Se guido godo solo a metà. A Roma vado a cena in metro - Edizione Linea C

Pubblicato il: 16 novembre 2019

Se guido godo solo a metà. A Roma vado a cena in metro  - Edizione Linea C

Roma è una città complessa. Fiumi di macchine a tutte le ore, zone a traffico limitato, parcheggi limitati. Per questo motivo sono moltissime le persone che si spostano con la metro e che popolano Roma a tutte le ore del giorno. Eliminare l'ansia da traffico e parcheggio, si sa, non è cosa da poco. Questo inoltre permette di aiutare l'ambiente, riducendo l'inquinamento. Insomma, uscire a pranzo o a cena in metro ha diversi lati positivi.
Ecco allora 5 ristoranti vicini a 5 diverse fermate della Linea C:

Il pesce - Fermata San Giovanni


C’è un ristorante in zona San Giovanni che va provato a tutti i costi. Stiamo parlando del Ristorante Chiaroscuro, un locale elegante che propone cucina di pesce gourmet. Cotto o crudo non fa differenza, qui il pesce è freschissimo e lavorato con estrema diligenza. Di notevole livello le linguine all’amatriciana di mare e il trancio di spada alla siciliana. Il prezzo è in linea con il servizio offerto, con l’impiattamento e con la location, indicata soprattutto per le “grandi occasioni”.

Via Rimini 15, tel. 06 6482 1932

La pizza - Fermata Pigneto


A poche centinaia di metri dalla fermata Pigneto della Linea C, c’è il ristorante Sant’Alberto, un locale che ha fatto della poliedricità il suo punto di forza. Per gli amanti della pizza ci sono quattro impasti: romano, napoletano, integrale e poi la pizza pane, il fiore all’occhiello del ristorante (impasto alto e soffice). A supporto c’è anche la pizza fritta, viene servita anche all’aperitivo. Se ti piace la pizza, una fermata qui è d’obbligo. E dopo averla assaporata, puoi sbizzarrirti con gli amari: ce ne sono più di 70…

Via del Pigneto 46, tel. 06 701 3827

La carne: Fermata Teano


Se ti piace la carne, la fermata a cui deve scendere è Teano. Lì vicino c’è la Pizzeria Bisteccheria Teano 271, un locale informale che offre una cucina polivalente: la pizza è ottima ma la sua peculiarità è la carne, servita in taglieri abbondanti e impreziosita da contorni di qualità. La selezione dei tagli è da ristorante di livello. La location è carina e easy, ideale per un pranzo o una cena in compagnia.

Via Teano 271, tel. 06 6928 4285

Cibo locale – Fermata Gardenie


Senso di appartenenza, rispetto per il territorio e per la sua filiera. La Proloco DOL è un negozio/ristorante che mette al centro contadini, agricoltori e allevatori locali siti a Poggio Mirteto, Sacrofano e nel carcere di Rebibbia (Caseificio Sociale Cibo Agricolo Libero). Il cibo qui è rispetto delle persone, degli gli animali e della natura. Ecco alcuni piatti, semplici e a basso impatto ambientale: panzanella invernale (pane, ceci, porro, olive), praline di caprino con pomodori secchi, spaghettoni al sugo biologico di lumache, ravioli con ricotta nobile cacio e pepe, lombata di maiale nero con patate al finocchietto.

Via Domenico Panaroli 35, tel. 06 2430 0765

Cucina romana – Fermata Mirti


Il Coccio fa parte de le mejo trattorie di Roma. Qui si mangia la cucina romana vera, quella tramandata di generazione in generazione senza contaminazioni né sperimentazioni. Location densa di cimeli e riconoscimenti, in sintonia con l’outfit delle grandi trattorie. Primi abbondanti serviti in piatti quadrati molto grandi. Carbonara, amatriciana, cacio e pepe da urlo, sanguigne le fettuccine alla trasteverina (tonno, acciughe, funghi champignon e prezzemolo). Fra i secondi, spicca il quinto quarto (trippa, coda, coratella).

Via dei Meli 34, tel. 338 389 6037

Cucina straniera: Fermata Torre Maura


50 anni di cucina spagnola a Roma in un ambiente caldo e accogliente. Questo è El Patio, un locale sulla Casilina che propone l’autentica cucina spagnola: tapas, formaggi e jamon ibericos a volontà. Alla base c’è anche una forte idea di sperimentazione: ecco la pizza Torero (pomodoro, mozzarella, chorizo, peperoncino) e l’hamburger la Nina Guapa (panino al sesamo con filetto intero di pollo con panatura extra croccante corn flakes. Poi, immancabile, la paella. Si va da quella valenciana (la tradizionale) a quella vegetariana fatta di soli legumi (riso, piselli, peperoni, fagioli, ceci, zucchine, mais).

Via Casilina 1108, tel. 06 263181

Immagini interne provenienti dalle pagine Facebook dei locali
Immagine di copertina: Pagina Facebook Pizzeria Sant'Alberto

  • VITA DI QUARTIERE

scritto da:

Angelo Dino Surano

Giornalista, addetto stampa, web copywriter, social media manager e sognatore dal 1983. Una vita intera dedicata alla parola e alle sue innumerevoli sfaccettature.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Dining bond. Una scommessa sui pranzi e le cene che torneremo a fare

La “cena che verrà”, ma che fa del bene in tempo di chiusura forzata.

LEGGI.
×