Cucina teppanyaki: sai cos’è? Ti racconto dove provarla a Roma

Pubblicato il: 5 dicembre 2019

Cucina teppanyaki: sai cos’è? Ti racconto dove provarla a Roma

Mettiamo subito i puntini sulle i. La cucina teppanyaki, come si evince facilmente dal nome, è un tipo di cucina giapponese che contempla l’uso del teppan, una piastra calda su cui il maestro teppanyaki cucina la pietanza cruda. Nei posti più popolari, la piastra è messa direttamente sul bancone e i clienti mangiano seduti sugli sgabelli. A Roma ci sono diversi locali in cui poter gustare questo tipo di cucina, la quale non è altro che la fusione di cucina orientale e occidentale.

Al Gianicolo


Eccellenza, gusto, ricerca, passione. L’idea che c’è dietro Sapori dal Mondo è un unicum che va raccontato nei minimi dettagli. 10 postazioni di cucina a vista espressa (cinese, giapponese, europea, italiana, pizza, fritti, bbq, teppanyaki, norcineria e dolci) in un albergo di lusso che domina il Gianicolo. Non per nulla è molto apprezzato dai romani. Il corner teppanyaki ti ipnotizza, guarderesti la piastra per ore, specie se in cottura c'è il tuo manzo di verdure saltate con zenzero e salsa di soia. Lucullo, il più famoso rappresentante dell’aristocrazia romana passato alla storia per i suoi banchetti fastosi, sarebbe stato onorato di mangiare all’interno di questo locale così sfarzoso e principesco.
Via Giorgio Zoega 59 - 06 8781 2885

A Manzoni


Se c’è un luogo dove si respira l’aria vera del Giappone, quello è il Ginza Restaurant. Qui la cucina nipponica non ha segreti, e la location trasmette sensazioni lontane. La cucina teppanyaki è la colonna portante di questo ristorante che sa coniugare tradizione e innovazione con intelligenza e creatività. Ecco il Teppan-Yaki-Meshi (spaghetti con verdure, uovo, frutti di mare o carne), il Teppan-Yaki-Udon (petto di pollo alla piastra), il Tori-Teri-Taki (calamaro alla piastra) e il Kaisen-Teppan-Yaki (spiedini di maiale).
Via Emanuele Filiberto 249-251, 06 700 5739

A Re di Roma


Una piastra fumante che regala profumi intensi. Da Hayashi Sushi a Re di Roma si griglia che è un piacere. Il teppanyaki qui è un incrocio di culture culinaria differenti e il pesce è solo una delle tante cose che vengono adagiate sulla piastra. Ecco il Tori Teppanyaki (pollo alla griglia), il Gyuniku Teppanyaki (manzo alla piastra) e il Nasudenkagu (melanzane alla griglia). E poi tonno, salmone, calamaro e… anguilla alla piastra, per chi ama i sapori forti e decisi.
Via Faleria 36, 340 755 7360

A Piazza Bologna


La classe non è acqua. E si può anche grigliare. Da Maki Contemporary Sushi la cucina teppanyaki è eleganza allo stato puro. In un contesto formale e raffinato, i piatti serviti sono opere d’arte di rara bellezza. Il pesce viene cotto con maestria e il risultato è eccellente: da provare il curry yakitori (spiedini di pollo al curry), lo shake yaki (filetto di salmone in salsa teriyaki) e l’ebi kushiyaki (spiedini di gamberi in salsa teriyaki). Piatti semplici ma gustosi, lavorati da mani esperte. Il Giappone alla fine non è così lontano.
Via Cremona 8, 06 6446 5425

Ai Parioli


Il pesce cotto è una cosa seria. C’è bisogno di una materia prima eccellente e di abilità in cucina. Questi sono i punti di forza di Domò Sushi, una istituzione a Roma in termini di cucina giapponese. Oltre a sushi e ramen, il locale propone una cucina teppanyaki di livello eccelso che si caratterizza per il suo alto grado di sperimentazione. Gustosissima l’impanatura di salmone in cottura teriyaki, esaltante il Gyu Tataki (filetto scottato di manzo marinato). Sapori decisi e contrastanti che denotano una conoscenza approfondita della cucina orientale e delle sue declinazioni.
Via Novara 21, 06 4425 4635

Foto interne provenienti dalle Pagine Facebook dei locali
Immagine di copertina di Hiurich Granja su Unsplash

  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Angelo Dino Surano

Giornalista, addetto stampa, web copywriter, social media manager e sognatore dal 1983. Una vita intera dedicata alla parola e alle sue innumerevoli sfaccettature.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Dining bond. Una scommessa sui pranzi e le cene che torneremo a fare

La “cena che verrà”, ma che fa del bene in tempo di chiusura forzata.

LEGGI.
×