Bottega Trattoria De Santis, dove ritrovare a tavola la Roma di un tempo

  • RECENSIONE
  • INFO
  • COMMENTI

Era il lontano 1960, gli anni d’oro della Dolce Vita romana e del boom economico, quando nonno Sergio De Santis aprì la sua trattoria, o meglio la sua tavola calda, perché all’epoca la Bottega De Santis (e in parte ancora oggi) era un locale specializzato per il pranzo, amato dai tanti impiegati e lavoratori del quartiere di San Giovanni. Col tempo questa enorme passione per la cucina e la tradizione romana portò alla trasformazione del locale in una vera e propria trattoria che oggi vede al timone la seconda agguerritissima generazione di famiglia, con i nipoti Davide e Federico e il loro cugino Stefano. La passione resta la stessa, con uno sguardo rivolto verso il futuro, senza mai dimenticare la qualità.

I sapori della Roma di un tempo
Sono tanti i cavalli di battaglia che la Bottega De Santis può vantare oggi a tavola, a partire dai suoi celeberrimi Spaghettoni alla Carbonara, preparati con la monograno del Pastificio Felicetti, per non parlare poi della squisita Coda Alla Vaccinara, preparata secondo l’originale ricetta di nonno Sergio e, quando è stagione, i croccanti Carciofi alla Giudia, tra i più saporiti della città.

Tradizioni e rivisitazioni
Per prima cosa c’è il rispetto delle tradizione, caposaldo dal quale poi si può partire alla riscoperta di nuovi piatti e rivisitazioni sempre fedeli alla Linea Madre. Ecco perché alla Bottega De Santis puoi assaggiare dei piatti davvero particolari come lo spaghettone gamberoni di Mazara e burrata di Andria, oppure il filetto di manzo frollato 21 giorni con uva nera e cipolline in agrodolce.

Prodotti a km 0
Non perderti l’ampia selezione di salumi e formaggi che la Bottega De Santis propone ogni giorno. Troverai il meglio della piccola produzione artigianale del Lazio.

Chi ama la carne e chi il pesce
Alla Bottega troverai solo la migliore carne nazionale, frollata e preparata per rilasciare il massimo del sapore e della tenerezza. Per gli amanti del pesce, poi, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Suggeriamo tuttavia di provare lo squisito Filetto di Orata su crema di zucchine, anacardi e patate viola. Obbligatorio, invece, assaggiare il Baccalà della Bottega, altra storica ricetta di famiglia.

Il pranzo della Bottega
Nata come tavola calda, oggi la Bottega Trattoria De Santis mantiene ancora a pranzo questa sua antica tradizione, amata dai tanti lavoratori della zona. Non c’è un menù fisso, ma tanti piatti diversi ogni giorno, preparati secondo gli arrivi. C’è la possibilità di costruirsi un piatto combo con primi, secondi e verdure.

I dolci della casa
Golosità e leggerezza sono le due parole che servono a descrivere la carta dei dolci della Bottega De Santis, con alcune specialità davvero imperdibili, come il Semifreddo miele, pistacchi e cannella e la Spuma di ricotta e visciole. Per gli amanti del tiramisù, qui si può optare per il Tris (al limoncello, alle visciole e classico).

La carta dei vini e delle birre
Una carta dei vini davvero ben curata quella della Bottega Trattoria De Santis, con almeno 50 etichette da scegliere frutto di un’accurata selezione fra i produttori di tutte le regioni italiane. Particolare ed ampia la scelta alla mescita, con almeno 5 etichette disponibili ogni giorno. Se preferisci la birra, invece, puoi contare su una selezione delle migliori birre artigianali del Lazio.

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI
  • CENA
  • DEGUSTAZIONE

ALTRO SU 2NIGHT

×