A.A.A. Calduccio a Milano cercasi: 6 giardini d’inverno per mangiare fuori

Pubblicato il: 11 dicembre 2019

A.A.A. Calduccio a Milano cercasi: 6 giardini d’inverno per mangiare fuori

Se le persone del mondo si potessero idealmente suddividere in due categorie, quella dei freddolosi e quella dei calorosi, io apparterrei di certo alla prima. Alla prima parvenza di freddo (praticamente quando la temperatura scende sotto i 20 gradi) inizio a lamentarmi, a tirare fuori le giacche, le sciarpine che poi diventano giacconi in piuma d’oca e sciarpone di lana multistrato. Ogni stagione, però, ha i suoi vantaggi. L’inverno porta con sé i camini accesi, il tepore della casa calda quando rientri dal gelo di fuori, l’odore della torta di mele, le tazze di tè fumante prese en passant in un localino quando fuori si gela.

Qui a Milano tanti ristoranti e locali si sono attrezzati con dehors chiusi o riscaldati, anche detti giardini d’inverno: estensioni del locale verso l’esterno che abbracciano una porzione di natura e di cielo. Di origine inglese settecentesca, i giardini d’inverno si sono poi diffusi in tutta Europa diventando veri e propri elementi architettonici caratterizzati da prosecuzioni delle case e dei locali dove si è allo stesso tempo “fuori” e dentro. Anche se a Milano è difficile immergersi nella natura esistono locali che presentano giardini d’inverno incantevoli dove staccare dal grigiume e dove godere della luce di giorno e dell’ambiente raccolto della sera all’esterno senza congelare, magari con una candelina accesa e con piante ornamentali a creare la giusta atmosfera…

Quel Particolare in più in Porta Romana 

Prendi un giardino incantevole di 100 metri quadrati immerso (e nascosto) in Porta Romana ed aggiungi ad esso la qualità di un ristorante che ha fatto della cura per il dettaglio il suo obiettivo. Ecco Particolare. Situato in via Tiraboschi è già punto di riferimento non solo per la sua carta dei vini e per la sua cucina stagionale, italiana con influssi internazionali ma anche per i suoi ambienti eleganti di design minimal e per il suo dehors d'atmosfera, grazioso e fresco perfetto per prendere una pausa dalla città pur rimanendo in una delle sue zona più belle. 
Particolare, Via Gerolamo Tiraboschi, 5 - Milano - Tel: 02 47755016

Romantico in Città Studi 


Buona cucina e attenzione per il dettaglio, ecco cos’è Bertamè: trattoria, officina e concept store. Raro esempio di Kitchen&Garage, il ristorante nasce accanto alla storica officina per auto e moto, fondata da Roberto Bertamè negli anni ’80. Gli ambienti, fra legno e ferro, le ampie vetrate e il romantico giardino (riscaldato d'inverno), fanno di questo locale uno dei luoghi più suggestivi di Città Studi. A tavola la cucina mediterranea, con tanto home-made, proprio come una volta. Il menu, rispettoso della stagionalità dei prodotti, propone piatti di pesce, ma anche di carne, comprese pietanze della tradizione milanese (rivisitate in chiave moderna) come l’ossobuco con riso allo zafferano in cialda di grana.
Trattoria Bertamé, Via Lomonaco 13, Milano - Tel: 02.26684156

La terrazza fra gli alti palazzi a NoLo

Ci sono luoghi a Milano che semplicemente, incantano. Basta entrare da Note di cucina per rimanere estasiati dal contrasto creato dal suo cortile, con le sue piante ed il suo verde ed i suoi ampi spazi, immerso all’interno di un’antica corte industriale milanese, circondata dagli alti palazzi. In pochi posti oltre a questo a Milano si può sperimentare la magia del ritrovarsi immersi nella natura, pur rimanendo in città, a pochi metri da piazzale Loreto, oggi al centro del nuovo quartiere di NoLo. Il ristorante, che già vantava una terrazza di rara bellezza, ha da poco installato un vero e proprio giardino d’inverno, intimo ed elegante ma sempre sincero e mai troppo sofisticato. Una vera e propria prosecuzione del locale all’esterno, riscaldata, realizzata in legno che si unisce in maniera armonica al paesaggio. Un luogo magico dove trascorrere qualche ora in un luogo luminoso (di giorno) e raccolto la sera e dove cenare sotto il manto stellato anche l’inverno. Qui si può gustare la vera cucina della tradizione italiana con focus sulla pasta fresca fatta in casa realizzata quotidianamente a mano, proprio come una volta. 
Note di Cucina, Viale Monza 16, Milano - Tel: 02.40709529

