Dalla Puglia con furore. 5 locali di Roma dove respirare sule, mare e ientu

Pubblicato il 17 febbraio 2021

Dalla Puglia con furore. 5 locali di Roma dove respirare sule, mare e ientu

La cucina pugliese è uno dei fiori all'occhiello della cucina italiana. Orecchiette, friselle e taralli sono sicuramente i cavalli di battaglia, ma la vera cucina pugliese è composta anche da altri piatti che rappresentano, senza dubbio, icone senza tempo che appartengono alla nostra storia più profonda. Chi è stato almeno una volta in Puglia, sa che il cibo è qualcosa di più di un semplice pasto. I piatti tradizionali pugliesi utilizzano prodotti di terra e di mare e regalano profumi autentici che restituiscono i sapori di una terra generosa, genuina e autentica. Ecco 5 locali di Roma dove la cucina pugliese è godimento allo stato puro...

L'allegria della Puglia in ogni piatto


I latini dicevano nomen omen: il destino è nel nome. Niente di più veritiero: l'Orecchietteria Banfi è il baluardo della cucina Made in Puglia, il luogo in cui il maestro Lino Banfi è riuscito a convogliare la sua strepitosa carriera cinematografica. Sulle pareti del locale infatti sono rappresentati tutti i film e le serie tv che hanno fatto la storia di Lino e della sua terra nativa. I piatti icona di questo locale, oltre alle mitiche orecchiette, sono le friselle, le brasciole alla barese, fave e cicoria, le burratine e l'inimitabile pasqualotto (inventato di sana pianta dall'Orecchietteria): una pasta cresciuta fritta e farcita al momento con stracciata di Andria e altre prelibatezze pugliesi come il capocollo di Martina Franca o il prosciutto di Faeto. Dulcis in fundo, due chicche che si instaurano perfettamente nel filone tradizione e innovazione: tiramisù di burrata e cheesecake di burrata. Se ami cucinare, puoi passare al ristorante a prendere il kit CUCINA A CHESA e completare i piatti sui tuoi fornelli, altrimenti puoi sederti sul divano e ordinarli su Just Eat e Deliveroo!
Via Giuseppe Gioachino Belli 116, tel. ​063201505

I profumi della Puglia in ogni angolo di Roma


Non tutto lo stret food ha lo stesso sapore. Lo sanno bene gli avventori di Matò Street Food, il franchising Made in Puglia che ogni gioro mette in vetrina il meglio della tradizione street del profondo Sud: rustici leccesi, focacce, pucce salentine, panzerotti, pasticciotti leccesi e primi piatti della tradizione pugliese. Sapori autentici e ben definiti ideali per un pranzo frugale o per fare bella figura quando siamo invitati a un pranzo o a una cena. Addio piatti o portate elaborate che richiedono centina di passaggi e di ingredienti, la cucina di Matò e semplice e fedele alla tradizione. Se non hai problemi di chili di troppo e vuoi mettere su un po' di ciccia con stile, è il posto giusto: metti che capiti nel giorno di riso, patate e cozze cucinato nella pentola di terracotta. Matò è aperto regolarmente fino alle 18 e con asporto e delivery fino alle 22. 
Via Lorenzo il Magnifico 26, tel. 0695065890
Via Venti Settembre 41, tel. 0642010120
Viale Eritrea 108, tel. ​0639745540

Lo street food di pesce che mancava a Roma


Aprire uno street food a Roma nell'anno del Covid-19 è una scelta azzardata: forse in pochi avrebbero pensato di aprire. Pescaria non ha avuto alcun timore reverenziale ed è sbarcato a Roma in pompa magna alla prima riapertura dopo il lockdown. Risultato? Un successo incredibile. La forza di Pescaria (che esiste anche a Polignano, Torino, Milano, Bologna e che presto aprirà un punto vendita a Napoli) è il concept: street food gourmet con pesce cotto e crudo di qualità superiore. Il menù è uno spettacolo. Si parte con crudi (ostriche, seppie, cozze, scampi e gamberi), tartare e carpacci. A seguire, per chi ama i contrasti da mille e una notte, 5 tipi di frittura. Tutto qui? Macché. Ci sono anche panini da urlo con tartare (tonno, salmone e gambero rosso), con bistecca di pesce spada o orata alla griglia. Insomma, naufragar può esser dolce in questo mare... 
Via Leone IV 14, tel. 06 3972 1160

Street food e ristorante nel cuore di San Lorenzo


Sole, mare e tradizione pugliese nel quartiere universitario per antonomasia: San Lorenzo. L'Apulia è uno stret food che ha studiato e che col passare del tempo è riuscito a diventare anche ristorante. Il cavallo di battaglia sono il panino con il polpo arrosto e le mitiche bombette pugliesi di Martina Franca. Il menu del ristorante ripercorre gli alimenti principi della cucina di questa regione e ne delinea un quadro molto invitante. Si parte forte con friselle miste, impepata di cozze e cozze gratinate. I primi piatti hanno il timbro Made in Puglia: orecchiette alla cime di rapa, risotto con crema di patate e cozze e gnocchetti con alici e pecorino. Per i più lussuriosi, ecco i tonnarelli alla carbonara di polpo. Fra i secondi spicca il polpo alla luciana: spezzatino di polpo in pignatta con pomodoro, peperoncino, capperi, sedano, carote ed erbe aromatiche.
Via degli Umbri 10, tel. 328 695 2532

Il paradiso del panzerotto in tutte le sue forme


Rispetto delle tradizioni, amore per la famiglia e passione per il proprio lavoro. Questo il segreto di Panzerotti & Friends, un franchising che segue le ricette segrete dei Maestri Fornai, originari di Altamura. Con lo stesso amore dei maestri, vogliono replicare quell’atmosfera speciale che si respirava nelle domeniche in famiglia. Una menzione particolare va agli ingredienti: non c'è posto per quelli mediocri con un sapore così e così, c'è spazio solo per gli ingredienti migliori. Un'altra scelta vincente è quella della cottura: i panzerotti vengono cucinati al momento perché vanno degustati caldi in tutta la loro fragranza esplosiva. La bontà di questi panzerotti è già leggenda: per i più attenti alla linea, c'è anche il panzerotto al forno. Oltre a questa prelibatezza, da Panzerotti & Friends puoi trovare anche focacce, pizze rustiche, pucce e rustici leccesi, pasticciotti, cartellate...
Via Appia Nuova 559D, tel. 06 45492604
Circonvallazione Gianicolense 143/F , tel. 06 89279748

Immagini interne prese dalle pagine Facebook dei locali
Immagine di copertina: Orecchietteria Banfi

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI
  • MANGIARE CON LE MANI

scritto da:

Angelo Dino Surano

Giornalista, addetto stampa, web copywriter, social media manager e sognatore dal 1983. Una vita intera dedicata alla parola e alle sue innumerevoli sfaccettature.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Il 25 ottobre è il World Pasta Day che giunge alla sua 23° edizione

Il mondo ha voglia di pasta, in un anno consumate 1 milione di tonnellate di pasta in più. La maratona social di pastai e ristoranti per donare un piatto di pasta ai bisognosi.

LEGGI.
×