10+1 nuove aperture a Padova: noia addio!

Pubblicato il 25 ottobre 2021

10+1 nuove aperture a Padova: noia addio!

“A Padova non c’è mai nulla da fare!”
Quante volte lo hai detto? Quante volte lo hai sentito dire?
Ecco, qui trovi ben undici diverse opzioni nuove che quasi sicuramente non hai ancora provato, tutte diverse ma tutte buonissime e anti-noia! Provare per credere

Per un giro nell’East Coast

Quando voglio stare leggera (o meglio, quando sono a pranzo con le mie amiche perennemente a dieta) mi piace ordinare una Pokè, la Pokè Tuna in particolare che ispirata alle Hawaii ha tonno scottato, pomodorini, base farro e fiocchi di pane croccanti. Quando voglio esagerare? Assolutamente e senza ombra di dubbio prendo un Crab Roll con polpa di granchio, insalata mista e maionese al lime (servito con patatine fritte). E ad aperitivo? Menabrea ambrata ghiacciata e gran fritto da dividere, ma nemmeno troppo da dividere sia chiaro! Ah, apertura fresca fresca di questi giorni eh.
Lob’s, Piazza Eremitani 2, Padova – Tel. 0497300461

Per il piatto da giù, ma rivisitato

“Il sud nel piatto a due passi dal brenta”, questo il motto dei ragazzi di Core do’ Sud che, diciamocelo, ci hanno azzeccato in pieno. Un motto che non è solo uno slogan pubblicitario ma la chiave di questo nuovissimo progetto nato e cresciuto nell’ultimo anno a Stra, che è riuscito a fondere il colore e la tradizione del sud, con la precisione e l’intraprendenza del nord. Il risultato? Un Crudo di Parma “due corone” DOP 20 mesi, con burrata di Gioia del Colle e schiacciatella di pane alle erbe mediterranee, gnocchi alla sorrentina e poi la scelta delle scelte: pastiera o babà? Nel dubbio entrambi va.
Core do’ Sud, Via Antonio Gramsci 1, Stra (PD) – Tel. 0492141393

Per il piatto da sù, ma rivisitato

Chef Christian Rossato cerca di mettere in tavola tutta la sua esperienza e la sua voglia di fare che, nonostante la giovane età e l’incertezza di un periodo post pandemico, non ha però fatto venir meno il desiderio di darsi da fare e elevare il suo ristorante Bontà Nascoste. Un ricco e ampio menù qui fanno da padroni, anche se lo devo ammettere: i piatti forti sono la carne e la pasta fresca. Ora che il periodo autunnale premia poi, è tempo di una tagliatella con i funghi porcini e un carpaccio di Angus, noci, pomodorini e rucola. A innaffiare il tutto, un calice di rosso chiaramente!
Bontà Nascoste, Via Antonio Ceron 8, Padova – Tel. 3464362371

Per un pit-stop di lavoro (o di piacere)

Di Gustoteca mi piace tanto la posizione: ci arrivi facilmente, la noti subito, non puoi perderti. Ma soprattutto mi piace che abbia tantissimi posti a sedere perché così posso sentirmi in compagnia, anche in quelle occasioni in cui mi capita di mangiare da sola; spesso a pranzo. Qui i piatti sono sani e ben bilanciati, pensati per non provocare l’abbiocco in ufficio ma farti comunque godere di una pausa gustosa che se no, tanto valeva mangiarmi la solita insalata sugli scalini no? Per me tutto ciò che si abbina bene ai vini di Monteversa, grazie.
Gustoteca, Via Venezia 106, Padova – Tel. 3314039616

Per una bella birretta

Se sei padovano la Birra Antoniana non puoi certo non conoscerla. Ma se ora ti dicessi che puoi anche trovarla a colpo sicuro in un nuovo localino sorto in pieno centro città? Si chiama – neanche a dirlo – Birreria Padovana e ovviamente propone l’Antoniana ma anche altre birrette buone del nostro territorio. Ad accompagnare il tutto taglieri e street food, o, per una pausa più sostanziosa anche burger e pizza.
Birreria Padovana, Via Santa Lucia, Padova, Tel. 3515845390

Per un libro in compagnia

Una enoteca con mescita e cucina attrezzata, una scelta di prodotti biologici o laddove possibile, prodotti in modo sostenibile. Un giardino estivo e una ampia offerta di tavoli interni dove chiudersi nella pungente stagione. Menù che percorrono la tradizione italiana ma non solo; molti eventi musicali e viaggi di racconti lontani, ma anche la possibilità di comprare un buon libro, leggerlo o perché no, entrambe le cose. Si chiama Enoteca Mediterranea, ed è tutto ciò che ci mancava in città.
Enoteca Mediterranea, Via del Carmine 6/a, Padova – Tel. 0499817482

