Originalità e qualità, anche gluten free

  • RECENSIONE
  • INFO
  • COMMENTI

Pietanze della cucina salentina rivisitate e impiattate con maestria ed eleganza: così si presenta l'Osteria della Divina Provvidenza, nel centro storico di Lecce, a due passi dalla splendida Piazza Sant'Oronzo. Aperta da quasi vent'anni, questa osteria continua a regalare ai suoi clienti parentesi di vero relax immersi nel gusto intenso che caratterizza la gastronomia leccese.

Peculiarità
“A me piacciono gli anfratti bui
 delle osterie dormienti,
 dove la gente culmina nell’eccesso del canto…”: sono direttamente le parole della poetessa Alda Merini a darti il benvenuto in questa osteria, da uno specchio posto all’entrata del locale. Anche se le sale non sono anfratti bui ma dalla piacevole luce soffusa, e l’eccesso del canto, in questo luogo, lascia il posto ad un locale tutt’altro che caotico, ideale per una serata in compagnia degli amici ma anche a lume di candela.
 
Le pietanze
Soufflè di baccalà, orzo perlato con verdure e pesce, mousse di melanzane in pasta fillo, burratine con verdure sono solo alcune delle specialità previste nella ricca e variegata rosa di antipasti tipici, composti da dieci o più portate. Per chi ama i primi piatti ed è pronto ad osare nuovi abbinamenti, si consigliano gli strascinati di grano arso con cime di rape, cozze, vongole e una spolverata di tarallini leccesi, oppure i cavatelli di ceci neri con patè di ceci e cozze. Il locale, presente anche sul prontuario dell'Aic, è specializzato nella cucina senza glutine, e prevede orecchiette fresche gluten free, ottime con tonno, bottarga, pomodori, olive nere, capperi, basilico; o ancora, gli spaghetti con mousse di melanzane, pesce spada e menta. Angus, maltagliati ed entrecote arricchiscono i secondi di carne, mentre spigole, tonni, pesce spada e code di rospo allietano i palati di chi preferisce la cucina di mare. La carta dei vini prevede etichette sia locali che internazionali, mentre tra le birre, rigorosamente artigianali, non mancano quelle adatte ai celiaci.
 
Il locale
in un locale del '500, prima adibito a rimessa di carrozze e poi a frantoio, si inserisce la cornice ideale per un’osteria rivisitata in chiave chic. Tra volte a stella e spessi muri in pietra leccese, sembrerà di immergersi in una Lecce dal sapore della storia. Da una delle sale interne e dalla toilette maschile è ancora possibile vedere il pozzo in cui anticamente veniva raccolta l’acqua piovana. L’Osteria, dotata di wi-fi e di aria condizionata, permette anche di sedere all’aperto. Lo spazio antistante l’ingresso permette di godere del via vai della movida leccese, mentre le corti interne sono perfette per chi cerca un angolo più raccolto e riservato. Il tutto intervallato, lungo i muri dell’edificio, da quadri, fotografie ad effetto e citazioni letterarie.
 

  • EAT&DRINK

ALTRO SU 2NIGHT

×