​La proposta per la pausa pranzo di Antonucci: brioche gigante!

Pubblicato il 23 settembre 2022

​La proposta per la pausa pranzo di Antonucci: brioche gigante!

Sono stata in pausa pranzo alla pasticceria Antonucci in zona Chiesanuova e ho mangiato una brioche salata gigante. Ma gigante davvero!

Perché fermarsi alle colazioni quando hai a disposizione un locale così bello e spazioso? La famiglia Antonucci tiene aperte le porte della pasticceria fino all'ora dell'aperitivo per proporre, oltre alle colazioni, pranzi veloci, merende e aperitivi. Con le belle giornate puoi anche usufruire del plateatico esterno.

Quando sono arrivata in pausa pranzo, ho chiesto come al solito consiglio su cosa ordinare e mi hanno indicato, tra stuzzichini, pizzette e tramezzini, una brioche salata farcita e, soprattutto, gigante. Ovviamente, da amante delle proposte particolari e delle novità, ho accettato senza battere ciglio. Come potevo farmela scappare?

Mi hanno raccontato che la brioche gigante esiste anche in versione dolce e che è stata pensata proprio come una colazione in famiglia, da condividere, per passare la mattina insieme davanti a qualcosa di dolce e di diverso dal solito. Non vedo l'ora di proporla ai miei amici!


Dopo averla leggermente scaldata è arrivata la brioche salata formato famiglia al tavolo, profumata e invitante, con una spolverata di semi di sesamo sulla parte superiore. Tagliata nel mezzo e farcita con pancetta coppata, mozzarella e insalatina, può sembrare un'impresa riuscire a finirla ma la realtà è che, se condivisa con la famiglia o con gli amici, diventa anche un'esperienza divertente. Se te lo stai chiedendo, certamente è possibile personalizzare gli ingredienti.


Con il primo assaggio si sentono subito i semi di sesamo che, tostati, sono ancora più buoni. La sfoglia è morbidissima dentro e fragrante fuori e, da amante degli sfogliati, a me sarebbe bastata anche solo quella da quanto è buona. Il condimento interno non è troppo abbondante, in maniera da non appesantire troppo quella che solitamente è una veloce pausa pranzo. La pancetta coppata ci sta benissimo con la mozzarella, sembra quasi leggera.

Ho ordinato anche qualche pezzo mignon perché la pasticceria Antonucci è un piccolo paradiso degli stuzzichini salati. Tra mini cornetti salati, pizzette e salatini di vario genere, gli amanti dell'aperitivo o comunque dei piccoli snack hanno vasta scelta.


Ho assaggiato una mini quiche con formaggio e prosciutto cotto, che portano leggermente scaldata e risulta quindi cremosina, e un mini paninetto napoletano con pancetta, prosciutto cotto, scamorza e un po' di pepe in superficie. Questo paninetto, che si mangia in un boccone, mi ha ricordato il sapore del casatiello napoletano.

Io questi snack salati li vedrei davvero bene per un aperitivo post lavoro, tu che dici?


E dopo la brioche salata gigante e i salatini, se hai voglia di qualcosa di dolce senza esagerare potresti valutare l'espresso con crema al pistacchio o con crema alla nocciola. Carini anche da vedere!

Volendo esagerare invece, come ho fatto io, puoi prendere qualche dolcetto. E qui arriva il vero problema, perché la pasticceria Antonucci vanta una vetrina che sembra infinita. La mattina, poi, è stupendo perdersi tra le mignon, i biscotti, le brioche e tutto il resto. Tra tutti i dolci disponibili, ho preso due sfogliatelle, una riccia e una frolla, un babà e un bignè con craquelin al cacao.


Se hai morso almeno una volta nella vita una sfogliatella riccia, conoscerai benissimo la sensazione che dà: la fragranza della sfoglia, il profumo del burro e la freschezza della ricotta con i canditi. C'è anche la sfogliatella con pasta frolla, per chi non ama la sfoglia; il ripieno è sempre lo stesso, sempre buonissimo.

Con il babà ammetto di aver osato oltre i limiti perché l'ho assaggiato solo una volta nella mia vita e non mi era piaciuto. Ne ho preso un pezzo con la forchetta e dal babà ha iniziato a fuoriuscire moltissimo liquore. Inizialmente sì, sembra molto alcolico, ma mi aspettavo di più, quindi alla fine l'ho mangiato senza problemi e anzi mi è piaciuto molto. Sarà stata la panna con le fragole a migliorarlo?


E per ultimo ho tenuto il mio dolce preferito di Antonucci, quello che ordino sempre: il bignè con craquelin al cacao. Assomiglia a quei bignè a forma di cigno, con la crema all'interno della pasta choux, sopra la panna montata e sopra dell'altra pasta choux, ma questo è molto più speciale. Il bignè contiene un croccante alla nocciola e cioccolato e del caramello mou, sopra ha una ganache montata al caramello e cioccolato bianco e sopra un cappellino di pasta choux. Per com'è fatto, dico sempre che potrebbe benissimo essere un dolce preparato e personalizzato su mia richiesta da quanto mi piace.

Prima di uscire, insieme a quello che ho avanzato ho portato a casa anche una veneziana al cioccolato per un amico. Dopo aver saputo che sarei andata alla pasticceria Antonucci mi ha chiesto un dolce goloso per il post pranzo. Direi che ha apprezzato, visto che l'ha spazzolata in un attimo.

E tu la proveresti la brioche gigante - salata o dolce?


 

  • CENA BLOGGER
  • RECENSIONE

scritto da:

Samantha Capuzzo

Sono Samantha, meglio conosciuta come Sam di Magna Padova. Mi dicono da sempre che non faccio altro che pensare al cibo, così ho deciso che pensare al cibo sarebbe diventato il mio lavoro.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Stessa spiaggia, stesso mare. Stesso stabilimento balneare! Premiati i migliori del 2022

Mondo Balneare assegna gli oscar delle spiagge italiane, giunti alla settima edizione.

LEGGI.
×