Tutte le meraviglie napoletane con cui scaldarsi il cuore nella fredda Milano!

Pubblicato il 9 novembre 2022

Tutte le meraviglie napoletane con cui scaldarsi il cuore nella fredda Milano!

Non c’è mica solo la pizza. La cucina campana e, più in particolare quella napoletana, abbonda di sfiziosità. Piatti tipici da provare assolutamente, con prelibatezze tra i primi e secondi, fino ad arrivare ai dolci. L’elenco è lungo, tra pizza, pastiera, friarielli, babà e mozzarella di bufala. Ma potrebbe proseguire ancora a lungo, tra struffoli, frittata di pasta, parmigiana di melanzane, sfogliatella e casatiello. E pazienza se mi sono scordato qualcosa. Il menù è vario e la voglia di assaggiare qualche specialità napoletana è tanta anche sotto la Madonnina.

Non c’è problema perché non serve, necessariamente, spostarsi fino a sotto il Vesuvio per assaporare la vera cucina tipica campana. Facciamo un giro tra i ristoranti di Milano dove poter concedersi una cena a base di specialità della cucina napoletana, tra pizza preparata come si deve o un piatto di fagioli con le cozze. Oppure un primo di pasta al ragù napoletano? A proposito, lo sapevi che è uno dei tre tipi presenti in Italia, insieme al famosissimo ragù bolognese e a quello potentino. Nel ragù napoletano i tempi di cattura sono molto lunghi e la carne non è tritata ma intera.

La pizza

Iniziamo il giro da Starita, pizzeria storica a Napoli che dal 2016 ha aperto un ristorante a Milano, in zona Sempione. Oltre a quelli a New York e Torino. La storia inizia nel 1901, quando “Starita a Materdei” nasce come una cantina, diventa poi un luogo di degustazione, non solo di vini ma anche di cibi tradizionali, per poi diventare una trattoria e, infine, una pizzeria friggitoria. Il nome è simbolo della tradizione napoletana che da più di cento anni si rinnova senza mai perdere il gusto autentico delle origini. Non è possibile prenotare.
Starita - via Giovanni Gherardini 1, Milano - tel. 02.33602532

La pizza tradizionale napoletana diventa una pizza gourmet. Termine largamente abusato negli ultimi anni ma che in questo caso rende ancora bene l’idea. La mission di Assaje - tre pizzerie a Milano in via Raffaello Sanzio, piazzale Segrino e Porta Vercellina - è riproporre su pizza tutto ciò che di buono e autentico la natura regala nel pieno rispetto della stagionalità. Il progetto è nato dalla passione di un gruppo napoletano, oltre alla pizza si possono mangiare anche piatti tipici della tradizione napoletana. Tra le pizze gourmet, da provare la Pinna Gialla, con alga wakame, burrata di Gioia del Colle, tartare di tonno, zest di arancia e olio biologico italiano.
Assaje - piazzale Segrino - tel. 02.606456

Alla festa di inaugurazione del nuovo Sophia Loren Restaurant è arrivata anche la diva del cinema. Ad attenderla, nel ristorante nel centro di Milano, una folla di fan e fotografi: “Questo progetto racchiude in sé alcune delle cose che amo di più: la cucina italiana e partenopea, i momenti di condivisione attorno a un tavolo con la mia famiglia e i miei amici”, ha commentato l’attrice. Nel nuovo locale in via Cantù ci sono tre sale, per un totale di 400 metri quadrati e 150 coperti. E se parliamo di cucina napoletana a Milano, non si può non passare da qui. Protagonista assoluta del menù è la pizza di Francesco Martucci, premiato come miglior pizzaiolo del mondo per quattro anni consecutivi. Pizza ma non solo, a prezzi allineati con il locale. Tra i dolci da assaggiare le sfogliatelle, la consistenza della frolla è perfetta, e l’immancabile pastiera.
Sophia Loren Restaurant Milano - via Cesare Cantù 3, Milano - tel. 02.82397721

