​E' l'anno del gin e le ginerie sono ovunque. Troviamo le migliori, per i veri intenditori

Pubblicato il: 15 luglio 2019

​E' l'anno del gin e le ginerie sono ovunque. Troviamo le migliori, per i veri intenditori

Il cocktail più trendy in tutte le su declinazioni e dove lo sanno fare a regola d'arte.

L'Italia, si sa, “terra di santi, poeti, navigatori” e bevitori di gin tonic, a quanto pare. Da Nord a Sud (con picchi da intenditori a Milano, Bologna e Torino) la febbre negli ultimi anni è salita inesorabilmente. Dai locali specializzati in gin con decine di etichette in esposizione, a quelli i cui barman si sono proprio dati alla distillazione affinando conoscenze erboristiche per spezie, aromi ed erbe; fino alla cucina, si, ovvero i locali dove il gin tonic si abbina ai piatti in carta. Ecco una mini selezione, 11 indirizzi 11, devoti al liquore ricavato dalla fermentazione di orzo e frumento, cui vengono aggiunte le miscele botaniche, su tutto le bacche di ginepro, of course. 

# Torino

Serranos - Via San Massimo, 11


Il primo e unico locale spagnolo in Torino fatto e gestito da spagnoli che amano la città di Torino ma che non dimenticano le loro radici e il peculiare modo informale di socializzazione gastronomico tipico della Spagna: el salir de tapas (andare per tapas), il girovagare per la città da locale in locale bevendo un bicchierino di vino, una caña o un gin tonic. Tanti quelli in lista, tra cui anche il Monkey 47, preparati con Tonica Schweppes on con Tonica Premium.

# Milano

Rita&Cocktails - Via Fumagalli, 1 


Storico cocktail bar di Milano. Rita è un punto di riferimento per chi ama drink ben fatti, preparati con cura e rigore. Ospita per lo più clienti habitué, in un ambiente informale, rilassante e volutamente low-profile. L'aperitivo è a buffet, da provare anche il brunch domenicale. Il locale è inoltre dotato di un piccolo giardino estivo, attrezzato con sedute e tavolini.

The Botanical Club - Via Pastrengo, 11


The Distillery - In zona Isola, un peculiare ristorante e cocktail bar specializzato in cocktail di alta qualità e nella proposta di gin da tutto il mondo. La sua particolarità è che è anche distilleria, visto che il gin viene prodotto pure in loco. Cucina decisamente gourmand, con piatti e assaggi ricercati e creativi che cambiano a ogni stagione. The Botanical Club è un posto che si distingue sia per l'ambiente sia per l'alta qualità del servizio. 

GinO12 - Alzaia Naviglio Grande, 12


Aperto all'interno dell'Officina12 ai Navigli, il Gin012 è il primo "gin bar" di Milano. Si, qui tutti gli amanti del gin e i neofiti potranno trovare particolari produzioni e vere rarità per intenditori. Più di una cinquantina le referenze provenienti da tutto il mondo che si prestano a costruire una carta dei cocktail studiata personalmente da Gino, appunto, barman del locale. Gin per veri gourmet, da bere anche in abbinamento a cinque toniche. Per veri "gin lovers".

# Treviso

Cloakroom Cocktail Lab - Piazza Monte Di Pietà, 4


Il cocktail bar più all'avanguardia di Treviso si trova in Piazzetta Monte di Pietà, dietro Piazza dei Signori: è il Cloakroom Cocktail Lab, un locale dove si bevono solo drink di altissima qualità. Atmosfera lounge, ambiente metropolitano minimal e ricercato, materie prime di livello premium e personale ultra-selezionato: qui si viene ad assaporare la maestria di veri e propri artisti del cocktail, dall'aperitivo fino a notte fonda.

# Padova

La Gineria - Via Francesco Squarcione, 4


Ipotizzando di voler provare un gin diverso al giorno, per provare tutti quelli che si trovano a La Gineria ci vorrebbero più di due anni. Quando si entra a La Gineria si entra nel regno del gin: 700 etichette diverse, dalle più famose alle più rare e ricercate. E anche i prezzi variano molto, si parte dai 6€ e si va fino ai 180€ al bicchiere. Ma La Gineria è anche un cocktail bar: una lunga lista di cocktail che vanno dagli 8€ in su ed è pronta ad accontentare i palati più esigenti. Neanche a dirlo, la maggior parte dei cocktail preparati qui è a base gin. 

