INDIRIZZO:

Circonvallazione Gianicolense 249, Roma (RM)

ORARI:

aperto 18:30 → 02:00; chiuso mercoledì

TELEFONO:

065376806

SEGUI SU:
DA MANGIARE:

piatti tipici scozzesi; scampi scozzesi; salmone al whisky; salmoni affumicati e selvaggi; tartare mare e terra (ad esempio manzo danese e tonno); carpacci di pesce; fritto di salmone al whisky.

DA BERE:

whisky e birra scozzese alla spina; Fettercairn Whisky; Bruichladdich Whisky; loro imbottigliamenti.

DA ASCOLTARE:

sottofondo musicale rock, blues, jazz: tutte riproduzioni di dischi vinili

REVIEW 2NIGHT

Se il locale si chiama Le Bon Bock, ovvero il buon boccale, secondo voi che cosa si potrà bere? Bhè la scelta delle birre scozzesi è ampia, anche perchè fu precursore della moda delle birre artigianali e delle birre di spessore. Il nome del locale ha comunque una storia interessante: si riconduce al celebre quadro di Manet del 1872. Bock, infatti, era una birra scura fatta in primavera e il quadro rappresenta un caro bevitore.

Dal 1992, oltre che per soddisfare le esigenze degli estimatori della birra di alta qualità, Le Bon Bock si è affermato per essere anche un punto di riferimento per gli amanti del whisky con circa 300 tipi da degustare.

Molto più di un pub, non aspettatevi hamburger e patatine fritte, qui ad andare in scena sono piatti tradizionali e ricercati cotti anche nella birra! Dai dischi in vinile all'arredamento in legno, il gestore Stefano vi accoglierà e saprà consigliarvi al meglio su che cosa bere: i suoi tanti viaggi nella magnifica Scozia lo hanno fatto diventare un vero estimatore del whisky e del buon bere tant'è che da anni ha sviluppato anche un suo imbottigiamento.

Le Bon Bock ha anche uno shop rivendita di vini, birre e whiskey in via dei Colli Portuensi 165 quindi, se non vi è bastato l'assaggio della sera, potete andare a comprare un ricordo da degustare a casa nelle serate in cui vi sentite più da poltrona e meno da pub!

Primavera 2019
 

  • PUB
  • COCKTAIL BAR
PROMOTIONAL REVIEW

5 motivi per andare a Le Bon Bock Cafè

UN VIAGGIO IN SCOZIA - Sulla scia dei tipici scottish pub, l’arredo tiene fede alla tradizione: mobilio in legno, luci soffuse e bottiglie a perdita d’occhio; - Musica soft e rigorosamente con riproduzione di dischi in vinile (jazz, rock e blues); -  Tranquillità garantita dalla precisa scelta del gestore Stefano che predilige tavoli con un massimo di 6 persone. IL CIBO - Il menu, ampio e selezionato, offre il meglio della trazione scozzese; - Per gli amanti del pesce la selezione è...

LEGGI TUTTO
×