Per un vinello

E chi lo ha detto che un vino è solo un vino e non una vera e propria esperienza da vivere e da gustare entrando in un mondo che ci appare da fuori spesso poco conosciuto, difficile da comprendere, ma che se accompagnato da una sapiente guida allora forse – e ribadisco forse – può diventare un incredibile viaggio, e non più (solo) un buon aperitivo. Vinet, il nuovo ristorante del centro patavino vorrebbe fare questo e molto di più: farti godere di una esperienza completa che racchiude una proposta di cibi ed etichette pensata, studiata e sempre nuova. Fatti guidare!
Vinet, Via delle Piazze 1, Padova – tel. 0498158818

Per un cicchetto

Vecia Padova è a due passi dal Duomo ma in una vietta poco trafficata e poco battuta. Questo è forse l’aspetto che maggiormente amo perché l’aperitivo – in particolare magari quello durante la settimana – deve essere lento lento e ancor meglio se silenzioso. Non che i cicchetti siano però da meno, tra le ultime uscite troverai: acciuga del Cantabrico e burrata e Parma 20 mesi con salsa al tonno e misticanza; per non parlare delle polpette. Qui hanno la birra della Brewdog – buonissima – ma per non sbagliare mai Spritz al Campari e via! Qualcosa di ricercato? Ombra, di Nicola Gatta, un franciacorta metodo classico.
Vecia Padova, Via Valaresso 13, Padova – Tel. 3408120336

Per un giro in pastificio

Non sai cosa mangiare questa sera? Vuoi fare bella figura con la suocera? Cena di compleanno e il desiderio di fare da solo sì, ma con un aiuto in cucina? De Bojo – Artusi Pastificio è la nuovissima realtà del Sotto Salone che in pochissime mosse ti salverà la serata da fatiche e scivoloni incredibili. Visto il periodo autunnale mi sento di consigliare fortemente i cappellacci di zucca, però anche i tortellini forse ecco ehm.
De BojoPastificio Artusi, Galleria Sotto il Salone 21/22, Padova – Tel. 0498756770

Per una pizza in compagnia

Fresco Ristorante Pizzeria si rifà il look e anche il nome diventando così Adalta Pizzeria. Un cambio che nasce dalla voglia di rinnovarsi, ma il desiderio di non interrompere il percorso di passione e qualità già iniziato. Qui pizza in pala, pizza tradizionale o impasto senza glutine ti attendono per godere di una serata spensierata in compagnia e in semplicità.
Adalta, Via Egidio Forcellini 172, Padova – Tel. 0498033722

Per un pranzetto Veg

Che piaccia o no, l’attenzione a cucina, salute e sostenibilità ormai dovrebbero andare a braccetto. Ecco perché quando apre una nuova trattoria con cucina vegana e vegetariana, bisognerebbe sempre sostenerla e provarla, a prescindere dai regimi alimentari di ciascuno. Un po’ per osare e scoprire qualcosa di nuovo, un po’ perché ogni nuova apertura è la scommessa di qualcuno che richiede attenzione. Qui è ancora più bello perché non solo si possono fare pranzi di lavoro o velocissime pause, ma anche aperitivi sostanziosi e colazioni. Tra le cose più belle di Veganda poi, i colori: mettono gioia.
Veganda, Via Cavazzana 1, Prato della Valle, Padova – Tel. 0492050289

Per una bruschetta e..

..un bel birrone, da Birrone! Meglio di così? Notizia fresca fresca di spina l'arrivo in pieno centro città del riuscitissimo format Birrone che, nato nel 2008, conta oggi ben cinque diversi locali. Oltre all'ovvia birra, in menù troverai una ampia selezione di sfiziosità con cui concederti una pausa rilassanti prima del lavoro, un intermezzo tra l'aula studio e di nuovo l'aula studio, una cena in compagnia o un aperitivo veloce veloce prima di rincasare. Bruschette, panini, hamburger, pizze e frittini ma anche primi e secondi piatti più elaborati. Dove? Te lo ricordi il Monkey Business, ecco. Ah, la birra ovviamente è birra artigianale eh.
Birrone, Via Trieste 5c, Padova - Tel. 3889380507

 
Foto interne reperite nelle rispettive pagine social dei locali.
Foto di copertina di Gustoteca
 
 
 

  • NUOVE APERTURE

scritto da:

Anna Iraci

Nata a Padova qualche anno fa, appassionata di film gialli e pizza diavola, meglio se assieme. Giocatrice di pallavolo nel tempo libero e, nel restante, campionessa di pisolini. Saltuariamente (anche) studentessa. Da grande voglio scrivere, ma siccome essere grande è una rottura, intanto bevo Gin&Tonic. Con il Tanqueray però.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Le prenotazioni al ristorante crollano. Siamo in un "lockdown di fatto".

Una nuova crisi per il settore della ristorazione. Da ogni parte d'Italia si chiedono a gran voce nuovi ristori

LEGGI.
×