I locali nascosti da scoprire nel centro di Treviso

Pubblicato il 7 marzo 2024

I locali nascosti da scoprire nel centro di Treviso

La serata a Treviso è un classico sia per chi ci abita, sia per chi arriva dalla provincia (e oltre); sì ma dove andare? Certo se c’è qualcosa che non scarseggia nel capoluogo di provincia sono i locali ma perché frequentare sempre gli stessi –magari i più visibili- di fronte a una corposa possibilità di scelta? Oltre agli ambienti più conosciuti, che non potete non aver notato nel corso delle vostre passeggiate per il centro storico, ce ne sono infatti altri meno visibili nei quali è difficile imbattersi per caso senza conoscerli. Segreti perché al di fuori delle vie più battute da pedoni e auto e, in alcuni casi, segreti per il loro interno che sorprende rispetto a ciò che ci si aspetterebbe vedendoli da fuori. Mi riferisco a ristoranti, trattorie, caffè, sale da tè, hamburgerie e cocktail bar segreti che vi aiuterò a scoprire in questo articolo.

Un giardino a due passi da Piazza dei Signori

Non possiamo che iniziare il nostro tour dal Secret Garden in via Barberia, a due passi da Piazza dei Signori; è sufficiente imboccare la strada e poi girare l’angolo e ci si trova dinnanzi a questo locale che cela un incredibile giardino. La storica dimora gotica Ca’ dei Ricchi, adornata da una moltitudine di piante, isola gli avventori dal resto della città collocandoli in un ambiente accogliente e rilassante. Oltre al caffè, il Secret Garden è conosciuto per i pranzi preparati con ingredienti di grande qualità, per gli snack, gli aperitivi e i long drink. È inoltre comunicante con il Crich Corner di cui condivide la proprietà e i due ambienti lavorano in simbiosi. Un avventore del Secret Garden che dovesse sentire improvvisamente il desiderio di assaporare un pasticcino macaron, specialità del vicino Crich Corner, non avrebbe quindi bisogno di alzarsi dal tavolo nel rilassante giardino segreto, ma potrebbe bensì ordinarlo mantenendo il proprio posto tra il verde. Ogni riferimento alla sublime qualità dei macarons artigianali è puramente voluto.
Secret Garden, Via Barberia, 25, Treviso – tel. 0422911445

La musica e la cultura sono protagoniste in galleria


Il Dump è un locale “segreto” in quanto collocato in galleria ma non si può dire che l’ubicazione ne limiti la popolarità. Frequentato soprattutto a orario aperitivo e dopo cena, è celebre come cocktail bar ed è anche snackeria. La caratteristica principale del Dump è senz’altro quella di incentrare molte delle proprie serate su iniziative musicali, assoluta rarità per un locale del centro storico di Treviso: ogni venerdì e sabato c’è un appuntamento fisso con dei Dj set tematici che spaziano in base alla serata su vari generi musicali per intercettare gli interessi di diversi tipi di clientela e far scoprire agli amanti della musica sonorità e artisti nuovi. Se questi appuntamenti con le selezioni dei Dj avvengono con cadenza regolare, il giovedì e la domenica si tengono tuttavia spesso anche altri tipi di iniziative quali esibizioni live di band rock, pop e jazz, racconti di filoni di musica alternati a momenti di ascolto, spettacoli di stand-up comedy e presentazioni di libri. 
Dump, Galleria Bailo, 7, Treviso – tel. 3406429617

Il miglior hamburger di Treviso

A due passi dal Dump, l’hamburgeria Teste Matte ne condivide l’ubicazione segreta. Locale specializzato burger e birre, Teste Matte ha vinto per due anni consecutivi il premio come miglior hamburgeria di Treviso. Il menu è caratterizzato da panini tutti realizzati con la pasta della pizza. Il più ordinato dai clienti è il Duca che racchiude al suo interno bacon croccante, cipolla caramellata e ovviamente carne di manzo. Oltre alla vicinanza geografica col Dump, Teste Matte in sinergia con lo stesso ha organizzato alcuni eventi ed entrambi hanno ospitato una mostra in occasione dell’ultimo Treviso Comics. 
Teste Matte. Galleria Bailo, 12, Treviso – tel. 3497870666

