5 + 1 agriturismi da Conegliano in su per una cena bucolica di fine estate

Pubblicato il: 29 agosto 2020

5 + 1 agriturismi da Conegliano in su per una cena bucolica di fine estate

Dove il prosecco è Docg e di produzione propria

Le doverose premesse a quanto stai per leggere sono le seguenti. La prima è che, se non ti piace la carne della cucina trevigiana e veneta, l’agriturismo tra le colline del prosecco non fa per te. La seconda è che ripeterò svariate volte l’espressione “di produzione propria” e i suoi sinonimi, dopotutto si tratta di agriturismi e qui funziona così: ci si procura le materie prime, le si cucina e le si serve a modico prezzo. In molti casi, puoi anche acquistarle. 

L’agriturismo è un’alternativa al ristorante spesso ignorata, eppure ci sono quiete e natura (che ci riporta un po’ con i piedi per terra in un mondo dominato da social, frenesia e desiderio di successo), c’è buona cucina, tutta o quasi fatta in casa, e costa meno, molto meno. In questi 6 agriturismi tra le colline di Conegliano c’è pure prosecco Docg; colline che, insieme a Valdobbiadene, dalla scorsa estate fanno parte del Patrimonio dell’Unesco. Io mi domando come mai non lo fossero già.

A Vittorio Veneto


Althea è un casolare in pietra risalente al Settecento, un agriturismo con vista sui vigneti di Conegliano dai quali produce prosecco Docg e Cabernet franc e sauvignon. Puoi goderti questo panorama dai tavoli nella terrazza-giardino, ideale nella bella stagione per una cena o per un pranzo domenicale. Da Althea trovi menu stagionali con antipasti (6€)*, primi (6€)* e secondi (10€)* di terra; tutto di propria produzione, compresi la pasta e i dolci (3,50€)*. Sì, insomma, tutto è a Km0. Le specialità della casa sono la tiepida di manzo, aromatizzata con olio caldo al rosmarino, e la sopressa, disponibile anche per rivendita. 
*Prezzi dal menu estivo 2020
Althea - Via Confin, 57 - Vittorio Veneto (Tv) - 0438560511

A Tarzo 


Nel 2001 l’azienda agricola Dalle Crode ha deciso di aprire il proprio agriturismo, per la fortuna delle papille gustative dei clienti, e così è nato Castagnera, che di recente ha ottenuto il diploma di accoglienza di qualità dalla Coldiretti di Treviso. La sala interna, dall’atmosfera intima, ha una vetrata che offre un bello scorcio sulla vallata. La scelta nel menu è sempre ampia; un menu che cambia settimanalmente e a seconda della stagionalità delle materie prime, prodotte quasi tutte in azienda. La peculiarità di Castagnera è la presentazione elegante dei piatti, che è molto curata per essere una cucina da agriturismo, ma tranquillo: i prezzi restano nella media degli agriturismi. 
Castagnera - Località Castagnera Alta, 50 - Tarzo (Tv) - 0438564108

A Susegana 

Sempre nel mezzo delle colline di Conegliano Valdobbiadene si trova la società agricola e agriturismo Camoi. Questa volta, però, i tavoli all’esterno con vista sui vigneti sono sotto delle viti di uva fragola. Qui le porzioni sono abbondanti e le etichette sono firmate Camoi. I salami, i cotechini, le sopresse e gli altri insaccati, così come le confetture di frutta (frutta a seconda della stagione) sono di produzione propria. Non solo puoi degustarli nell’agriturismo, ma puoi anche acquistarli e rifocillare la dispensa di casa (tua o di qualche amico o famigliare). Il re della cucina, però, è lo spiedo. La spesa media è di 20 euro a testa, più il vino. 
Camoi - Via Cucco, 60 - Collalto di Susegana (Tv) - 0438840423

A Pieve di Soligo


Da Muner, che in dialetto significa “mugnaio”, trovi quattro diversi menu a seconda che sia autunno (verze, castagne), inverno (radicchio trevigiano, funghi, zucca), primavera (“sciopetin”, fiori di zucca, fragole), estate. Puoi mangiare alla carta oppure optare per il menu fisso a partire da 26 euro, prezzo che include dolce, caffè, acqua, vino e pure la polentina con salsa ai formaggi, che da Muner è una piccola tradizione. La carne è allevata in casa, i vini sono di propria produzione. Solo in pochi casi ci si affida ad altre aziende, ma comunque locali. Puoi gustare tutto ciò anche nella terrazza all’aperto: un angolo verde di pace. 
Da Muner - Via S. Zuanet, 2 - Pieve di Soligo (Tv) - 0438978033

A Collalto


Il Vecchio Tornio accende i fornelli sono nel weekend, mentre durante il resto della settimana si dedica alle attività agricole, le stesse che forniscono la quasi totalità delle materie prime utilizzate in cucina per preparare, ad esempio, la sopa coada e lo spiedo di pollo e maiale, che è la specialità della casa. Il pasto inizia con degli abbondanti antipasti e si conclude con il parampampoli, una bevanda calda e alcolica, servita alla fiamma, tipica dei mercatini invernali del Trentino, a base di caffè, grappa, vino, zucchero e spezie. Anche qui il prezzo è nella media degli agriturismi, ma non tutti gli agriturismi possono vantare tra il personale la simpatica signora Carla. Il Vecchio Tornio sì. 
Vecchio Tornio - Via Cucco, 97 - Collalto (Tv) - 0438840438

A Refrontolo

Da Garbonier i tavoli all’aperto si trovano sotto un gazebo, nel verde della quiete di campagna. La cucina contadina, tipica trevigiana, è fatta di materie prime di propria produzione (anche miele), il che implica un menu che varia a seconda delle stagioni. Ciò che però non è altrettanto scontato sono l’accoglienza familiare e i pasti abbondanti e gustosi, che terminano con un mix di dolci, sempre fatti in casa, il tutto con un conto nella media. Tra gli antipasti ci sono la sopressa, l’ossocollo e la pancetta con verdure in agrodolce; tra i secondi la carne in tecia; su prenotazione, cena di maiale a base di cotechino, salsicce e "ossi de casada".
Da Garbonier - Via Crevada, 29/A - Refrontolo (Tv) - 3331716922


Foto interne dalle pagine Facebook dei locali
Foto di copertina da Pixabay

  • SPENDO POCO E MANGIO BENE

scritto da:

Giulia Cescon

Ho un superpotere: mi circondo di ritardatari cronici pur essendo sempre in anticipo. Amo il lunedì, non mi piace la birra e mi sveglio sempre dopo il primo squillo di sveglia. La normalità è sopravvalutata.

IN QUESTO ARTICOLO
×