Buon primo compleanno Trattoria Santa Monaca

Pubblicato il: 8 maggio 2019

Buon primo compleanno Trattoria Santa Monaca

Abbiamo chiesto a Silvia e Jonathan un bilancio, tra passione, impegni e grandi soddisfazioni

Tra le tante caratteristiche positive della città di Gallipoli, c'è sicuramente l'ampia proposta di alternative in fatto di cucina. Ogni angolo offre specialità di mare miste ad attenzione e cura per i clienti. Spinti dall'amore per la cucina, Silvia e Jonathan hanno deciso di entrare a far parte del ventaglio di alternative inaugurando un anno fa Trattoria Santa Monaca, spiccando sicuramente per qualità ed estro.


Un anno fa avete deciso di iniziare quest'avventura. Ci è voluto un bel po' di coraggio, immagino. Com'è andata in quest'anno?
Sì, il 22 aprile Trattoria Santa Monaca ha spento la sua prima candelina. Nonostante sia già passato un anno e nonostante ci siano state tante e belle soddisfazioni, siamo dell'idea che il bilancio non riguardi scandenze o periodi ben precisi. Ci piace, piuttosto, farci un'idea di come sia andata e stia andando in itinere, mentre tutto succede e continua a succedere. Non ci fermiamo a pensare e a tirare i conti, preferiamo continuare a lavorare e rimboccarci le maniche mentre alla porta bussa un altro cliente: questa è la nostra più grande soddisfazione.

A proposito di clienti: chi è il vostro target?
In generale possiamo dire di non avere una sezione ben precisa, anzi. Le persone che vengono a trovarci e che puntualmente scelgono di tornare – ecco, questa è un'altra grande soddisfazione (vedi supra, n.d.r.) - sono persone che vivono in zona e che apprezzano la freschezza del pescato abbinata alla creatività dei nostri chef, oppure sono turisti che esigono il meglio dalla loro vacanza e che quindi scelgono di trascorrere tutta la permanenza con noi, a pranzo o a cena.
Una curiosità? Ci ha sorpreso il fatto che i nostri piatti fossero apprezzatissimi anche per chi non ha familiarità coi sapori del nostro mare. Nessuno squilibrio, infatti, nelle parole di chi ci ha tenuto a far presente il suo entusiasmo dopo aver pranzato e cenato con noi: parliamo di turisti europei (inglesi, francesi, tedeschi...), ma soprattutto di provenienze anche molto lontane ed esotiche (turisti thailandesi, australiani, americani, indiani...). A prova del fatto che il buon cibo unisce!


Bella osservazione! E quanto alle prospettive...avete intenzione di cambiare qualcosa nel breve o medio termine?
In realtà, già solo in quest'anno, abbiamo operato una prima ristrutturazione: in particolare ci siamo dedicati alle sale e alla loro colorazione e soprattutto abbiamo deciso di ripristinare le antiche volte presenti nella struttura. Poi abbiamo previsto un angolo bar per chi vuole consumare un drink, un amaro o un caffè dopo la cena.

Per quello che riguarda il cibo vero e proprio, novità?
Sì, decisamente! Abbiamo deciso di cambiare il menù ogni 4 mesi circa, proprio perché lavoriamo sempre con materie prime e il pescato del giorno, e questo ci porta naturalmente ad assecondare i ritmi del mare e la reperibilità dei prodotti. Siamo noi che dobbiamo adattarci alla natura e non il contrario. Abbiamo già attivato il menù estivo, e salvo qualche sorpresa, possiamo quantomeno svelarvi un paio di primi: il tagliolino della Monaca, con tonno e uova di tonno tritate, una sorta di carbonara di mare per intenderci; e poi abbiamo introdotto le linguine con sponzuli, un frutto di mare dal sapore iper intenso, detto anche “limone di mare”, condite con crema di zafferano. Quanto ai secondi abbiamo, ovviamente l'imbarazzo della scelta: una delle nostre ultime trovate è la palamita panata nei semi di sesamo.


Direi che siete prontissimi per la stagione estiva!
Assolutamente! Inoltre tra poco saremo aperti a pranzo e cena tutti i giorni, senza giornata di riposo settimanale e siamo pronti ad accogliere i nostri clienti anche in uno degli spazi esterni (abbiamo 2 corti e una parte antistante il ristorante).

Direi che è stato un anno di successi. Più impegno o più fortuna?
Be', nonostante sia un lavoro a tempo pieno che richiede sacrifici immensi e tanto tanto impegno, ci piace pensare che in tutta questa bellezza ci siano lo zampino e la benevolenza della dea bendata, che non guastano mai!


Un consiglio a chi ha voglia di (o a chi vorrebbe) intraprendere il vostro stesso percorso...
Il nostro lavoro è complesso, fatto di incastri, attività che si sovrappongono e ben pochi ritagli di tempo da dedicare a se stessi. Il consiglio è che è necessario tanto amore e tanta passione perché le soddisfazioni ci sono e sono molto gratificanti, ma un impegno discreto non è sufficiente. Occorre dedicarsi anima e corpo a questo mestiere, e se ci credi, le cose belle non tardano ad arrivare.


Trattoria Santa Monaca, Piazza De Amicis, 13 – Gallipoli (LE).

Vuoi rimanere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter di 2night!

  • MANGIARE ALL'APERTO
  • CENA BLOGGER
  • CENA

scritto da:

Federica Miggiano

Ho iniziato prima a scrivere poi a parlare e camminare. Mi piace l’inchiostro, ma non ho tatuaggi. Da bambina volevo fare la ballerina, poi sono finita a studiare Filosofia. Nel tempo libero mi chiedo cosa voglio fare da grande. Amo il cinema, la fotografia, la musica live e i carboidrati.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Ristoranti con stelle Michelin in montagna, adesso che inizia la stagione

Chi lo ha detto che in montagna si mangiano solo wurstel e crauti, ecco i grandi chef tra le nevi.

LEGGI.
×