Il tè e la cultura giapponese a Treviso


Ikiya è in pieno centro a Treviso ma è comunque segreto perché non si trova in una via popolata da locali. Nasce come negozio di oggettistica giapponese, a cui in seguito aggiunge la vendita di alimentari prima, di tè poi e infine anche la sala da tè, aperta dal 2019. I tè sono selezionati e importati direttamente dal Giappone sia per la vendita sia per il servizio in loco. Ikiya non propone tè aromatizzati o infusi che non rientrano nella cultura nipponica ma sono prodotti invece creati esclusivamente per il mercato occidentale. L’idea è quella di offrire ai clienti un’esperienza, che gli stessi si rechino da Ikiya ritagliandosi almeno mezz’ora di tempo per sedersi e assaporare con calma il tè come avviene nella cultura giapponese assaggiando qualcosa che normalmente non è a loro disposizione in Italia. La bevanda tradizionale viene servita su vassoi di legno, in foglia e quasi sempre già infusa per evitare che venga bruciata ed è spesso accompagnata da un dolcetto tipico di Kyoto.
Ikiya, Via San Nicolò, 15, Treviso, tel. 0422583130   

Il ristorante in cui tutto è fatto in casa

Michi è un ristorante giovane, nato nel 2018; in precedenza il locale era un bar. Il biglietto da visita principale di Michi è la scelta della materia prima migliore sul mercato, sia che si tratti di carne, pesce (sempre fresco e prevalentemente pescato e non d’allevamento), verdure o farine. Questi ingredienti vengono poi lavorati dal personale dal momento che da Michi è tutto fatto in casa tranne il pane: non ci sono preparati. L’eccezione alla regola del pane non fatto in casa è costituita da una specialità della casa: il pane sfogliato artigianale: lavorato col burro, diventa un prodotto croccante e morbido che ricorda un po’ la piadina. Può essere servito come antipasto da condividere o come portata principale. Sempre in tema di sfoglia, un altro piatto da provare da Michi è il cannolo di sfoglia col ripieno di radicchio, piatto che troverete ancora per poco nel menu in quanto la politica è quella di utilizzare le verdure di stagione. La cucina è l’elemento portante da Michi ma grande attenzione viene riservata anche all’accoglienza e alla soddisfazione dei clienti come dimostrano una lusinghiera media di 4,7 nelle recensioni dei clienti su Google e di 4,6 su Tripadvisor. 
Michi ristorante, Via Campana, 45, Treviso – tel. 04221940858

La trattoria tradizionale con oltre 100 anni di storia

L’Oca Bianca è una trattoria collocata in Vicolo della Torre, una laterale del Calmaggiore. Nonostante difficilmente ci si vada a sbattere per caso nel corso della passeggiata, vanta ben 103 anni di storia alle spalle, di cui 25 anni con l’attuale gestione. Altro elemento che contribuisce alla segretezza è la scelta estremamente rara, coraggiosa e consapevole da parte dei titolari di non essere presenti sui social network, visti come un eventuale elemento di disturbo che potrebbe sottrarre tempo al lavoro impedendo loro di svolgerlo al meglio. I proprietari, avendo acquisito un locale storico, hanno deciso di mantenerne lo stile di arredamento caratteristico nel segno della tradizione. Tradizione che permea anche il menu per gran parte composto da piatti tipici della cucina trevigiana e che è il medesimo a pranzo e a cena perché la ricerca della qualità degli ingredienti non consente una differenziazione. La stagionalità è un altro cavallo di battaglia dell’Oca Bianca anche se alcuni piatti, come ad esempio la pasta e fagioli, a grande richiesta dei clienti, non possono mai essere eliminati, quanto piuttosto serviti più o meno caldi a seconda della stagione. I posti a sedere sono 35 all’interno con l’aggiunta di altri 20 all’aperto durante la bella stagione. 
Trattoria Oca Bianca, Vicolo della Torre, 7, Treviso – tel. 0422541850

Foto copertina di Dump

  • LOCALI PARTICOLARI

scritto da:

Raffo Ferraro

Amo scrivere, leggere, ascoltare musica rock e spesso, sovrapponendo le mie passioni, leggere e scrivere di musica rock. Mi piace frequentare locali, alcuni dei quali mi consentono di coltivare le mie passioni magari davanti a un buon piatto o sorseggiando un bicchiere, ovviamente in compagnia di amici che condividono i miei stessi interessi.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

10 giardini molto belli da visitare per i ponti di primavera

Cura maniacale, specie rare, colorazioni stupefacenti in ogni periodo dell'anno.

LEGGI.
×