Per una volta non è Milano. Lecco e le tendenze foodies

Pubblicato il: 16 gennaio 2020

Per una volta non è Milano. Lecco e le tendenze foodies

Dal poké al sakè

Milano caput mundi. No, non c’è mica nessun errore. Se si parla di tendenze foodies, altro che Roma, tutto inizia proprio sotto la Madonnina. Troppo facile però scovare qui le ultime tendenze. L’esperimento ardito, ma poi neanche troppo, è quello di trovare le ultime variazioni sul tema food anche a Lecco. Sarà che ho un irresistibile richiamo per il lago, oppure ho solo voglia di fare un giro fuori Milano durante le Feste. Insomma, chissenefrega del pretesto, quello che conta è la sostanza. E, quindi, scopriamo dove bere un ottimo sakè magari dopo aver mangiato un poké con vista lago, alla scoperta delle ultime tendenze foodies a Lecco.

Il sakè

 Shabu Lecco è stato il primo Shabu a proporre uno spazio dedicato esclusivamente ai cocktail. La drink list unisce i grandi classici con le ultime tendenze in fatto di miscelazione. Il menu propone prelibatezze giapponesi, sushi e sashimi ma anche qualche piatto fusion. Prima di cena ma anche dopo, puoi passare dal cocktail bar e concederti un sake, scegliendo tra la vasta selezione presente. La tipica bevanda giapponese viene anche chiamata “vino di riso” proprio perché viene utilizzato riso nel processo di fermentazione. Non è un liquore e neppure un distillato. Insomma il sake, ma si può scrivere anche con l’accento, è una categoria a parte. Se sei curioso di scoprire qualcosa di più, qui vengono organizzate tante serate di degustazione.
Shabu Lecco - via Gorizia 5, Lecco - tel. 0341081031

Il poké

Il classico street food hawaiano spopola ormai da qualche tempo a Milano. E a Lecco puoi comporre la tua bowl di poké al J Cafè, in pieno centro. Location accogliente, non troppo grande, servizio attento e veloce. Funziona come in quasi tutte le pokerie: scegli la base delle bowl e poi la componi con quello che vuoi, avocado, salmone, tonno, e via dicendo. Un’informazione di servizio che farò tanto piacere ai celiaci: c’è anche la salsa di soia senza glutine.
J Cafè - via Cattaneo 33, Lecco - tel. 0341209334

Il tè matcha

Non si beve solo tè matcha ma qualcosa di più originale. Da Teando si serve il bubble tea: scegli il tè (milk, alla frutta o puro) che ti viene servito in un bicchiere sigillato con un topping che va dalle perle di tapioca alle gelatine di cocco, passando per l’aloe vera. Il tè puro è quello nero oppure verde al gelsomino, il tè matcha è al latte. Un modo originale per bere il tè, che diventa così qualcosa di più sfizioso. Da provare.
Teando - Bubble Tea & Gelato - via Nazario Sauro 11, Lecco 

La cena etnica

Punjab ha portato un po’ di India sul lago di Lecco. Se l’intento è quello di scoprire una cucina lontana, a Lecco, la scelta potrebbe ricadere su un menù indiano. Cultura culinaria millenaria quella indiana, le proposte della cucina si caratterizzano per l’uso originale di erbe e spezie, che impreziosiscono le pietanze preparate seguendo diverse tecniche di cottura. Da provare i gamberoni giganti, Madrasi Jhinga, cotti nel forno Tandoor.
Punjab Ristorante indiano - Lungolario Cadorna 18, Lecco - tel. 0341365831

La cena vegana

Chiudiamo il giro alla scoperta delle tendenze foodies sulla sponda lecchese del Lario, spostandoci in provincia di Lecco, in uno splendido agriturismo sulle colline di Viganò. Da Teresa delle fragole si può mangiare con la certezza che tutti i prodotti utilizzati sono biologici e certificati, senza ingredienti congelati o surgelati. La cucina è vegetariana ma c’è sempre un’alternativa vegana. Per non sbagliare meglio scegliere il menù completo, così si riesce a provare un po’ di tutto.
Teresa delle fragole - via Piave 16, Viganò (LC) - tel. 3406927978


Foto interne dalle pagine Facebook dei locali
Foto di copertina da Pixabay

  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Dining bond. Una scommessa sui pranzi e le cene che torneremo a fare

La “cena che verrà”, ma che fa del bene in tempo di chiusura forzata.

LEGGI.
×