Torrefazione Cannaregio a Venezia: un sogno se ami il caffè

Pubblicato il: 7 luglio 2020

Torrefazione Cannaregio a Venezia: un sogno se ami il caffè

Spesso, passeggiando per Venezia, sbuco dal Ghetto in Fondamenta degli Ormesini e, all’improvviso, il profumo del caffè mi avvolge, dolce e vellutato, come una nuvola piena di cioccolato, tabacco, nocciole fresche e frutta.


 
E il naso mi porta dritta a Torrefazione Cannaregio, bottega storica veneziana, nata nel 1930 e unica torrefazione di caffè con mescita nel centro storico della città lagunare.
 
Fino a due anni fa era in Rio Terà San Leonardo: piccola bottega con tostatrice all’interno e servizio solo al banco. Poi, nel 2018, il trasferimento in una delle più belle zone di Venezia, con posti a sedere, degustazioni e anche vari tipi di the e cioccolato, oltre al servizio al banco.


 
Un locale storico, frequentato sia dai Veneziani che dai turisti, con i mattoni a vista del bar e le travi di legno tipiche: uno spazio rilassante, ideale per una buona colazione con un ottimo espresso e la pasticceria artigianale, ma adatto anche per ricaricarsi dopo una giornata in giro per Venezia. Qui si riprende l’idea di socializzazione dei vecchi caffe veneziani, ma senza i costi di piazza San Marco.


 
Il caffè viene ora tostato nella Torrefazione a Marghera, permettendo di mantenere un prezzo ragionevole, pur offrendo una materia prima di altissima qualità.
Tutto il caffe segue il controllo anti sfruttamento minorile. 

Torrefazione Cannaregio vanta non solo una propria torrefazione, ma anche un negozio ben fornito per comprare caffè, sia in grani che macinato, per moka e per macchina espresso. Ben sistemate negli scaffali di mogano, dietro il bancone, c'è solo l’imbarazzo della scelta per le miscele di caffè, che aspettano solo di essere provate.


 
Che uno se ne intenda o no di caffè, il personale qui è super preparato e sempre pronto ad aiutare a trovare la miscela perfetta, secondo i gusti dell’avventore, che viene preso, figurativamente,  per mano e guidato nella scelta e nella degustazione, aiutandolo a trovare la combinazione ideale.



Come per il piatto di un grande chef, il caffe segue una sua ricetta.
Tutto quello che si trova qui, dalla miscela al mono-origine, segue una specifica quantità di grammi di caffe per uno specifico quantitativo di grammi d’acqua. Ogni macinino propone un numero equivalente ai secondi che ci mette a macinare la dose necessaria in base alla tipologia di caffè; secondi che vengono studiati dal barista per ottenere la tazza perfetta. E questo rende Torrefazione Cannaregio diversa dagli altri bar o caffè a Venezia.

Ne ho avuto la prova qualche mese fa, prima del lockdown. Ho partecipato a una degustazione e ho imparato tantissime cose, oltre ad aver gustato dei caffè fantastici!


 
La degustazione era basata solo su arabiche 100%.  
Siamo partiti con la Miscela della Casa, la “Remer”, usata per preparare tutti i caffe al bar.
Una miscela composta da 8 mono-origini, con un’acidità ben bilanciata, adatta a tutte le fasi della giornata. È possibile degustare, e acquistare, la miscela sia per espresso che per moka.


 
Scopro che il caffe in fase di estrazione stratifica creando la classica crema, che però bisogna rompere, mescolando bene per riportare gli aromi in equilibrio. “Remer” è una miscela dalla crema molto sottile, data dal 100% arabica, con una tostatura medio chiara e un finale di note di tabacco. Un gusto armonico, elegante, dai toni caldi.  

Provo un Guatemala: Arabica 100% ma questa volta in mono-origine, ossia una singola provenienza. Caffè con acidità più spiccata, ma allo stesso tempo più dolce, adatto alle bevande a base di latte. Note più rotonde, finale speziato ed erbaceo, con punte di vaniglia.


 
Concludo con un Indiano monsonato: 100% Arabica.
Un gusto molto particolare dato dalla sua storia. Nei tempi antichi il caffe attraversava il mare nei vascelli e durante il viaggio, sebbene avvolto dai sacchi, soffriva dell’azione del vento, dell’umidita e della salsedine, creando un chicco dal gusto e dal colore diversi. Minore acidità, crema molto più densa e persistente. Spicca la nocciola, aroma tipicamente asiatico.
 
Durante la degustazione ho anche assaggiato i vari prodotti della pasticceria e la cioccolata. Abbinamenti perfetti!


 
Questo è un ottimo posto per incontrare amici o fare una pausa caffè. Vieni a sederti lungo la Fondamenta e mentre assapori un gran caffe, goditi la bellissima vista di Venezia e dei suoi canali! 

  • CENA BLOGGER
  • DEGUSTAZIONE
  • COLAZIONE

scritto da:

Monica Cesarato

Food blogger e consulente culinaria, che organizza anche lezioni di cucina veneziana. I suoi articoli sono stati pubblicati su La Gazzetta Italiana, Partaste, The Local e molti altri Food & Travel blogs internazionali. Ha partecipato con Alex Polizzi nella serie TV Secret Italy.

IN QUESTO ARTICOLO
×