Sarà online la 7a edizione di Wine2Wine: il Forum della Wine Industry

Pubblicato il: 21 novembre 2020

Sarà online la 7a edizione di Wine2Wine: il Forum della Wine Industry

Unione Italiana Vini presenta la settima edizione dell'evento internazionale digitale su wine business e networking

Si terrà online il 23 e il 24 novembre la nuova edizione di Wine2Wine, il forum internazionale digitale su wine business e networking di Veronafiere insieme a Unione Italiana Vini. La rassegna rinnova il suo appuntamento anche quest'anno, nonostante le restrizioni e difficoltà. Gli appuntamenti si terranno tutti online e saranno l'occasione per approfondire importanti tematiche del mondo della Wine Industry. 

Case history, nuovi trend di prodotto e dati di scenario ma anche politiche di filiera, strategie di ripartenza e analisi di mercato. Questi sono solo alcuni dei temi di Unione Italiana Vini (Uiv) presentati durante il lancio di Wine2Wine 2020.

Il programma e gli eventi live

Per il settimo anno di fila Wine2Wine va ad unire importanti soggetti del settore in due giorni all'insegna della ricerca, della condivisione e del racconto. Gli appuntamenti live sono previsti ttutti lunedì 23 novembre online. Chiunque avrà acquistato il biglietto potrà seguirli sulla piattaforma Veronafiere Plus. 

La giornata inizierà alel 10.00 con l'incontro d'apertura: “Vino e sostenibilità in cantina. Esperienze internazionali a confronto”, con le best practice sul fronte green della competitività in attesa della definizione di una norma unica nazionale di certificazione, attraverso i contributi di Davide Tommasi (Cantine Settesoli S.c.a.), Eva Plaza Tornè (Caves Vilarnau) e Katerina Marozava (Ruffino).

A seguire, alle 11.00, ci sarà “L’Italia alla prova del Rosé, tra nuove bollicine e mercati”. Il ‘terzo colore del vino’, destinato a cambiare numeri e dimensioni del mercato in rosa, sarà al centro di una analisi che ne vaglierà anche le prospettive di posizionamento. A presentare i dati, Pierpaolo Penco di Wine Intelligence e Carlo Flamini dell’Osservatorio del vino di Uiv, accompagnati dal presidente di Rosautoctono – Istituto del Vino Rosa Autoctono Italiano, Franco Cristoforetti, e dall’enologo-produttore Mattia Vezzola, vicepresidente del Consorzio Valtenesi.

Chiude la mattinata alle ore 11.45, il convegno di Agivi, l’associazione dei giovani imprenditori under 40 di Uiv guidati da Violante Gardini Cinelli Colombini, intitolato “Diamo i numeri: giovani, vino e mercato dal lockdown ad oggi”. Sotto la lente, l’indagine curata da Wine Intelligence che fotografa il cambiamento dei consumi di millenial e generazione Z nel periodo dell’emergenza sanitaria in sette mercati chiave (Stati Uniti, Germania, Regno Unito, Svezia, Canada, Australia e Cina).

Gli appuntamenti di Unione italiana Vini a wine2wine si concludono con Carlo Flamini che presenta “L’Osservatorio del Vino UIV: verso un innovativo sistema di condivisione dei dati” (ore 14.00): un’unica piattaforma che raccoglie non solo tutti i numeri relativi a commercio mondiale di vino, potenziale, imbottigliamenti, stock, prezzi dello sfuso, ma anche un innovativo sistema di monitoraggio delle performance delle denominazioni di origine sul mercato italiano e internazionale. A completare il quadro, l’esperienza di imprese e Consorzi che aderiscono al progetto, con i punti di vista di Antonio Rallo (ad Donnafugata e presidente del Consorzio di Tutela Vini Sicilia Doc), Luca Giavi (direttore generale Consorzio di Tutela Prosecco DOC) e Sandro Sartor (managing director - senior vice president - Ruffino Group & Cbi Emea Region).

Biglietti e info qui
Qui il programma. 

Photo Credits: Photo by Kym Ellis on Unsplash

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Sharper night 2020: la Notte Europea dei Ricercatori è online

27 e il 28 novembre novembre, per la notte europea dei ricercatori, si terranno oltre 500 appuntamenti da 13 città a cui parteciperanno più di 700 ricercatori e oltre 100 istituzioni culturali

LEGGI.
×