A Venezia per Natale si regalano tradizioni: 8 chicche veneziane per l’amica che viene da fuori

Pubblicato il: 7 dicembre 2019

A Venezia per Natale si regalano tradizioni: 8 chicche veneziane per l’amica che viene da fuori

Non so se a rendere più entusiasmante dicembre sia addobbare l’albero o andare in giro come uno zombi spinto da istinti assassini alla ricerca del regalo perfetto. Quello che viene apprezzato davvero e non quello che, una volta scartato, costringe la malcapitata a simulare un vago accenno di euforia. Se è vero che l’attesa del Natale è essa stessa Natale, la crisi natalizia sorge contemporaneamente alla domanda: cosa regalo all’amica di sempre - causa della mia rovina economica - che viene a trovarmi a Venezia? 
Un po’ perché le ho già regalato di tutto, un po' perché ho esaurito le idee e un po’ perché lo spirito del “si fa come dico io” ha preso il sopravvento, quest’anno ho deciso che non c’è regalo più appropriato della tradizione veneziana. Perché a regalare il pigiama peloso, l’agenda e l'intimo rosso sono bravi tutti, non tutti però sono altrettanto bravi a coniugare la tradizione con qualcosa di originale. E se - scartando il regalo - dovesse apparire sul suo viso una smorfia snob, ti autorizzo a cambiare amica. Dai su, scherzavo.

Per il merletto

Classico nella sua fattura ma allo stesso tempo originale come idea, il merletto racconta la tradizione centenaria dell’artigianato buranese. La famiglia Bon ha conservato e tramandato la tradizione di quest’arte e, con La Perla Gallery a Burano, ha ampliato e arricchito l’assortimento. Un merletto originale fatto con ago, filo, amore e pazienza. Scegli tu, in base all’età e ai gusti dell’amica, se optare per un merletto a uso domestico o se impreziosire capi e biancheria femminile in vista del Capodanno.
Via San Martino Sinistro, 376 - Venezia -  041 730009

Per il gioiello

Sarà capitato anche a te di passeggiare per Venezia, improvvisarti guida turistica e fermarti a San Marco non solo per la basilica ma per ammirare le vetrine dello storico negozio. Quando si parla di gioielli, Salvadori è una garanzia. Anche qui la passione e la qualità derivano dalla tradizione pluricentenaria. Il gioiello nasce dalla selezione delle migliori pietre per poi diventare il migliore amico delle donne: anelli, bracciali, pendenti, orecchini sono sempre graditi a qualunque età.
Piazza San Marco, 67 -4 Venezia - 041 5230609

Per la scatola natalizia

L’idea di regalare la combo panettone e spumante del supermercato, oltre a essere demodè, è un po’ banalotta. Ma, poiché non c’è pericolo che il bello e il buono passino di moda, in Piazza San Marco potresti imbatterti nei regali pensati dal Caffè Florian. Il cesto di panettone e spumante qui si carica di artigianalità, di storia, di arte e di gusto. L’elegante scatola natalizia racchiude una selezione di prodotti scelti per far rivivere l’atmosfera dello storico Caffè. A seconda della confezione, l’amica può trovare cremosi gianduiotti, croccanti chicchi di caffè tostati ricoperti da un guscio cioccolatoso, infusi e l’immancabile panettone.
Piazza San Marco, 57 - Venezia - 041 5205641

Per i biscotti

Regalare dei biscotti per Natale è qualcosa di impensabile per chi non abita a Venezia e ai biscotti associa immediatamente i più famosi marchi della grande distribuzione organizzata. Ma noi abitanti di Venezia e amanti dei prodotti rari e artigianali, associamo i biscotti ai tradizionalissimi e immancabili zaeti e buranei. All’uvetta e ricchi di spezie i primi e a forma di ciambellina e buranesi i secondi, entrambi vantano di una lunghissima tradizione. La pasticceria Rosa Salva li vende entrambi in pratiche e comode confezioni da 300 grammi. Vin Santo per accompagnarli e il regalo è servito.
Calle Fiubera - San Marco, 950 -Venezia - 041 5210544
Campo SS. Giovanni e Paolo - Castello, 6779 - 041 5227949