# Bologna

Caffè Ristretto - Via Monte Grappa, 22


Aperto nel 2011 come caffetteria oggi è il bar numero uno di Bologna per il gin tonic. La rotazione settimanale di oltre 70 tipi di gin garantisce agli appassionati un’offerta ampia e originale. Il gin tonic si può personalizzare grazie a 6 tipi di acqua tonica e una lunga serie di botaniche fresche e ghiacciate. 

Camera con vista - Via Santo Stefano, 14/2a


La selezione di gin è da intenditori veri, lo dimostra la lista di botaniche che ne personalizzano il sapore. Molto consigliato il gin allo zafferano, ma la classe è evidente anche nella presentazione di un “semplice” Tanqueray con boccioli di rosa e pepe rosa. Al bancone in stile fine Ottocento ci si toglie lo sfizio di sorseggiare un gin tonic impeccabile alla modica cifra di 10 euro.

# Firenze

Caffè Rivoire - Piazza della Signoria, 5/R


Il caffè di piazza della Signoria è famoso da sempre per la cioccolata, ma negli ultimi anni si è guadagnato un altro importante riconoscimento: qui si possono assaggiare fantastici cocktail, su tutti il Negroni in versione filologica e in svariate declinazioni. Vedi alla voce Negroni variante di Rivoire che prevede l’utilizzo del nuovo Martini e di un gin di categoria superiore e una spruzzata di soda e soprattutto il bicchierino con la gelatina di Negroni e la scorza di arancia candita.

# Roma

Jerry Thomas Speakeasy - Vicolo Cellini, 30


Luogo segreto e nascondiglio per degustatori di cocktail o per lettori notturni del quotidiano del giorno prima. Il Jerry Thomas Speakeasy è nato per mano di tre artisti del bartending: Roberto Artusio, Leonardo Leuci e Antonio Parlapiano, ora si è aggregato al gruppo Alessandro Procoli. Nascosto fra i vicoletti del centro di Roma, si rifà ai tempi del proibizionismo americano e dalla passione per l'arte della miscelazione. Entrata solo con tessera e password.

The Gin Corner - Via di Pallacorda, 2


The Gin Corner si trova all'interno dell'Hotel Adriano, in un Palazzo del XVII secolo, accanto a quello dove il 29 maggio 1606 Caravaggio uccise il nobiluomo Ranuccio Tommasoni per un fallo contestato al gioco della pallacorda. Grazie alla disponibilità di più di 80 gin provenienti da tutto il mondo, il top bartender Patrick Pistolesi -coadiuvato da Davide Di Carlo- ha selezionato un menu d'eccezione. 

Buseto - Via Del Pigneto, 24/A


Batte un cuore Veneto al Pigneto, è quello di Buseto - in dialetto veneto significa buchetto, posto piccolino - ed è il regno di Silvia, la titolare, che propone oltre ad una sontuosa spritzeria, una carta dei gin ad oggi unica a Roma per completezza e ricerca. Dall’aperitivo, al dopocena, non mancano interessanti percorsi di degustazione e abbinamento tra il cibo e i tanti gin in carta. Imperdibili, poi, tutti i cocktail a base di gin.
Vuoi conoscere tutti i migliori eventi nella tua città? Iscriviti alla newsletter!

  • BERE BENE
  • EAT&DRINK

scritto da:

Mariagiovanna Bonesso

Una mamma tacco 12? Anche un paio di ballerine Prada vanno bene, ideali per (rin)correre (il pargolo). Non ho smesso di "fare cose e vedere gente", coltivare la mia passione per arte, design, fotografia e moda, of course. A sdoppiarmi ancora non riesco, ma un Hugo cocktail e un cigarillo Cohiba mi ridanno i superpoteri istantaneamente.

IN QUESTO ARTICOLO
  • La Gineria

    Via Francesco Squarcione, Padova (PD)

  • Buseto

    Via Del Pigneto 24/A, Roma (RM)

  • Rivoire

    Piazza Della Signoria 4r, Firenze (FI)

  • GinO12

    Alzaia Naviglio Grande 12, Milano (MI)

  • Cloakroom Cocktail Lab

    Piazza Monte Di Pietà 4, Treviso (TV)

  • The Gin Corner

    Via Di Pallacorda, Roma (RM)

  • The Botanical Club

    Via Pastrengo 11, Milano (MI)

  • Rita & Cocktails

    Via Fumagalli 1, Milano (MI)

  • Speakeasy Bar The Jerry Thomas Project

    Vicolo Cellini 30, Roma (RM)

POTREBBE INTERESSARTI:

Ma tu li conosci tutti gli 11 ristoranti Tre Stelle Michelin 2020?

Una cucina d'artista, celebrata in Italia e all'estero. Almeno una volta nella vita, un'esperienza da fare.

LEGGI.
×