La storia di successo di Michele ed il suo numero 7

Pubblicato il: 28 novembre 2019

La storia di successo di Michele ed il suo numero 7

L'eleganza e la raffinatezza del buon cibo nostrano si fondono in un ristorante libero da convenzioni. Fiumi di vino scorrono nel Portamarina 1751, serviti da uno staff impeccabile capitanato da Michele.

Quando arrivo, verso sera, nel ristorante non c'è ancora nessun cliente, ma gli chef in cucina ed il personale in sala dicono il contrario. Un fermento di camerieri e addetti ai lavori fanno sì che tutto sia pronto alla perfezione. Ci sediamo sulle altre sedute americane, in fondo alla sala da pranzo principale, arredata con colori bordeaux. Un colore molto elegante che fa risaltare tutta la pietra chiara, tipica dello stile pugliese.


Atmosfera dinamica e di movimento!
Sì il nostro ristorante non si ferma mai. Dai fornelli a chi è in sala, fin dietro il bancone a preparare cocktail. Siamo così di natura… Instancabili!

Perché avete scelto questo nome per il vostro locale e da dove nasce il vostro progetto?
Quella che domina la piazza antistante il nostro locale e la Porta Marina di Barletta. Uno dei pochi esemplari architettonici così antico e ancora così intatto. Il ristorante wine-bar nasce da un'idea, avuta in una calda notte d'estate che si è concretizzata in poco tempo e che ha avuto subito molto successo. Essendo già nel campo da molti anni ho deciso di creare questo locale con un concetto molto differente. Un luogo che lascia libero il cliente di creare la sua serata: romantica, casual, elegante e che punti tutto sulla cucina mediterranea e sul vino.


Quindi non c'è solo il Portamarina 1751?
No ma anche il Club 77, e solamente durante il periodo estivo Bagno 27. E ti dirò di più c'è una sorpresa "work in progress": stiamo per aprire un altro locale nel centro di Barletta. L'ho rilevato qualche settimana fa e sto già procedendo alla sua ristrutturazione. Come dicevo... instancabili!


Club 77, Portamarina 1751, Bagno 27. La domanda che sto per farti è una semplice curiosità. C'è un legame particolare con il numero 7?
... E io sono nato nel 1977. Lo considero il mio numero fortunato e cerco di portarlo sempre con me anche nel campo lavorativo. Per il prossimo locale sono sicuro che inserirò anche il sette visto il grande successo di tutti gli altri.

Come vi preparate alla stagione fredda?
Servendo piatti tipici di questa stagione, accostati a numerose e corpose etichette di vino provenienti da tutta Italia e non solo. Non temiamo il calo delle temperature!

  • GLI ADDETTI AI LAVORI

scritto da:

Federica Scaramuzzi

Sarà banale, ma adoro la pizza e i gattini del web. In compenso sono alla ricerca di locali insoliti e originali. Dalla Murgia alla Laguna.. sono cacciatrice ufficiale di hidden gems! Odio il piccante e adoro la pasta al forno barese (originale) di mia nonna Graziella.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Cortina da mattina a notte inoltrata: colazione da Lovat e quattro salti al Vip non si negano a nessuno

Perché la perla delle Dolomiti, in alta stagione, non dorme mai.

LEGGI.
×