L’Hotel Danieli cambia proprietario. A comprarlo è uno degli uomini più ricchi al mondo

Pubblicato il 14 gennaio 2022 alle 11:05

L’Hotel Danieli cambia proprietario. A comprarlo è uno degli uomini più ricchi al mondo

Ecco chi ha investito nell’iconico albergo di Riva degli Schiavoni, uno dei preferiti dalle celebrità

L’Hotel Danieli è un vero e proprio gioiello della Laguna. Con vista su Venezia dall’alto e spettacolari affacci sul Canal Grande e Palazzo Ducale, a pochi passi dal Ponte dei Sospiri e da Piazza San Marco, è da sempre meta di celebrità provenienti da tutto il mondo. 

Non stupisce, quindi, che una delle persone più ricche del pianeta l’abbia voluto comprare cambiando del tutto la geografia dell’hôtellerie veneziana. Si chi stiamo parlando? Di Bill Gates.

Un progetto più grande  

Ed è così che l’Hotel Danieli entra a far parte di un progetto più grande del fondatore della Microsoft che comprende l’acquisto della catena alberghiera Four Seasons per 2,2 miliardi di dollari attraverso la Cascade Investment, la società che gestisce il suo impero finanziario. Uno dei suoi soci nell’impresa è il principe miliardario saudita Alwaleed bin Talal, oltre a Isadore Sharp, fondatore di Four Seasons nel 1960. L’Hotel Danieli va così ad aggiungersi alle 121 strutture tra hotel e resort e alle 46 proprietà residenziali distribuite in quarantasette Paesi. 

Una storia di bellezza e successo 

Stucchi, decori, stuite extra-lusso: l’Hotel Danieli negli anni ha saputo mantenere intatto il suo fascino antico e allo stesso tempo attirare ogni tipo di clientela desiderosa di un servizio di lusso oltre che essere il set per pellicole di importanza internazionale (dalla saga di James Bond a The Tourist). 


L’albergo è composto da tre edifici: il Palazzo Dandolo del XIV secolo, in stile gotico veneziano, antica residenza della famiglia Dandolo, il Palazzo Casa Nuova del XIX secolo, ex sede della tesoreria, e il Palazzo Danieli Excelsior, il più recente del XX secolo. 

Nel 1822, Giuseppe Dal Niel affittò parte del palazzo e lo convertì per la prima volta in albergo dandogli il soprannome “Danieli”: poi comprò tutti i piani e diventò l’unico proprietario, e nell’inverno del 1833 nella camera numero 10 scoppiò l’amore “scandaloso” tra George Sand e Alfred de Musset.


Leggenda vuole che proprio lì siano nate due delle più iconiche storie d’amore degli ultimi cento anni: quella tra Gabriele D’Annunzio ed Eleonora Duse e quella tra il billionarie Aristotele Onassis e Maria Callas. Ma questi sono solo alcuni esempi del grande successo che l’albergo ebbe nei secoli.


Dalla sua apertura ad oggi non ha mai smesso di ospitare personalità di spicco del panorama nazionale ed internazionale tra i quali: Guglielmo di Prussia, Charles Dickens, Richard Wagner, Honoré de Balzac, Marcel Proust, Greta Garbo e Charlie Chaplin.

Nella contemporaneità hanno scelto il Danieli da De Niro a Jim Carrey, poi Michael Caine, Kristen Stewart e Hillary Clinton che ha apprezzato pubblicamente la cucina del Ristorante Terrazza Danieli). 

  • NOTIZIE
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Le app food&drink più scaricate d'Italia

Ecco la top 10. E la prima è green.

LEGGI.
×