Nella storia e nel verde a Monluè

Un tempo famoso per i suoi grandi concerti, il borgo di Monluè, zona Mecenate/Parco Forlanini, è un luogo di Milano da conoscere perché sembra essersi fermato ad un'epoca ormai definitivamente persa. Immerso nel verde, presenta un grande parco ed una cascina di proprietà del Comune oltre ad una chiesetta incantevole (di San Lorenzo) del XIII secolo. Una vera e propria chicca per chiunque desideri uscire dalla quotidianità della città e "vedere  e respirare verde" pur non dovendosi allontanare. In questo contesto, a due passi dalla cascina, c'è l'Antica Trattoria Monluè, un locale caldo ed avvolgente che mantiene intatto il fascino del suo passato. I suoi ambienti, un po' retrò, ricordano le cascine di una volta pur mantenendo un tratto d'eleganza. Tanti i riferimenti al verde oltre al suo giardino d'inverno, una vera chicca per godere del contesto naturale in cui è immersa. Ovviamente, qui si può gustare la vera cucina lombarda di una volta, quella di casa ma realizzata con un tocco elegante. Imperdibile, per l'inverno, il risotto giallo con l'ossobuco...
Antica Trattoria Monlué, Via Monluè, 85, Milano - Tel: 02.70209948

Evadere in zona Certosa 

Un giardino zen, una grande vetrata, un'infinita tranquillità pur essendo a due passi dal tran tran di viale Certosa e di Portello. Qui da Innocenti Evasioni dello chef Tommaso Arrigoni  (una stella Michelin) a colpire non è solo la cucina stellata ma anche l'ambiente in cui viene proposta: romantico, pulito, curato nei minimi dettagli e dove "evadere" dallo stress e dal grigiume milanese, pur rimanendo in città. Pur essendo all'aperto, il giardino zen incanta e infonde un senso di pace che va a completare un'esperienza che coinvolge tutti e 5 i sensi anche l'inverno grazie alle ampie vetrate con vista green del giardino d’inverno.
Innocenti Evasioni, Via Privata della Bindellina, Milano - Tel: 02.33001882

Una serra elegante nel cuore della GAM

Immagina un luogo speciale dal fascino settecentesco, pulito fra marmo, grandi vetrate luminose, ferro e tanto verde. Ecco il Lùbar, in via Palestro, il caffè chic dei Fratelli Bonaccorsi (quelli degli arancini on the road) posto all’interno della struttura della Galleria d’Arte Moderna, GAM. Un luogo davvero magico che sembra un set di un film in cui rilassarsi, prendere un caffè, leggere, chiacchierare e godersi un momento di pura pace nel cuore di Milano grazie al suo giardino d'inverno colmo di piante d'arredo. Aperto dalla mattina alla sera delizia i tanti ospiti con tante specialità della cucina siciliana, dolci artigianali e drink degni di nota alla sera. 
Lùbar, Via Palestro, 16, Milano, Tel: 02.83527769

Photo Credits:

Immagine di copertina: pagina instagram di Lùbar 
Immagini: dalle pagine social dei locali 

  • MANGIARE ALL'APERTO

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il relax a portata di mano, legale e light

Sempre più persone ne fanno largo uso per rilassare corpo e mente. Ma cos'è veramente la pianta che in America sta facendo parlare di una vera e propria “green rush”, la corsa all'oro verde? Un esperto del settore fa il punto della situazione in Italia e ce ne spiega i benefici.

LEGGI.
×