Domenica brunch a Milano: 10 ristoranti che ti fanno viaggiare nelle cucine di tutto il mondo

Pubblicato il: 16 ottobre 2020

Domenica brunch a Milano: 10 ristoranti che ti fanno viaggiare nelle cucine di tutto il mondo

Il brunch a Milano nel weekend non è più solo una moda passeggera, è diventato quasi una tradizione. Può essere una proposta alternativa rispetto al solito pranzo, un modo per assaggiare piatti di altre culture gastronomiche, la giusta pausa dopo una mattinata di shopping in Corso Buenos Aires, la soluzione non troppo formale per riprendersi da una serata impegnativa uscendo allo stesso tempo di casa, il rimedio a una sveglia che non ha suonato quando il mattiniero della coppia ti aspetta per fare colazione assieme. Insomma questo pasto intermedio tra colazione e pranzo può risultare fondamentale, quindi ecco una lista di locali che non propongono il solito brunch, ma spaziano tra proposte culinarie di tutto il mondo.

Il brunch indiano - Tara

Uno dei brunch più saporiti nel panorama milanese è quello al Tara, ristorante dall’atmosfera accogliente grazie alla presenza di colori caldi e alle grandi lampade a forma di lingue di fuoco. Il brunch domenicale per questioni di sicurezza non si svolge più a buffet ma alla carta. Il costo è di 13€ con bevande escluse e include un piatto di carne, di pesce o di verdure a scelta tra quelli tipici come il Chicken Tikka Tandoori, bocconcini di pollo accompagnati da salsine artigianali a base di coriandolo, zenzero, menta e peperoncino verde; la Pakora, bocconcini di cipolla, melanzane e patate in una pastella con farina di ceci; Gamberoni Tandoori, cotti in verticale nel forno Tandoor dopo essere stati marinati per ore in diverse spezie, non manca il pane naan servito fragrante direttamente al tavolo. Guarda il menu del Tara.
Tara. Via Domenico Cirillo, 16 - Milano. Tel: 023451635

Il bruch mediterraneo (e non solo) – Rubacuori

La cucina mediterranea ha incontrato la tradizione anglosassone del brunch grazie allo chef Domenico Mozzillo. L’hotel Château Monfort, ogni domenica dalle 13.00 alle 15.30, lo organizza al Ristorante da fiaba Rubacuori. La formula a buffet è stata modificata e ora è possibile ordinare tutti i piatti comodamente seduti al tavolo al costo di 45€ a persona con acqua e vino inclusi, mentre per i bambini sotto i 10 anni il prezzo è di 22€. Tra gli antipasti e stuzzichini si possono trovare affettati e formaggi, come la toma, il gorgonzola e la provola; gli arancini napoletani e la mozzarella in carrozza. Nei primi spiccano la parmigiana e i cannelloni con la besciamella, mentre tra i secondi di pesce il polpo grigliato con olive taggiasche, sedano e pomodorini. C’è anche una sezione dedicata alla tradizione anglosassone con salsicce, bacon, wurstel, patate e pancake, per non parlare di quella dedicata ai dolci con torte glassate e al tiramisù.
Ristorante Rubacuori. Château Monfort, corso Concordia, 1 - Milano. Tel: 02776761

Il brunch americano – L'Ov

Per trovare il tipico brunch (breakfast-lunch) dolce e salato a stelle e strisce bisogna passare da L’Ov il sabato, la domenica e i giorni festivi dalle 11.00 alle 16.00. Dal nome è già chiaro che la specialità della casa sono le uova cucinate in mille modi: strapazzate, al tegamino, in camicia, servite su pane casereccio tostato con salsa olandese ed erba cipollina, alla benedict servite su crostone di pane e accompagnate da bacon croccante, o salmone norvegese affumicato e salsa olandese (Oslo), o avocado, mandorle tritate, riduzione di aceto balsamico e salsa olandese (Nazca). L’Ov Brunch include caffè americano e un succo di frutta a scelta tra arancia e ananas al costo di 23€ per quello dedicato alle uova “Eggs Brunch” e 21€ per l’alternativo “French Toast Brunch”.
L’Ov. Viale Premuda, 14 - Milano. Tel: 0236638692

Il brunch scandinavo – Hygge

Hygge è un sostantivo delle lingue danese e norvegese usato per definire un sentimento o un'atmosfera correlate a un senso di comodità, sicurezza, accoglienza e familiarità. Questo è lo stile di Hygge e del suo menu dalle proposte scandinave. Sia sabato che domenica, dalle 10.30 alle 15.30 con 23€, si può scegliere tra il brunch versione Regular, e quello Vegan: con caffè filtrato con refill e spremuta inclusi. Ciascuno contiene poi piatto principale a scelta (uova oppure l’open toast homemade “smørrebrød” con abbinamenti vegan che cambiano sempre), due contorni, uno yogurt e una fetta di dolce artigianale (o croissant).
Hygge. Via Sapeto ,3 - Milano. Tel: 3421821955

