Veganok: una giornata plant-based a Verona

Pubblicato il: 26 giugno

Veganok: una giornata plant-based a Verona

A Verona è facile perdersi tra le osterie e i locali più tradizionali, gustando piatti tipici sorseggiando un calice di Amarone, ma non dimenticare che la città risponde anche alle esigenze più particolari, offrendo gusti e sapori indimenticabili veganok. Qui, locali estranei ai derivati animali sposano e rinnovano la cucina regionale, integrandosi perfettamente all’atmosfera cittadina.

Per la colazione - Make cupcakes, not war

Questo potrebbe essere il motto di Monica , la proprietaria del Dulcamara Vegan Bakery&Bistrot.
A pochi passi dal trafficatissimo Corso Porta Nuova, questo locale dall’arredamento minimal si contraddistingue per la sua atmosfera domestica e, anche se offre proposte interessanti per il pranzo, il mio consiglio è quello di sceglierlo per la colazione: ogni giorno muffin, croissant, veg-cheesecake e torte vengono sfornati seguendo la stagionalità degli ingredienti. La cucina vegana suscita sempre curiosità – anche a coloro che non seguono questo tipo di dieta – però, i dolci preparati senza derivati animali spesso lasciano a desiderare: a volte i sapori sono troppo lontani da quelli della tradizione, altre volte alla carenza di zucchero si aggiunge una consistenza poco convincente. Quelli di Dulcamara stupiscono per la loro eccellenza: i cupcake decorati a regola d’arte soddisfano occhi e palato, le brioche non hanno nulla da invidiare ai cornetti classici e le crostate vengono realizzate con frutta fresca e colorata. Mi raccomando, dopo aver scelto un dolce dal bancone, fatti dare un suggerimento dalla proprietaria per completare la tua colazione: oltre alle tipiche bevande da caffetteria preparate con latte vegetale, sono disponibili anche estratti e centrifugati dagli ingredienti più originali.
Dulcamara Vegan Bakery&Bistrot - Via Francesco Berni, 7 - Verona - 045 2586258 

Per il pranzo - Green is the new black  

Nel quartiere Veronetta, animato dalla vita universitaria e lontano dagli itinerari più turistici, si trova Zazie: una cucina alternativa, naturale e indubbiamente sana che trova spazio in un locale luminoso. E' un punto di ritrovo per vegani, vegetariani e per chi desidera un momento di tranquillità per studiare, leggere o trascorrere la pausa pranzo in compagnia. Il menu cambia di giorno in giorno in base alla stagionalità degli ingredienti: vengono quotidianamente proposti alcuni piatti unici caldi e freddi, sempre ben bilanciati ed equilibrati dal punto di vista nutrizionale. Sulla lavagna colorata dell’ingresso si alternano vellutate, bulgur, hummus, spaghetti di soia e molte altre pietanze, da quelle più esotiche a quelle più classiche. Avrai la possibilità di guarnire il piatto che hai scelto con semi, spezie o frutta secca e di accompagnarlo a uno smoothie, all’acqua detox oppure, a uno dei loro caffè limited edition, come lo Sweet Pink Coffee o il Pumpkin Spice Cafè.
Zazie Verona - Via Gaetano Trezza, 1A - Verona -  045 245 6942

Per la cena - Vegans taste better 

Per una cena soddisfacente ti propongo un ristorante nel cuore del centro città che serve unicamente piatti senza glutine, lattosio e derivati animali: Flora. Qui devi solo sederti e goderti lo spettacolo: i piatti sono presentati impeccabilmente, dei veri e propri capolavori per gusto e vista. Nell’ambiente intimo e curato del locale, abbandonati ai profumi e ai sapori delle spezie e lasciati trascinare in un universo di raw cuisine e gourmet vegano: particolarissimo è l’omonimo antipasto, il Cappuccino Flora, al quale ti consiglio di far seguire il Bis di Burger, due polpette di legumi e cereali accompagnate da contorni e salse. 
Ristorante Flora - Stradone Scipione Maffei, 8c - Verona -  045 800 6300

Foto di copertina dalla pagina facebook di Ristorante Flora

 

  • CIBO CHE FA BENE
  • TENDENZE FOODIES
  • COLAZIONE

scritto da:

Elettra Solignani

Costantemente in ritardo, tenacemente indecisa e continuamente alla ricerca di esperienze improbabili. Tra un caffè preso al banco e l'altro, ho compreso che ho solo due certezze: la miglior opera prodotta dal genere umano è la Divina Commedia, al secondo posto ci sono i pancake.

POTREBBE INTERESSARTI:

​10 bistrot degli chef stellati: quando l'alta cucina è anche accessibile

Dalla celebrity Cannavacciuolo, ai tre stelle Michelin Enrico Crippa e Niko Romito, tante le tavole dove si mangia bene, spendendo il giusto.

LEGGI.
×