare gli alimenti e impreziosire ogni singolo piatto con la scelta perfetta del vino da abbinare.
 

25 settembre

  • CENA
  • PRANZO

ALTRO SU 2NIGHT

×