Le 7 meraviglie del Grappa: i cocktail bar da conoscere tra Bassano e Vicenza

Pubblicato il: 30 gennaio 2019

Le 7 meraviglie del Grappa: i cocktail bar da conoscere tra Bassano e Vicenza

Oggi ti propongo una gita diversa. Chiamala se vuoi l'evoluzione chic del bacaro tour, prendila pure come una scusa per ficcare il naso tra le ultime tendenze della mixology. Oppure, convinciti che la zona del Monte Grappa va esplorata da un punto di vista diverso, meno naturalistico, più modiva. 
Ecco perché ti propongo sette tappe da non mancare per bere bene da Bassano del Grappa a Vicenza, con tutti gli annessi e connessi: dal tradizionale mezzoemezzo ai drink tailor made. Nessuna scusa: si parte prima di cena, si torna... si torna?

Per un viaggio attraverso il tempo

Quali erano i cocktail più in voga dell'800? Scommetto che non ti sei mai posto la domanda. Roots però, ti serve la risposta in un bicchiere. In questo cocktail bar di Romano d'Ezzelino puoi ordinare un drink di due secoli fa e chiedere un cocktail su misura: il maestro della miscelazione Massimo saprà interpretare i tuoi gusti, anche quelli che ancora non conosci.

Per prendere quello che ti piace

Bottega Campana 1863, a Marostica, non è solo un cocktail bar di livello - con cucina - ma è anche uno shop senza confini: ti piace la sedia sulla quale hai sorseggiato il drink? Con ogni probabilità puoi acquistarla. Per respirare design e fare lo shopping che ti invidiano gli amici. Tutti.

Per i grandi classici e non solo 

Il Cocktail bar di Garage Nardini è il vero tempio dei classici aperitivi Nardiniani. Dopo aver provato il mezzoemezzo, ti consiglio di sperimentare le ardite miscelazioni del bartender e di concludere con la grappa Nardini, in purezza o all'interno di intriganti cocktail.

Per inebriarsi d'assenzio

Circa 10 tipi di assenzio diversi fanno capolino dalla carta degli spirits del Palazzo delle Misture di Bassano. Per un'esperienza particolare e ricercata nel locale che ha portato l'esperienza del Lumière Cabaret Cafè in salita Ferracina, all'interno di un palazzo d'epoca in piazzotto Montevecchio.

Per una serata social

Food & drink, bar & restaurant, il Room di Bassano è amatissimo da più e meno giovani, accomunati dalla voglia di gustare una serata all'insegna della qualità degli ingredienti, di cucina e dell'american bar. Ambiente molto social e soffuso, per aperitivi d'incontro fortuito e fortunato.

Per sbirciare nel caveau

Ovosodo è trendsetter e popolare tra i giovani cool vicentini, non per questo è privo di cicche da intenditori. Per la serie: young ma con savoir faire. Così c'è un vero e proprio caveau di champagne e i cocktail sono magistrali. Da provare la rivisitazione dell'Americano con il Lillet.

Per una bevuta sostanziosa

Di sostanza per due motivi: la qualità dei cocktail - come il Long Island Iced Tea - e la possibilità di non restare a digiuno, in serate di bevuta wild. Al banco della Meneghina di Vicenza c'è sempre il "pezzo" focaccia brevettata un po' pizza, un po' no, servita con salumi, formaggi, pesce e verdure. 

Per restare sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter gratuita di 2night!
Immagine dalla Pagina Facebook di Palazzo delle Misture

  • BERE BENE
  • EAT&DRINK

scritto da:

Martina Tallon

Amo mangiare ma sono sempre a dieta, non riesco mai a stare ferma anche se alla guida sono un pericolo, adoro andare per locali però sono un po' tirchia. Le contraddizioni sono il mio pane quotidiano: mai prendersi troppo sul serio.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Roots

    Via Guido Negri, Romano D'Ezzelino (VI)

  • Garage Nardini

    Viale Fosse, Bassano Del Grappa (VI)

  • Ovosodo

    Contrà Pescherie Vecchie 18, Vicenza (VI)

  • La Meneghina

    Contrà Camillo Benso Cavour 18, Vicenza (VI)

  • Room Food & Drink

    Vicolo Zudei 11, Bassano Del Grappa (VI)

  • Bottega Campana 1863

    Piazza Castello 41, Marostica (VI)

  • palazzo delle misture

    Salita Ferracina 8, Bassano Del Grappa (VI)

POTREBBE INTERESSARTI:

​I ristoranti migliori dove farsi una scorpacciata di Tartufo Bianco d'Alba

Con i suoi 250 € all’etto di quest'anno si conferma la prelibatezza più costosa in tavola, ma bando alla tirchieria per una volta.

LEGGI.
×