Sui Navigli c’è una pizzeria napoletana appena fuori dal caos della movida che vale la pena provare. Sulle pareti de “I Segreti di Pulcinella” tutto rimanda al Vesuvio. Ambiente easy e raccolto, quindi con tavoli molto vicini. Per iniziare tra gli antipasti ci sono i fiori di zucca ripieni con ricotta di bufala o le crocchette di patate. La pizza è proprio quella napoletana, con il bordo alto e morbido, servita anche nella variante col cornicione ripieno, ovviamente cotta nel forno a legna. Poi finalmente arriva il momento del dolce. Cosa scegliere? Babà al rhum oppure con la panna. Ma non mancano proposte di pasticceria napoletana, tiramisù o la torta ricotta e pera.
I Segreti di Pulcinella - via Carlo d’Adda 2, ang. via Ripa Ticinese, Milano - tel. 329.0783768

Le fritture

Ci spostiamo in via Benedetto Marcello, da Frijenno Magnanno, storico ristorante napoletano aperto dal 1997. Il nome rimanda al cavallo di battaglia del menù: la frittura campana. Frittatina di bucatini, montanara, zeppoline di alghe, arancini di riso e crocchè di patate. La pizza è preparata con una selezione di farine d’eccellenza, fatta lievitare per lungo tempo al fine di ottenere una perfetta digeribilità. Ottima anche la pizza fritta, nonché la pizza a portafoglio, espressione dello street food, perché si può mangiare benissimo per strada. Tra i primi da provare il pacchero al ragù e gli spaghetti con granseola.
Frijenno Magnanno - via Benedetto Marcello 93, Milano - tel. 02.29403654

Il fritto Napoli di Donna Titina, in zona Cenisio, è preparato con crocchè, arancino, mazzarelline, zeppoline e verdure, secondo la tradizione. Tra i secondi di pesce, il fritto del golfo è a base di baccalà, calamari, gamberi e pescato del giorno. Intramontabili anche gli spaghettoni alle vongole. I giovani ristoratori sono di origini napoletane, garanzia di una selezione delle materie prime che non scorda mai i sapori autentici. Ampia selezione di pizze.
Donna Titina - via Principe Eugenio 15, Milano - tel. 02.3494239

Salsiccia e friarielli, e altre voluttà

Altro piatto tipico della tradizione partenopea è la salsiccia con i friarielli. Friariè, il progetto di Lucio e Ingrid, inizia di qui. I friarielli sono i protagonisti della carta che li propone in diverse declinazioni. Con il sugo diventa impossibile non cedere alla tentazione della scarpetta. Non mancano altre specialità della cucina napoletana come la mozzarella in carrozza, la parmigiana di melanzane e l’insalata di polipo. Ottinmi anche i dolci. 
Friariè - piazzale Damiano Chiesa 2, Milano - tel. 02.36595391

Prezzi onesti e piatti tipici napoletani, in un ambiente informale. Salefino, siamo in Crocetta, nasce dall'idea di due ristoratori napoletani che hanno aperto questo piccolo ristorante con l’intento di diffondere la cultura napoletana a tavola. Un’unica sala, dove ordinare parmigiana di melanzane, mozzarella in carrozza, ziti al ragù napoletano, polpettine di pesce, casatiello e, ovviamente, salsiccia e friarielli.
Salefino - via Lamarmora 36, Milano - tel. 02.49799703

Da Crispi la specialità è la pizza napoletana ma non manca la salsiccia coi friarielli. Siamo in zona Porta Vittoria, in via Fratelli Bronzetti. Ambiente accogliente, si inizia con una pepatella di cozze, poi spaghetti alle vongole veraci e un fritto di paranza. Cuore campano ma con un tocco di stile contemporaneo.
Crispi - via Fratelli Bronzetti 3, Milano - tel. 02.5516527

Parmigiana di melanzane

Nella botte piccola ci sta il vino buono. Bello e Buono, ci spostiamo in Porta Romana, è un piccolo ristorante, ideale per pasti svelti a tutte le ore. In sala domina il bianco, con una vetrina e la cucina parzialmente a vista. La carta privilegia la tradizione mediterranea, con ammiccamento a quella napoletana, provare la mozzarella di bufala (freschissima) per credere. Oltre alla parmigiana di melanzane, da ordinare anche la pasta Vesuvio, con trofie o orecchiette con pomodorini freschi, salsiccia napoletana, zucchine, menta e parmigiano.
Bello e Buono - viale Sabotino 14, Milano - tel. 02.94553407

Foto di copertina dalla pagina Fb di Assaje Milano

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×