7 locali a Firenze per gli amanti del buon vino e della buona cucina

Pubblicato il: 3 dicembre 2018

7 locali a Firenze per gli amanti del buon vino e della buona cucina

Bere e mangiare non sono necessità. Per me sono anche un piacere e un momento di convivialità indispensabile, al punto da essere una delle principali causa della voce "Uscite" del mio conto corrente. La curiosità per il mondo del bere, insieme al raggiungimento della soglia d'indigenza, è diventata preponderante in questi ultimi anni, al punto da condurmi ad iscrivermi al corso per diventare sommelier. Non che la mia aspirazione massima fosse esibire un tastevin al collo o sputare il vino in una sputacchiera. E infatti, vuoi il carattere troppo nozionistico del corso, vuoi che le cose troppo settarie mi annoiano, alla fine non ho proseguito con il terzo livello, dedicato all'abbinamento vino-cibo. Però non ho smesso di partecipare alle cene di degustazione dedicate al vino organizzate in città. Voglio, allora, parlarti, dei ristoranti di Firenze che organizzano cene di degustazione interessanti:

Le cene di degustazione al pianoforte

E' un locale che valorizza la biodiversità a tavola con piatti che esaltano le tipicità dei territori. Ma Adagio non è solo un ristorante ma anche wine bar e bottega che propone una carta dei vini molto speciale. Le bottiglie di vino presenti appartengono ad aziende territoriali di nicchia che ben rappresentano l’Italia nella sua unicità. Offre la possibilità di gustare i vini al bicchiere cercando quindi di avvicinare il cliente a realtà meno note, sia con il suo vario menù, sia durante le cene evento.

Le cene di degustazione nel ristorante tosco-calabro

La Bohème si trova nel cuore di San Lorenzo. La sua piccola ma ben fornita cantina a vista ricavata in maniera creativa e originale, consiglia vini rossi del tutto toscani tra cui Chianti, Bolgheri e Brunello. Per i bianchi invece, si sposta al nord, con etichette trentine, venete e friulane. Organizza inoltre delle vere e proprie serate a tema degustazione in collaborazione con cantine locali preparando un menù che ben si adatta ai vini proposti. Non ti resta che tenerti aggiornato per non perderti le date!

Le cene di degustazione della trattoria storica

La mia passione per il vino è nata grazie ad Andrea Gori, sommelier pluripremiato AIS, che gestisce insieme alla famiglia la trattoria Da Burde, che ho conosciuto anni fa ad una degustazione organizzata presso lo spazio dedicato a Degustibooks, al Festival della Creatività, in cui ha abbinato i vini ad alcuni brani musicali. Inutile dire che l'esperienza mi ha completamente deviata! Ogni venerdì, fino ad aprile, Da Burde propone la sua serata degustazione: ogni settimana un tema diverso declinato in un menu dove i piatti verranno abbinati ad importanti vini toscani e non. 

Le cene di degustazione d'eccellenze

Cene di degustazione vengono organizzate anche da Accademia dei Palati, la mia gastronomia e pausa pranzo preferita, una volta al mese circa. E' qui che anni fa ho scoperto cosa fosse il Pata Negra, degustato i migliori formaggi italiani e francesci e partecipato ad una cena dedicata allo Champagne, mangiando una tartare di gamberi di Mazara del Vallo con maionese con lime memorabile. Merito del sommelier di casa Maurizio Zanolla che ricerca da anni i migliori prodotti enogastronomici nazionali ed internazionali e con il quale condivido l'amore per i vini e i formaggi francesi.

Le cene di degustazione in enoteca

Il 7 rosso è l'enoteca per la cena di rito che io e la mia metà facciamo ogni volta che torno da un viaggio o da un weekend fuori. La cortesia genuina dello staff, la passione, sempre discreta, posta nell'illustrare e consigliare piatti ricercati e vini in abbinamento, mi fanno sempre sentire coccolata. Mi è piaciuta molto la cena di degustazione dedicata al Cabernet Sauvignon e alla regina dell'autunno, la castagna, alla base del menù della serata.

Le cene di degustazione in gastronomia

Andrea Galanti, giovane sommelier dell'anno AIS, organizza 2 giovedì al mese Time For Wine, serata di degustazione vini di un'azienda vinicola abbinati ai piatti della cucina della gastronomia di famiglia Galanti, generalmente toscani. Personalmente, sono stata alla cena di degustazione dedicata allo champagne Pannier e a quella dei vini di Su Entu, durante la quale è stato realizzato dal campione Andrea Balleri un cocktail aromatico con il Vermentino di Sardegna 2014 che ho molto apprezzato.

Le cene di degustazione in hotel

Organizza cene di degustazione sempre diverse anche il Ristorante Sant'Elisabetta, all'interno della torre bizantina che ospita Hotel Brunelleschi, con i piatti creativi dello chef Giuseppe Bonadonna, realizzati con prodotti di stagione, e gli abbinamenti enologici del maitre Alessandro Recupero. Questi ultimi, insieme alla location romantica e intima, faranno della tua serata un'esperienza speciale.

Foto di copertina di Adagio da pagina Facebook
Quest'articolo t'ha fatto venire voglia di degustare? Iscriviti alla newsletter di 2night per non perdere gli eventi enogastronomici migliori della città
 

  • EAT&DRINK
  • BERE BENE

scritto da:

Maddalena De Donato

Lucana di nascita e fiorentina di adozione, ho scoperto in Toscana i veri piaceri della vita: mangiare bene, bere ancora meglio, viaggiare, condividere, ma soprattutto scrivere. L'unica arma che tollero è il cavatappi e scoprire nuovi locali è una dipendenza da cui non riesco ad uscire. Non a caso il mio blog si chiama Mad Tasting.

POTREBBE INTERESSARTI:

Giornate Europee del Patrimonio 2019: ingresso gratuito nei luoghi della cultura

Sabato 21 e domenica 22 settembre, un weekend di aperture straordinarie e ingressi gratuiti nelle perle del nostro patrimonio.

LEGGI.
×