Il pranzo della domenica a Roma. Ecco i ristoranti dove andare a mangiare e godertela alla grande!

Pubblicato il: 16 ottobre 2020

Il pranzo della domenica a Roma. Ecco i ristoranti dove andare a mangiare e godertela alla grande!

Per i romani (e non solo per loro) il pranzo della domenica è una bella tradizione che ha radici antiche. C’è chi  sceglie di andare fuori Roma per un pranzo ai Castelli e chi opta per non allontanarsi troppo da Roma e preferisce quindi godersi la città. In ogni modo che sia un pranzo in Centro o fuori porta, il giorno festivo della settimana rappresenta un'occasione ghiotta per andare con amici o parenti a mangiar fuori, godendo magari delle pietanze tipiche della tradizione romanesca. In tempi passati il pranzo della domenica era il momento dove tutta la famiglia si ritrovava intorno al tavolo di un’osteria o di un più classico ristorante per fare un pasto luculliano completo di tutto: antipasto, primo, secondo, contorno, dolce, caffè e magari anche ammazzacaffè! Oggi forse il numero di portate ordinate si è ridotto ma la moda anzi la piacevole usanza di andarsene a mangiare fuori per moltissimi romani è rimasta inalterata. Le opzioni non mancano di certo, uscendo un po’ dalla città puoi trovare piacevoli agriturismi dove pranzare, ristorantini sul lago o lungo il litorale romano, ma se non vuoi andare troppo lontano né imbarcarti in gite fuori porta eccomi qui a suggerirti trattorie, osterie e locali in città dove trascorrere la giornata.

La Trattoria Da Stefania a San Giovanni per la coccola della Domenica

Gianluca e sua moglie Stefania propongono un pranzo in perfetto stile romano in questa trattoria di cui Stefania è la regina indiscussa della cucina, trattoria che oggi puoi goderti anche all'aperto per via del suo nuovo dehors in strada. La Trattoria da Stefania sorge nel quartiere di San Giovanni, una zona molto caotica durante l’intera settimana ma che diventa vivibilissima la Domenica. In menu i primi della tradizione, gli gnocchi preparati freschi ogni giorno e secondi come i saltimbocca alla romana o le sue gustose polpette al sugo valgon bene una puntatina in questa trattoria romana. E per finire? Ordina il tiramisù e ti verrà servito in una deliziosa tazza da cappuccino con tanto di piattino. Una coccola perfetta per il tuo fine pasto della Domenica.
La Trattoria da Stefania – Via Terni, 29  -  Roma, Tel 0670303793

Il Paradiso a  Monteverde Vecchio

 ll Ristorante Pizzeria Eden è situato a Monteverde Vecchio nel quartiere Gianicolense.
Aperto nel lontano 1927, il ristorante ha una cucina che spazia tra piatti di carne, di pesce e pizze romane.
Di ampia metratura può ospitare tavolate numerose sia all’interno che all’esterno, nel suo grande giardino. L’Eden non è solo uno dei ristoranti aperti a pranzo a Roma la Domenica ma è anche adatto a banchetti, feste e cerimonie.
Eden. Ristorante Pizzeria - Piazza Ottavilla 14/A -  Roma, Tel. 065818413

Se vuoi pranzare in un ex convento del 1600 vai all’Hostaria Isidoro!

L’Hostaria da Isodoro al Colosseo è situata a pochi passi dal Colosseo, in un ex convento che risale al 1600, nel quartiere Celio di Roma. La cucina proposta è romana ma non solo, Luca (lo chef) si sbizzarrisce con varie divagazioni, anche per questo - se decidi di pranzare qui - ti consiglio spassionatamente i famosi “Assaggini di Isidoro” assaggi di primi che caratterizzano la cucina dello chef, da prendere in due o più persone (si parte da due assaggi e si arriva fino a poterne provare ben 10!)
In carta anche deliziosi antipasti e piatti di carne o pesce presentati e realizzati con tutta la cura che contraddistingue la cucina di questo locale. E per chiudere il pranzo non scordatevi di ordinare una millefoglie con crema chantilly e gocce di cioccolato.
Hostaria da Isidoro al Colosseo Via Di San Giovanni In Laterano 59, Roma, Tel. 067008266

Per un finale top anzi, top 3!

