La prestigiosa guida Le Soste celebra i quarant’anni con 14 nuovi ingressi

Pubblicato il 28 gennaio 2022 alle 14:28

La prestigiosa guida Le Soste celebra i quarant’anni con 14 nuovi ingressi

Nata nel 1982, Le Soste continua a conservare l'idea da cui è nata: il perseguimento di una cultura enogastronomica di altissimo livello e la convivialità di un'ospitale accoglienza.

Le Soste festeggia i suoi quarant'anni portando avanti una filosofia, nella selezione, che resta immutata, ma attualissima. Sempre e solo luoghi dove il tempo si ferma e gli ospiti trovano pace tra un viaggio nel quotidiano e l'altro. 


Tra i criteri adottati dall'Associazione per selezionare i suoi ristoranti sono rintracciabili: la passione e la creatività culinaria, l'eleganza e la raffinatezza nella gestione della sala, la classe e la ricercatezza nella sommellerie.

Le novità

Mai prima d'ora la scelta tra i migliori ristoranti candidati nell'Associazione era stata tanto varia e ricca; con un livello della qualità media che è andato crescendo di anno in anno. Nel 2022 sono ben 14 i nuovi associati, che si uniscono al gruppo in rappresentanza della migliore ristorazione e cultura enogastronomica italiana. 

“Un numero straordinario – spiega l’associazione - che racconta ciò che è stato, ma soprattutto rilancia e apre a una nuova stagione in cui lo stile italiano, l'artigianalità e la maestria del dettaglio rappresentano un punto di riferimento per i piaceri della tavola e del gusto in tutto il mondo”.

Lombardia: Il Cantinone – Madesimo (SO), Lido 84 – Gardone Riviera (BS), Ristorante Aprea – Milano- Umberto De Martino – San Paolo d'Argon (BG)

Veneto: 12 Apostoli – Verona

Emilia-Romagna: Piastrino – Pennabilli (RN)

Toscana: Enoteca Pinchiorri – Firenze, Il Piccolo Principe – Viareggio (LU)

Piemonte: La Madernassa – Guarene (CN)

Lazio: Aminta Bottega – Genazzano (RM), Pipero – Roma, Le Colline Ciociare – Acuto (FR)

Sicilia: Shalai Resort – Linguarossa (CT), Signum Hotel – Malfa Salina (ME)


Foto dalla pagina Facebook de Le Soste

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×