Ho provato un aperitivo diventato presto cena a Venezia; il mio nuovo tormentone estivo

Pubblicato il 31 luglio 2023

Ho provato un aperitivo diventato presto cena a Venezia; il mio nuovo tormentone estivo

Non c’è niente di meglio di un Aperol Spritz fatto come si deve, di un menu che sappia stupire e di uno staff che ci sappia davvero fare, per dare la piega giusta alla serata. In Campo Santo Stefano ho finalmente trovato un posticino dove la somma di questi ingredienti dà l’aperi-cena perfetta. Se ti sembra troppo bello per essere vero, ti racconto di una storia vera -la mia- che ti convincerà a prenotare da Terrazza Aperol già questa sera. Te la faccio semplice, usando solo due parole per darti un’idea.

Sinergia. Il termine che delinea lo spirito dei ragazzi di Terrazza Aperol, che mi hanno accolta e viziata dall’inizio alla fine di un caldo pomeriggio. Uno dei tanti, di quelli che reclamano prepotentemente una pausetta per rimettersi in forze con qualcosa di fresco e di buono.

Inclusive. L’aggettivo che ben si accosta alle proposte di Terrazza Aperol. Il perché te lo spiega Luca: “Qui il focus è sul momento conviviale. Mentre i nostri clienti pensano a godersi la compagnia, noi pensiamo a soddisfare le loro esigenze e i loro gusti. Il menu è flessibile, pensato per adattarsi anche agli amici vegetariani, vegani e intolleranti al glutine, solo con piccole variazioni.


Il benvenuto è prima di tutto il sorriso cordiale di Luca, che subito mi fa accomodare al tavolino proprio in campo, ma al riparo dal sole (ci voleva!). E poi, naturalmente, è anche un Aperol Spritz da copertina con un piccolo vassoio di stuzzichini appetitosi: olive e fragranti biscottini salati.


Finchè mi godo quest’inizio del mood vacanziero, do un’occhiata al menu che qui cambia in base alla stagione; la star della carta e l’unica certezza per tutto l’anno però rimane sempre la polpettina di ossobuco. Inizio proprio da lei, con il suo cuore di succosissima carne avvolto da una panatura croccante. Credimi, un cicchetto così godurioso non l’hai ancora mai assaggiato.


Dall’aperitivo alla cena è un attimo e, senza accorgermene, mi ritrovo già alla “fase 2” con un delizioso uovo in camicia, asparagi, salsa di agrumi e soia, su un letto di besciamella con pecorino romano. Una sola forchettata in bocca si trasforma in un intenso matrimonio di sapori; alla fine della cerimonia, la menta e l’aneto di guarnizione ripuliscono il palato. Un goloso addio alla primavera.


E arriva il momento di aprire le porte alla stagione più attesa dell’anno. Come? Con una tartare di gambero rosso su bisque di scampi, ovvero un brodo di teste, che in questo caso viene aromatizzato con del curry. Il piatto è guarnito con scorzette di lime e basilico. Ogni sapore, il suo carattere; l’insieme, un mix esotico ed equilibrato. Ecco di cosa sa l’estate.


Per chi non può mai rinunciare ai carbo, Terrazza Aperol propone una pasta fresca... e zero sprechi. Mi sono fatta portare i raviolini fatti in casa, ripieni di polpa di melanzana; sopra, la sua buccia essiccata e polverizzata, che lo chef Samuele ha usato per creare un contrasto -visivo e gustativo- con la bianca mozzarella di bufala. Il tutto viene servito affogato in un godurioso, cremosissimo pesto di pistacchi. Amanti dell'oro verde, questa la dovete provare!


Allerta spoiler. Ecco un indizio di cosa aspettarti dal nuovo menu estivo: tre assaggini di una fresca tartare di manzo alla mediterranea, accostati da una spuma di acqua di pomodoro, foglie di cappero (una rivelazione dal gusto esplosivo), timo e pasta di olive taggiasche. Signore e Signori, dai profumi ai sapori, ecco il Mediterraneo in un piatto.


Non mancano neanche i dolci! Io ho provato il dolce perfetto, quello che fa contenti tutti. L’hai capito, parlo proprio del tiramisù. Ma non un tiramisù qualunque! La versione di Simone è senza glutine: i savoiardi sono fatti in casa usando solo del cacao. Una trovata geniale che funziona, perché risultano ben imbevuti di caffè e allo stesso tempo rimangono compatti, dando al dolce quella consistenza che fa sempre impazzire.

Se fino ad ora sono sempre passata oltre a questo localino firmato Aperol pensando che fosse un locale “turistico”, mi sono totalmente ricreduta. Oltre ad essere stata una serata coi fiocchi, è stata una vera scoperta: dal pre- all’after dinner la Terrazza sarà il nuovo tormentone dell’estate (e oltre!).

Terrazza Aperol Venezia
Campo Santo Stefano, 2776 - Venezia
Telefono: 04130183
Menu: terrazza.aperol.com


Foto in copertina tratta dalla pagina Facebook del locale.

  • CENA BLOGGER
  • RECENSIONE
  • APERITIVO

scritto da:

Micol De Pisi

Nata e cresciuta nella terra dell’Arte e della Cucina per eccellenza, eccomi qua! Un’esteta golosa, 100% italiana, sempre affamata di Bellezza e di nuove succulente avventure. Amo la calma dei monti, ma vivo nella frenesia e nella mondanità della città.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​I cinque cocktail più sexy nella storia della mixology, a partire dal loro nome

Eh sì, ogni drink racconta una vicenda, una storia che il proprio nome incarna, chiarisce o suggerisce…

LEGGI.
×