Studenti e lavoratori di Roma, riuniamoci: ecco 5 locali per studiare e lavorare al pc

Pubblicato il: 10 dicembre 2018

Studenti e lavoratori di Roma, riuniamoci: ecco 5 locali per studiare e lavorare al pc

Caffetterie, bar, tea room...

Lo ammetto: sono una nerd. Studiare mi è sempre piaciuto, ma farlo in casa mi ha sempre fatto una certa tristezza. Con la mia comitiva universitaria funzionava così: si iniziava da un numero variabile di giornate in biblioteca, ognuno chino sul suo libro, o davanti al suo pc, e si finiva, qualche giorno prima dell’esame a organizzare sessioni di apprendimento matto e disperatissimo condiviso, tra litri di caffè, declamazioni e deliri isterici. Onde a evitare rappresaglie di bibliotecari e altri studenti abbiamo iniziato a incontrarci all’interno di caffetterie che disponessero di comode sedute e connessione wi-fi. L’espediente assai funzionale - sia per i generosi divulgatori di sapere, che per i procrastinatori seriali - ci ha portati non solo, più o meno dignitosamente, al traguardo finale, ma anche a conoscere un buon numero di locali romani ideali per studiare e lavorare al pc, locali che tutt’oggi ci piace frequentare. Voglio raccontarti quelli che decisamente preferisco.

Lavoro meglio con tè e macaron

Al Millefoglie Macaron & Tea, nel cuore di San Giovanni, devo non solo parte della mia laurea ma tutte le mie competenze in fatto di tè e infusi. Si tratta di una sala da tè in stile anni ’50, un salotto molto confortevole dalle tinte pastello, capace di trasmettere tranquillità (bene assai prezioso quando apprendi a 2 giorni dall’esame la comparsa in bibliografia di un libro in più). Connessione wifi gratuita e un sacco di leccornie. A metà pomeriggio approfittavamo infatti ella formula Tè afternoon: un gusto di tè a scelta e una fetta di torta home-made. Oggi rimane per me posto affezionatissimo, dove sfogliare un libro, lavoricchiare al pc, o incontrare le amiche davanti a una tazza fumante e qualche dolcetto. Tra i suoi macaron, scones, tartufini, muffin, biscotti e pasticcini secchi ho visto davvero passare i miei sabati pomeriggio.

Un higgy hug

Al mio compagno che devo il grande merito di avermi fatto conoscere Materia, il primo - e ad oggi unicohiggy cafe di Roma. Con i suoi arredi e oggetti di design, le piante, le stampe, le riviste, l'atmosfera accogliente e tranquilla che emana, sa davvero metterti nel mood lavorativo giusto. Un grande tavolo in legno, accoglie fino a otto ospiti, ma ci sono soluzioni anche più raccolte, tra cui la mia preferita: l’angolo lettura del bowindow. È aperto a partire dalla colazione, con una proposta parecchio ampia di caffetteria italiana e più propriamente nordica, estratti, tè e tisane. A pranzo diverse formule di menu (compresi panini a 5 euro acqua compresa!). Possibilità di merenda nel pomeriggio e pure di aperitivo (taglieri, piattini di cicchetti vari) e cena (piatti espressi e burger). Capisci perché ci ho passato giornate intere?

Il caffè che più letterario non si può

Come potrei non citare il più che noto Caffè Letterario in via Ostiense? Non c’è umanista nerd che non ci abbia trascorso almeno un pomeriggio a studiare, leggere e stare al pc. Si tratta di un vero e proprio polo culturale con bookshop, spazio eventi e coworking, negozio di design, ristorante e bibliocaffè, con connessione wifi gratuita. Tra gli scaffali ricolmi di libri, nei grandi e piccoli tavoli, puoi metterti a studiare da solo o in gruppo, lavorare a computer, consultare volumi (specie di cinema, musica e narrativa), riviste e giornali, anche stravaccato su comodi divani. Il caffè non è insomma un semplice punto di ristoro e relax, ma uno spazio ideale per mettersi all’opera mai isolati e tempestati di stimoli. Nel pomeriggio, infatti, puoi anche partecipare a letture, eventi editoriali e dibattiti, magari davanti a un tè o una cioccolata calda. Dalle 19 alle 21 non raramente l’aperitivo (a buffet) è accompagnato da vernissage e iniziative culturali. Ti consiglio di tenerne monitorato il calendario sul sito o la pagina facebook. Occhio soltanto che il lunedì è chiuso.

Fusa infrasettimanali

Sempre ad Ostiense, dalle 15.30 alle 19, il Romeow Cat Bistrot accoglie, con i suoi pelosi inquilini, studenti e lavoratori provvisti di libri e pc. Come avrai dedotto si tratta di un cat cafè, o meglio, un cat bistrot, progetto ispirato al genio di Murakami o, più precisamente, al suo amore per i gatti, tipico peraltro della tradizione giapponese. Tra i suoi tavoli in legno, le pareti nei toni dell’azzurro, l’atmosfera friendly, ci si può studiare dal mercoledì al venerdì, in orario 15.30-19.00. Ad addolcire i pomeriggi di studio/lavoro, oltre ai sei dolcissimi felini, smoothie ed estratti, ma anche ottime torte fatte in casa. Alternative vegan e ingredienti a km0 sono all'ordine del giorno.

Studio a colori

Piazza Navona. Mentre bar e ristoranti acchiapaturisti regnano sovrani, bastano pochi passi per scoprire una piccola perla, gradita tanto ai romani quanto ai visitatori stranieri. È il coloratissimo Ex-Circus, caffè, study lounge, tea room, cocktail bar e spazio per esposizioni artistiche, animato da un’atmosfera sempre allegra ma mai banale, intrisa di arte e cultura. Te lo dico fuori dai denti: se vuoi darti a vita eremitica e mantenere concentrazione assoluta vacci di giorno ed evita il tardo pomeriggio-sera, visto il costante via vai di gente. Puoi scegliere sia postazioni per singoli che tavoli per più persone, ma anche confortevoli divani, in cui puoi sfogliare liberamente riviste messe a disposizione di chiunque. Condicio sine qua non: il wifi è esteso a tutto il locale e gratuito. L’offerta gastronomica gode di influenze mitteleuropee, contemplando anche alternative vegan. Ottimi i bagel farciti, l’avocado toast e le torte fatte in casa.

  • LOCALI PARTICOLARI
  • EAT&DRINK

scritto da:

Martina Vascellari

Letterata Clubber Junk food addicted

POTREBBE INTERESSARTI:

​10 cocktail famosi e come preparali a casa. Con i consigli giusti

Quelli di barman autorevoli che in tempo di quarantena si danno ai tutorial.

LEGGI.
×