I fratelli Mori sono Alessandro e Francesco e con mamma Giuliana portano avanti l'Osteria Fratelli Mori, locale che era il sogno del loro papà, Ambrogio. La cucina in questa Osteria è caratterizzata da cuore e gusto.
Tra gli antipasti ti consiglio le polpette di melanzane e il baccalà mantecato, poco romano come piatto ma molto gustoso! Tra i primi vincono a mani basse carbonara e amatriciana anche grazie alla qualità della pasta usata (Cocco) e del guanciale di Doll. E per il tuo pranzo della Domenica non dimenticare di chiedere quali sia il fuori menu perché ne hanno sempre di speciali in aggiunta al loro menu classico.
Qui una menzione a parte la meritano i dolci: le torte e le crostate sono tutte opera di Giuliana, e c’è la sfiziosa possibilità di ordinare la “Top 3 dei Fratelli Mori” con 3 mezze porzioni per palati golosi.
Osteria Fratelli Mori – Via dei Conciatori, 10 – Roma, Tel. 3313234399

Di tutto un po’ al Casaletto

Tra polpette di bollito e gnocchi ai frutti di mare, Cesare al Casaletto offre gusto e  tradizione della ristorazione romana. Locale informale dove ritrovarsi a mangiare i piatti di chef Leonardo Vignoli come la trippa, la coda alla vaccinara o gli involtini al sugo.
I fritti romani (come supplì e fiori di zucca con alici e mozzarella) sono asciutti e leggeri, la brace regala carni gustosissime ma – per una scelta originale – nessuno ti vieta di ordinare una pizza e mangiartela per pranzo!
Da Cesare. Trattoria e pizza – Via del Casaletto, 45 – Roma, Tel. 06536015

Sull’Isola Tiberina il ristorante dove pranzare la Domenica

Siamo arrivati alla terza generazione (prima papà Aldo Trabalza e ancor prima di lui la famosa nonna, Sora Lella) eppure questo ristorante rimane un must della ristorazione romana.
Se vuoi farti una passeggiata in centro e cerchi una location suggestiva, sull’Isola Tiberina, proprio in mezzo al fiume Tevere trovi - dal lontano 1959 - la Trattoria Sora Lella, dove la cucina è tipica romana e i sapori sono quelli che ti rimettono in pace col mondo, dove un fiore di zucca non è un semplice fritto ma un “Fiore di Zucchina Romanesca pastellato con ripieno di Fior di Latte e filetto di Alice di Sciacca” e dove non puoi pensare di perderti i ravioli alla Tiberina ripieni di Ricotta e Spinaci conditi ancora con il sugo fatto con la ricetta di Nonna Lella (che prevede ragù di tre carni, ritagli di pollo e porcini secchi). Passando tra secondi e contorni non provare a uscire da qui senza aver assaggiato il gelato artigianale del mastro gelatiere Renato Trabalza.
Trattoria Sora Lella - Via di Ponte Quattro Capi, 16 - Roma, Tel. 066861601

Pranzo della Domenica nella storica Garbatella

Se vuoi immergerti nella storia della romanità più vera, uno dei quartieri simbolo è, senza ombra di dubbio, la Garbatella. Qui ci trovi il ristorante La Casetta, all’ombra del Ponte della Garbatella, che ti accoglie per il tuo pranzo con tavoli sia dentro che nel suo curato cortile interno. Il menù predilige il pesce, con piatti curati e uno studio attento degli stessi ma strizzando anche l’occhio a chi non mangia pesce, con un brasato che lascia il segno. Tra i dolci, assolutamente da provare il semifreddo!
Ristorante La Casetta - Via Giacinto Pullino, 103 -  Roma, Tel. 0683765543

Taverna Cestia, per un pranzo della Domenica all’ombra della Piramide

E’ dal 1967 che la famiglia Salvi, originaria di Amatrice, gestisce con amore la Taverna Cestia.
Un luogo storico dove puoi andare a pranzo la Domenica per gustare ricette romane (è scontato dirti che devi provare l’amatriciana), primizie del territorio ma anche tanti e interessanti piatti a base di pesce come gli spaghetti alle vongole, le alici fritte e il loro rinomato risotto alla crema di scampi. Qui Valerio, sommelier, mette tutta la sua passione nella scelta delle etichette naturali dei vini di cui si occupa personalmente per arricchire la cantina del locale.
Taverna Cestia - Viale Della Piramide Cestia 65 -  Roma, Tel. 065743754



Immagini interne prese dalla pagina Facebook dei locali
Immagine di copertina: Pagina Facebook de La Trattoria da Stefania

  • PRANZO
  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Naima Tomaselli

Giornalista, laureata in comunicazione, fotografo, cucino, parlo di food e non solo, recensisco ristoranti, libri ed eventi su siti del settore. Chiacchiero, polemizzo e faccio la morale ma scrivo anche ricette sul mio blog “Cucino da Vicino”. Nel resto del tempo: vivo.

IN QUESTO ARTICOLO
×