Il brunch continentale - Four Seasons

Il tempio del lusso e della golosità è l’Hotel Four Seasons, che dal 20 settembre fino a maggio organizza i brunch ogni domenica. Musica dal vivo, area giochi con servizio di babysitting, un menu continentale elaborato dall’executive chef Fabrizio Borraccino, tutto nel pieno rispetto delle misure di sicurezza. Il costo è di 110€ a persona (bevande escluse, vini à la carte); 55 euro per bambini da 6 a 12 anni; gratuito per bambini fino a 5 anni. Dal tavolo gourmet dei formaggi e dei salumi, a quello delle uova, poi quello di pesce con crudo e ostriche, fino ad arrivare alla sezione più golosa: i dolci. È tappa obbligata la Chocolate Room, rivestita da pannelli di cioccolato decorati, con praline e bon bon al cioccolato di ogni tipologia, ma anche gelati artigianali del pastry chef Daniele Bonzi come il Sassy Caramel – con sesamo nero e caramello salato, Sweet Heart – un blend di vaniglie di Bora Bora, del Madagascar e Tahiti, e molti altri gusti creati in base alla stagionalità.
La Veranda. Four Seasons, via Gesù, 6/8 - Milano. Tel: 0277088

Il brunch inglese - Salt – Food Atelier

A Porta Romana i piatti inglesi sono approdati a Milano con la formula del brunch da Salt – Food Atelier. Dalle 11.00 alle 15.00 si può sfogliare il menu à la carte scegliendo tra insalate, burger, bagel, uova, dolci e bevande. Degni di nota gli scones, paninetti lievitati di origine scozzese, serviti con burro, marmellata, panna montata fresca e frutti di bosco e in generale i dolci che vengono sfornati ogni domenica come i brownie, il banana bread, la carrot cake, la cheesecake e molti altri.
Salt – Food Atelier. Via Pier Lombardo, 19 - Milano. Tel: 0236508654

Il brunch francese – Égalité

Una boulangerie (panificio), una caffetteria e un bistrot per aperitivi, ma anche il locale per un brunch tipicamente francese: Égalité è tutto questo. Un breakfast-lunch alla carta sia dolce che salato, che si svolge ogni sabato e domenica fino alle 15.00. Si declina in cinque differenti combinazioni con una portata principale e svariate altre proposte, più una pensata per i più piccoli. C’è il croque-monsieur, la baguette con burro salato e marmellate, le sardine alla provenzale, la quiche lorraine, l’insalata con formaggio di capra; il tutto rigorosamente accompagnato da caffè, spremuta d’arancia fresca e acqua.
Égalité. Via Melzo, 22 - Milano. Tel: 0283482318

Il brunch asiatico – Tenoha

Nel cuore dei Navigli c’è un concept store che vorrebbe diffondere la cultura giapponese nelle sue varie sfaccettature, anche dal punto di vista culinario. Al Tenhoa il menu è ricco di influenze asiatiche e ogni sabato e domenica dalle 11.30 alle 15.30 viene organizzato il brunch al costo di 22€ a persona. Comprende acqua, caffè/cappuccino/the, un piatto Omeza (dolce risveglio), un piatto Shushoku (contributo energetico), un piatto Shusai (piatto principale) e due piatti Kobachi (piccoli piatti). Si possono aggiungere per 4€ sashimi di tonno o carpaccio di ricciola con salsa di soia e ai pomodori secchi. Tutti i piatti vengono portati insieme su un vassoio di legno: nel locale dallo stile essenziale, o nel piccolo dehors.
Tenhoa. Via Vigevano, 18 - Milano. Tel: 0280889147

Il brunch internazionale – God Save the Food

Con quattro locali a Milano nei quartieri di Tortona, Brera, Piave/Porta Venezia e l’ultimo nato al piano -1 di Rinascente – Duomo, God Save The Food è un must in termini di brunch (anche take away). Tutti i sabato, domenica e festivi, dalle 12.00 alle 16.00, si può scegliere nel menu internazionale tra club sandwich in pieno stile newyorkese, wok servita con riso thai e semi di papavero con diversi condimenti (pollo e verdure, salmone e patate, versione veggie mediterranea), sapori speziati del Medio Oriente come nell’hummus: crema di ceci servita con pane arabo e paprika.
God Save the Food. Via Tortona, 34 - Milano. Tel: 0289423806

Il brunch americano (con l’avocado) – Avo Brothers

Dalle 10.00 a tardo pomeriggio è possibile guastare un brunch alla carta in stile americano in cui il protagonista indiscusso è l’avocado da Avo Brothers. Il colore dominante è il verde nel locale, ma nei piatti domina la fantasia. Il frida taco è una proposta vegana che consiste in tre tacos di mais blu ripieni di Frijoles di fagioli rossi, avocado, cavolo, maionese vegana alla paprika, il Pink burger è di colore rosa ed è farcito con hamburger vegetariano con lattuga, avocado, barbabietola e maionese alla paprika (accompagnato da patatine fritte), tra i dolci i pancake versione matcha sono verdi e sono composti da grano saraceno e tè matcha, con frutti di bosco, pistacchi caramellati, salsa di yogurt e miele, sciroppo d’acero.

Avo Brothers. Corso XXII marzo, 25 - Milano. Tel: 0249502504

Foto di copertina dal profilo Facebook di Hygge
Foto interne prese dalle pagine social dei locali

 

  • BRUNCH
  • TENDENZE FOODIES
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

La bellezza dei territori raccontata da 1700 sindaci in un Social Digital Contest

Più di 1700 sindaci partecipano al contest social per raccontare le bontà e bellezze del proprio paesaggio. Il giudice sarà Edoardo Raspelli

LEGGI.
×