​Con grande gioia, tornano le Giornate FAI di primavera

Pubblicato il 27 aprile 2021 alle 08:00

​Con grande gioia, tornano le Giornate FAI di primavera

Appuntamento sabato 15 e domenica 16 maggio nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria.

Ville e parchi storici, residenze reali e giardini, castelli e monumenti che svelano spazi sorprendenti, aree archeologiche e musei insoliti; e ancora, orti botanici, percorsi naturalistici da godersi anche in bicicletta, itinerari in borghi che custodiscono antiche tradizioni: anche quest’anno le 600 aperture in oltre 300 città proposte in occasione delle Giornate FAI di Primavera racconteranno l’eccezionale varietà del patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese.


Un appuntamento che si rinnova ogni anno, dal 1993, il primo weekend di Primavera, una grande festa dei Beni Culturali aperta a tutti e alla quale in 26 anni hanno partecipato più di 10 milioni di Italiani. Un successo.

Le Giornate FAI di Primavera, oltre a essere un momento di incontro tra la Fondazione e la gente, sono anche un importante evento di raccolta fondi: prendervi parte permetterà infatti di sostenere la missione del FAI in un momento particolarmente delicato. Per farlo il pubblico potrà effettuare una donazione libera - del valore minimo di 3 € - e anche sottoscrivere l’iscrizione annuale, online oppure in piazza durante la manifestazione.

La donazione online consentirà di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti disponibili saranno limitati.

Foto di copertina da ufficio stampa FAI

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

La Settimana Mondiale della Celiachia

Una serie di appuntamenti dedicati a grandi e piccini per sensibilizzare sulla celiachia organizzati da AIC Lombardia

LEGGI.
×