Per il baccalà

A San Polo, Baccalà Veneto è una piccola bottega che – già dal nome – fa intuire il suo cavallo di battaglia. Il titolare ha pensato di proporre delle confezioni di baccalà conservato con ingredienti naturali. E se pensi che regalare baccalà sia una cosa “da vecchi” o poco accattivante, ti smonto subito: il packaging è super moderno e richiama lo stile delle tipiche indicazioni stradali veneziane. C’è regalo più originale e insolito del baccalà? Se all’amica piace, ci puoi aggiungere anche una ricetta per darle l’ispirazione in vista del cenone della Vigilia. 
San Polo 414 - Venezia - 041 4763571

Per gli oggetti in vetro di Murano

Andare a Murano significa rimanere di sasso (o forse dovrei dire di vetro) davanti ai diversi negozietti che espongono oggetti realizzati nell’isola veneziana: vasi, bicchieri e oggetti di arredamento colpiscono l’occhio con i loro colori sgargianti e il loro raffinato design. Un oggetto proveniente da Murano è sempre gradito ma – dato che oggi parliamo di storia e tradizioni – ti consiglio di fare un salto da Yalos: con più di 700 anni di storia, oggi l’azienda è riconosciuta come sinonimo di qualità e autenticità tra i produttori Made in Murano. 
Fondamenta S. Giovanni dei Battuti, 4 - Venezia - 041 736788

Per i libri

La libreria Acqua Alta, punto di riferimento storico veneziano per gli amanti dei libri (e dei gatti), è da molti considerata la libreria più bella e suggestiva del mondo grazie alle sue pile di libri, ai suoi scaffali in legno e alle barche che riempiono ogni spazio. Nata nel 2004 da Luigi Frizzo, a causa dell’acqua alta ha recentemente subito grosse perdite e danneggiamenti. Acquistare qui un regalo di Natale ha quindi una duplice valore: da un lato aiutare i gestori e dall’altro regalare un simbolo di cultura e storia, di lotta e rinascita. Se stai pensando di regalarle uno dei gatti dormiglioni che si incontrano tra i libri, devo fermarti: sono, ahimè, off-limits.
Calle Lunga Santa Maria Formosa, 5176b - 041 2960841

Per le maschere

In Calle Lunga Santa Maria Formosa, vicino libreria Acqua Alta, c’è Schegge Art&Craft, un piccolo negozietto di maschere e decorazioni veneziane. Andare alla loro ricerca in laguna non è poi così difficile: in ogni campo e in ogni calle si trova un negozio in cui vengono esposte, è però difficile trovare maschere che non siano tutte uguali. Ogni creazione da Schegge ha la sua storia da raccontare, o per quanto riguarda la sua produzione o la sua decorazione. Non vorrai mica farla sentire parte di un gregge di pecore, no? Il bue e l'asinello oggi te li risparmio.
Calle Lunga Santa Maria Formosa, 6185 - 041 5225789

Foto di copertina dalla pagina Facebook di Libreria Acqua Alta

  • VACANZE IN CITTÀ

scritto da:

Irene Paladino

Romantica e testarda. Amo il cibo e gli spritz, specialmente se in piazza con un'allegra e pazza compagnia. Libri, gatti e il mare della Sicilia sono gli ingredienti della mia felicità.

POTREBBE INTERESSARTI:

I bistrot degli chef stellati: quando l'alta cucina è anche accessibile

Dalla celebrity Cannavacciuolo, ai tre stelle Michelin Enrico Crippa e Niko Romito, tante le tavole dove si mangia bene, spendendo il giusto.

LEGGI.
×